Sanremo 2018: Lo Stato Sociale con Una vita in vacanza. Testo e pagella - Magazine

Sanremo 2018: Lo Stato Sociale con Una vita in vacanza. Testo e pagella

Musica Magazine Martedì 6 febbraio 2018

SANREMO 2018: TUTTI I TESTI E LE PAGELLE DELLE CANZONI IN GARA

Pubblichiamo di seguito la valutazione linguistica sui testi delle canzoni in gara a Sanremo 2017 di Lorenzo Coveri, professore di linguistica italiana all'Università di Genova, che si è occupato a più riprese del Festival.

Ricordiamo che la valutazione riguarda esclusivamente la parte linguistica. Un giudizio più motivato potrà essere dato solo dopo aver ascoltato la musica e assistito all’interpretazione dal vivo.

Magazine - LO STATO SOCIALE - UNA VITA IN VACANZA (A. Cazzola – F. Draicchio – L. Guenzi – A. Guidetti – E. Roberto – M. Romagnoli)

Con i cinque ragazzi della band bolognese irrompe a Sanremo un po’ di indie e un testo pieno di ironia, tra Rino Gaetano e Francesco Gabbani. C’è un elenco di professioni o attività, più o meno improbabili (il cameriere, il campione del mondo, la baby pensione, il ricco di famiglia, il rottamatore, il candidato, il ladro, l’esodato, la blogger di moda, il cuoco stellato, l’influencer…). Ma “perché lo fai? / perché non te ne vai? / una vita in vacanza / una vecchia che balla / niente nuovo che avanza / ma tutta la banda che suona e che canta / per un mondo diverso / libertà e tempo perso / e nessuno che rompe i coglioni / nessuno che dice se sbagli sei fuori”. Innumerevoli i riferimenti ad altre canzoni, alla cronaca, alla cultura pop (c’è anche molto de La terra dei cachi di Elio e le Storie Tese, di cui si dicono ammiratori). Uno dei testi più irriverenti (e divertenti) della rassegna. Ma sotto c’è anche qualche spunto di riflessione meno banale sul mondo del lavoro (o del non lavoro) oggi. Sarà poi tutta da godere la versione affidata agli ospiti di venerdì sera: Paolo Rossi con il Piccolo coro dell’Antoniano.

Voto: 9

E fai il cameriere, l’assicuratore
Il campione del mondo, la baby pensione
Fai il ricco di famiglia, l’eroe nazionale
Il poliziotto di quartiere, il rottamatore
Perché lo fai?
E fai il candidato poi l’esodato

Qualche volta fai il ladro o fai il derubato
E fai opposizione e fai il duro e puro
E fai il figlio d’arte, la blogger di moda
Perché lo fai?
Perché non te ne vai?
Una vita in vacanza
Una vecchia che balla
Niente nuovo che avanza
Ma tutta la banda che suona e che canta
Per un mondo diverso
Libertà e tempo perso
E nessuno che rompe i coglioni
Nessuno che dice se sbagli sei fuori
E fai l’estetista e fai il laureato
E fai il caso umano, il pubblico in studio
Fai il cuoco stellato e fai l’influencer
E fai il cantautore ma fai soldi col poker
Perché lo fai?
E fai l’analista di calciomercato
Il bioagricoltore, il toyboy, il santone
Il motivatore, il demotivato
La risorsa umana, il disoccupato
Perché lo fai?
Perché non te vai?
Vivere per lavorare
O lavorare per vivere
Fare soldi per non pensare
Parlare sempre e non ascoltare
Ridere per fare male
Fare pace per bombardare
Partire per poi ritornare