Coronavirus e animali domestici: il consulto online con il veterinario. Come funziona? - Magazine

Coronavirus e animali domestici: il consulto online con il veterinario. Come funziona?

Attualità Magazine Mercoledì 11 marzo 2020

© Pexels

Magazine - Secondo gli ultimi decreti anti-Coronavirus del Governo, l'Italia è tutta zona protetta e l'invito generalizzato è quello di restare a casa per contenere la diffusione del virus. Ma come funziona per chi ha degli animali in casa? Se non stanno bene, come si fa a portarli dal veteriario? Come capire se il nostro animale domestico ha bisogno di essere visitato urgentemente da un veterinario, o se invece non presenta nulla di grave? Bisogna usare l'autocertificazione per gli spostamenti? Certo che sì, ma la buona notizia è che, volendo, in casi di incertezza, in cui non si sa se portare o meno dal veterinario il nostro amico a quattro zampe, si può chiedere un consulto gratuito online

In questo caso, ci si può rivolgere a VetOnline 24, la piattaforma di telemedicina veterinaria: di fatto un pronto soccorso virtuale per animali. Serve un pc, uno smartphone o un tablet e una webcam per mostrare le condizioni dell'animale allo specialista prescelto, che può fornire rimedi per casi da codice bianco oppure il ricorso ad ambulatori e strutture adeguate in caso di emergenze.

«Un team di specialisti di Vetonline24, reperibile 24 ore su 24, può formulare una possibile diagnosi iniziale e indicare l'opzione migliore da seguire», spiega Maurizio Albano, veterinario e fondatore di Vetonline24: «Con l'emergenza Coronavirus, stiamo ricevendo numerose chiamate ogni giorno, soprattutto dalle zone del nord Italia. Per questo abbiamo deciso di rendere gratuita la prima chiamata di consulto veterinario, soprattutto per agevolare i proprietari che risiedono in aree con restrizioni nella cura del proprio animale domestico. 

Certo, non sarà mai come una visita in studio, come sottolinea lo stesso Vetonline24, ma l'iniziativa cerca di risolvere la maggior parte delle angosce dei padroni e, davanti alla necessità, di illustrare il percorso per una pronta guarigione del loro animale.

Facciamo infine chiarezza alla domanda che un po' tutti i padroni si sono fatti e si stanno facendo: gli animali da compagnia possono prendere e passare il Coronavirus? A seguito del clima di grande preoccupazione dato dall’evolversi dell’epidemia di Covid-19 in atto in Italia, l’Oipa (Organizzazione Internazionale Protezione Animali) vuole diffondere una corretta informazione in merito al rapporto tra il virus in questione e gli animali da compagnia. È stato infatti dichiarato dal Ministero della Salute e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità che il ceppo in questione si trasmette unicamente da uomo a uomo e non vi sono prove tangibili della trasmissibilità della malattia da parte degli animali da compagnia.

Potrebbe interessarti anche: , Olio di Cannabis per combattere lo stress: la scienza a favore del CBD , Appassionato di fotografia? Conserva i ricordi con le stampe digitali! , Open Innovation: l'innovazione come chiave di sviluppo del business , Un gesto per l’ambiente che ti fa risparmiare: gli smartphone ricondizionati , GoDaddy e i GoWebinAr, Valentina Falcinelli spiega come dare personalità al proprio brand