Riempire, imballare, spedire: guida alla preparazione del pacco perfetto… e sicuro - Magazine

Riempire, imballare, spedire: guida alla preparazione del pacco perfetto… e sicuro

Attualità Magazine Lunedì 5 ottobre 2020

Magazine - Ricevere un pacco può essere una gradita sorpresa, a patto che il contenuto arrivi integro. Quando si deve preparare un pacco da spedire, infatti, che sia un dono da far recapitare o che sia qualcosa che si debba inviare nel contesto di una vendita online a un cliente, esistono dei precisi passaggi che possono mettere il contenuto al sicuro. In questa guida si forniranno utili consigli su come riempire, poi imballare e infine spedire un pacco in modo che arrivi in perfette condizioni a destinazione, con particolare attenzione al contenuto fragile o alle spedizioni online.

Scegliere l'imballo: non tutte le scatole sono uguali

La prima cosa a cui prestare attenzione quando si prepara un imballo, è l'imballo stesso. Scegliere la scatola adatta è fondamentale per tutto il processo che ne conseguirà.
Non si tratta solo delle dimensioni, ma anche della consistenza e dell'eventuale personalizzazione della scatola.

La scatola di cartone deve avere due caratteristiche fondamentali:

  • deve essere integra in ogni sua parte, quindi non presentare fori o strappi;
  • non deve presentare adesivi o etichette incollate sulla superficie.

Il motivo è semplice e intuitivo: il corriere che ritira la scatola presso l'abitazione o l'ufficio (o il classico servizio di spedizione postale a cui si consegna il pacco) potrebbe rifiutare la consegna. Se sull'etichetta sono presenti codici a barre, la scatola potrebbe essere non riconosciuta dai sistemi computerizzati dello spedizioniere. La scatola, a questo punto, potrebbe tornare indietro o finire in giacenza in qualche magazzino.

Dettaglio molto utile potrebbe essere la personalizzazione della scatola, soprattutto se chi spedisce gestisce un'attività e sta inviando un prodotto acquistato. Acquistare scatole con loghi personalizzati che diffondano il brand può essere sempre un'idea utile in termini di marketing. Per ultimo, la scatola, soprattutto se all'interno si intende posizionare materiali fragili, dovrebbe essere rinforzata, costruita con quello che si chiama cartone a doppia onda.

Come riempire la scatola: l'uso del pluriball e della doppia onda

Può capitare che si debbano spedire dei materiali fragili. Accade, ad esempio, in occasione di traslochi, quando si devono inviare tramite servizio dedicato bicchieri o piatti. Può capitare anche nell'e-commerce, qualora si vendano oggetti delicati.

In questo caso, è sempre bene dotarsi delle scatole a doppia onda, cioè costruite con uno spessore doppio.
Il doppio spessore è progettato per assorbire meno umidità e per conferire maggiore protezione al contenuto in caso di urti. Le scatole in questione vengono testate per resistere a cadute libere da un'altezza di un metro e mezzo.

Per assicurare ancor più protezione al contenuto, si può riempire la scatola con il pluriball. Si tratta di quel materiale in plastica espansa che funge da cuscinetto con il quale avvolgere il contenuto della scatola.

Chiudere il pacco: attenzione al peso e alle misure

Una volta recuperata la scatola adatta, priva di qualunque difetto, e riempita con il contenuto adeguatamente protetto, si deve passare alla fase della chiusura del pacco.
Anche questo passaggio dovrebbe essere tenuto in considerazione, perché imballi mal fatti potrebbero comportare il rifiuto della presa in carico della spedizione.

La corretta chiusura di un pacco si valuta secondo i seguenti criteri:

  • Il peso finale: poiché il costo della spedizione, se ci si affida al corriere, deve essere calcolato in anticipo, il corriere si avvarrà per il calcolo di alcuni parametri standard che devono essere rispettati. Non potrebbe pesare manualmente ogni pacco che ritira per determinarne il peso, farsi pagare dal cliente e poi spedire. Ecco perché le tariffe di costo (e vale anche per la classica Posta) vengono calcolate nei range che sono tipicamente da 0 a 1 kg, da 1 a 2 kg, da 2 a 5 kg, e così via, a seconda dello spedizioniere.
  • Le misure: anche in questo caso, lo spedizioniere calcola il costo in base alle misure e il parametro più usato è il rapporto tra il peso e il volume. Assunto il peso, si dovrà calcolare la lunghezza del lato lungo, la lunghezza del lato corto e l'altezza del pacco. Attenzione al fuori misura: oltre una certa dimensione si potrebbero incontrare resistenze da parte di chi prende in carico il pacco, che però dovrebbe sempre specificarlo in anticipo.
  • La sigillatura: infine il pacco deve essere sigillato, in modo che non ci siano aperture, prestando attenzione al fatto che il nome e l'indirizzo del mittente e del destinatario rimangano sempre ben visibili.

Come spedire: precauzioni in caso di materiale particolare

Nel caso in cui si debbano spedire materiali sensibili, lo spedizioniere non deve essere messo nella condizione di trovarsi a gestire prodotti deperibili, pericolosi o vietati.
Ciò potrebbe avvenire se il contenuto rientra in uno dei seguenti casi:

  • Generi alimentari: in questo caso, la spedizione non è sempre possibile. Il pacco dovrà essere preparato con un materiale per imballi alimentari, che preservi il prodotto dall'umidità o dalla muffa. Occorre fare maggiore attenzione se si vogliono spedire prodotti che devono essere conservati in frigorifero, come i formaggi. Può essere utile il sottovuoto, ma il tutto è rimesso alla discrezione dello spedizioniere. In questi casi, per la spedizione è meglio rivolgersi ad aziende che sappiano come spedire un pacco con corriere espresso.
  • Generi proibiti: in accordo con il regolamento ADR emanato dal Ministero dei Trasporti, vi sono materiali che non possono essere spediti, come quelli infiammabili, deperibili, gli esplosivi o il denaro.

Spedizioni online di pacchi

La spedizione si può prenotare tramite comparatore online (si usa molto nel dropshipping e viene preferita da chi gestisce un'attività di e-commerce), che esegue un calcolo preciso del costo finale del pacco. Inoltre, permette di:

  • scegliere lo spedizioniere più conveniente;
  • stabilire la data del ritiro;
  • pagare anticipatamente, tracciando la spedizione.

Il corriere ritirerà a domicilio il pacco, che dovrà essere sempre confezionato secondo le indicazioni fornite in questa guida.