Concerti Magazine Venerdì 1 febbraio 2019

Sanremo 2019: Paola Turci con l'Ultimo ostacolo. Testo e pagella

Magazine - Paola Turci - L’ultimo ostacolo (P. Turci-L. Chiaravalli-S. Marletta-L. Chiaravalli-E. Roberts)

Non si è ancora spenta l’eco della folgorante rentrée sul palco dell’Ariston (in smoking maschile molto sexy) di una delle migliori interpreti della canzone italiana, Paola Turci (54, undici Festival), con l’autobiografico hit Fatti bella per te (Sanremo 2017). Paola ritorna, a distanza di breve tempo, con un testo scritto tra l’altro da Luca Chiaravalli (autore anche del brano di Nek) e dalla stessa cantante, secondo cui gli ostacoli della vita non saranno mai gli ultimi, ma saranno superabili nonostante tutto (e la Turci, che è sopravvissuta a un gravissimo incidente d’auto di anni fa, lo sa bene), forse grazie a una figura paterna.  “Magari non è l’ultimo ostacolo / ma è bellissimo pensare di cadere insieme / piove però siamo fuori pericolo / riusciremo a respirare / nel diluvio universale “. Liriche non eccezionali, ma c’è da contare su una interpretazione come sempre grintosa. Il duetto di venerdì sarà con Beppe Fiorello.

Voto: 7

Fermati
Che non è l’ora dei saluti
Vieni qui
E abbracciami per due minuti
Guardaci
Da fuori siamo la fotografia del giorno di un mio compleanno
Ricordo quando tu mi hai detto «non aver paura di tremare»
Che siamo fiamme in mezzo al vento, fragili ma sempre in verticale
Magari no non è l’ultimo ostacolo
Ma è bellissimo pensare di cadere insieme
Piove però siamo fuori pericolo
Riusciremo a respirare
Nel diluvio universale
Vetri che
Si appannano dal nostro lato
Scriverci
Parole grandi con un dito
Lettere
Che sbiadiranno solo per metà ma che riscriveremo ancora
Che siamo fiamme in mezzo al vento
Fragili ma sempre in verticale
Magari no, non è l’ultimo ostacolo
Ma è bellissimo pensare di cadere insieme
Piove però siamo fuori pericolo
Riusciremo a respirare
Nel diluvio universale
E cambieremo mille volte forma e lineamenti per non sentire l’abitudine
Ci saranno appuntamenti che sarai obbligato a perdere
E ci impegneremo a stare meglio quando far di meglio non si può
Magari no, non è l’ultimo ostacolo
Piove però siamo fuori pericolo
Riusciremo a respirare
Nel diluvio universale
Ci vedranno attraversare
Nel diluvio universale.


Qui sopra potete leggere la valutazione linguistica sui testi delle canzoni in gara a Sanremo 2019 di Lorenzo Coveri, professore di linguistica italiana all'Università di Genova, che si è occupato a più riprese del Festival.

Ricordiamo che la valutazione riguarda esclusivamente la parte linguistica. Un giudizio più motivato potrà essere dato solo dopo aver ascoltato la musica e assistito all’interpretazione dal vivo.

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour