Sanremo 2021: Max Gazzè e la Trifluoperazina Monstery Band con Il farmacista. Testo e pagella - Magazine

Sanremo 2021: Max Gazzè e la Trifluoperazina Monstery Band con Il farmacista. Testo e pagella

Musica Magazine Venerdì 5 marzo 2021

Magazine - Evidentemente, questo è l’anno dei farmaci, a Sanremo: dopo l"ibuprofene” di Aiello e l’"arnica” di Gio Evan, ecco il bravo Max Gazzè (anche esperto bassista; cinque Sanremo, dieci album) che si presenta col camice (destinato nella canzone a trasformarsi in camicia di forza) de Il farmacista, accompagnato da una improbabile Trifluoperazina [indicata per il trattamento della schizofrenia!] Monstery Band. Filastrocca ironica, per alleggerire, fatta di versicoli di poche sillabe (pillole, si potrebbe dire…) facilmente digeribili: “polvere d’amore / tè verde due bustine / e non mi dici / più che non ti va / dimetisterone [ormone] / poi Norgestrel [progestinico] in fiale / per chiuderci / una notte / in camera! / son tutte / soluzioni al naturale…”. In metrica, senari e quinari sdruccioli che fanno pensare a certa poesia barocca: “e via anche questa / smania di parlar!” [con elisione finale]. E ancora, a parte da librettistica settecentesca (irresistibile il richiamo a Lorenzo Da Ponte [“è naturale, non dà disgusto / e lo speziale / non lo sa far”, Don Giovanni]), come in: “(Si può fare!) / (Ma che cos’è). È quel miracolo / che non ho visto / mai / in nessun’altra se non te dopo / la cura, / e stai sicura / che stavolta è quella buona / e presto / mi ringrazierai!”. Tutta da leggere (ma con prudenza) la ricetta (che comprende anche “stramonio” [erba del diavolo], “pindololo” [antipertensivo], “noci”, “zafferano”, “lavanda”, “passiflora”, “guaranà”, “fiori di Bach”, “trifoglio rosso”, “vitamina E…: [si ricorda una canzone fatta tutta di nomi di farmaci, Depre, 1999, dei Subsonica]). E ricetta da ascoltare assieme alle note. Max giovedì sera interpreterà Del mondo (1994) dei C. S. I. assieme all’amico Daniele Silvestri e The Magical Mistery Band (citazione beatlesiana). Terapeutico. Voto: 8/9.


Qui sopra potete leggere la valutazione linguistica sui testi delle canzoni in gara a Sanremo 2021 di Lorenzo Coveri, professore di linguistica italiana all'Università di Genova e Accademico della Crusca, che si è occupato a più riprese del Festival. Ricordiamo che la valutazione riguarda esclusivamente la parte linguistica e non l'interpretazione, la musica o l'arrangiamento che potranno essere valutati solo con l'avvio del Festival.

(Si può fare!)

Polvere d’amore,
The verde due bustine
E non mi dici più che non ti va…
Dimetisterone,
poi Norgestrel in fiale
per chiuderci una notte
In camera!

Son tutte soluzioni al naturale…
Amore mio,
Vedrai che male non ti fa…
Te le ho create io,
Ma in nome della scienza
Per quella tua tendenza
Alla rigidità!

Trifluoperazina,
Stramonio e Pindololo…
Un pizzico di Secobarbital:
Somministra prima
Di un logorroico assolo
E via anche questa
Smania di parlar!

Non c’è neppure
Controindicazione…
Amore mio,
Ti dirò come si starà
Senza il pesante
Tuo brusio da conferenza
Che mi rompe l’anima!

Io ho la soluzione
(si può fare!)
Per un tormento
Che attanaglia,
Punto debole o magagna
E qualsivoglia imperfezione!
Per tutto invento,
Stai tranquilla,
Una bio-chimica pozione!
(Ma che cos’è?)
È quel miracolo
Che non ho visto mai
In nessun’altra
Se non te dopo la cura,
E stai sicura
Che stavolta
È quella buona
E presto mi ringrazierai!

Noci, zafferano,
Lavanda e passiflora…
Poi ci mettiamo
Anche del guaranà:
Travasare piano
L’essenza su verdura…
Contro lo shopping
È una favola!
E per i troppi tuoi salti d’umore,
Fiore di Bach
E aggiungo vitamina E…
Ma addizionando
Del trifoglio rosso
Posso cancellarti anche lo stress!

Io ho la soluzione
(si può fare!)
Per la pettegola che origlia….
Vanità, coda di paglia
E qualsivoglia imperfezione!
Per tutto invento,
stai tranquilla,
una bio-chimica pozione!
(Ma che cos’è?)
È quel miracolo
Che non ho visto mai
In nessun’altra
Se non te dopo la cura,
E stai sicura
Che stavolta
È quella buona
E presto mi ringrazierai!

Ma adesso aspetta cara,
c’è un problema:
Questa camicia m’incatena
Un po’…
Me l’hanno stretta
A forza sulla schiena…
Non chiedermi perché,
Io che ne so!

(Ma che cos’è?)

è quel miracolo
Che non ho visto mai
In nessun’altra
Se non te dopo la cura,
E stai sicura
Che stavolta
È quella buona
E presto mi ringrazierai!

Io ho la soluzione
(si può fare!)
Per un tormento
Che attanaglia,
Punto debole o magagna
E qualsivoglia imperfezione!
Per tutto invento,
Stai tranquilla,
Una bio-chimica pozione!
(Ma che cos’è?)
È quel miracolo
Che non ho visto mai
In nessun’altra
Se non te dopo la cura,
E stai sicura
Che stavolta
È quella buona
E presto mi ringrazierai!