Italy Stay Strong, il bracciale benefico di Gioielleria Italiana: raccolta fondi per medici e infermieri - Magazine

Italy Stay Strong, il bracciale benefico di Gioielleria Italiana: raccolta fondi per medici e infermieri

Attualità Magazine Mercoledì 22 aprile 2020

Magazine - La solidarietà ai tempi del Coronavirus passa anche dai gioielli. È l'idea alla base del progetto Italy Stay Strong di Gioielleria Italiana, una start up innovativa del mondo del lusso, che insieme a un gruppo di amici imprenditori provenienti da diversi settori, ha deciso di realizzare un bracciale, 100% made in Italy, per sostenere il progetto Intensiva 2.0 della Società Italiana di Anestesia Analgesia Rianimazione e Terapia Intensiva (Siaarti). L'obiettivo è quello di raccogliere fondi a sostegno psicologico a medici e infermieri impegnati nell'emergenza su tutto il territorio e garantire un supporto informativo adeguato ai familiari dei pazienti che sono ricoverati nelle Unità di Terapia Intensiva.

Sul sito Italystaystrong si può acquistare il bracciale a forma di scudo che, oltre a sostenere il progetto di Siaarti, contribuisce a sostenere gli artigiani italiani impegnati nella realizzazione del prodotto. Lo scudo è da sempre simbolo di protezione, nella storia antica era una vera e propria opera d'arte e serviva per proteggersi in battaglia. Più recentemente è stato utilizzato come simbolo antivirus da programmi per il computer. Lo scudo, inoltre, custodisce un monito e un incoraggiamento: sul bracciale, infatti, Italy Stay Strong non è inciso, bensì è realizzato in rilievo per uscire dallo scudo e raggiungere quante più persone possibili.

Ma chi è Gioielleria Italiana? Si tratta una start up nel settore B2B della gioielleria preziosa. Con la creazione di una piattaforma online, i gioiellieri possono personalizzare oltre 100 mila gioielli unici, prodotti dagli artigiani della città orafa di Valenza, che solitamente lavorano per i marchi più o meno famosi di cui il gioielliere è concessionario. Grazie alla piattaforma di Gioielleria italiana il gioielliere può commercializzare un prezioso a suo marchio ricoprendo il ruolo di gioielliere e non di concessionario.

«Gioielleria Italiana, come buona parte delle imprese in questo momento di emergenza, si è fermata - dice Francesco Mangini, Founder and Ceo di Gioielleria Italiana - L’emergenza, però, non ha fermato la nostra voglia di fare e, nello specifico, la nostra passione nel realizzare qualcosa di utile, di creare un simbolo per il nostro Paese che ha bisogno di essere unito, aiutato e protetto per mantenersi Strong. Per questo abbiamo ideato e realizzato un bracciale con uno scudo argentato e smaltato, che ha il compito di lanciare un messaggio forte e chiaro. Abbiamo l’obbligo verso noi stessi e verso gli altri di non dimenticare che siamo più forti di quanto a volte crediamo, vogliamo essere forti noi e abbiamo bisogno che siano forti quei medici e infermieri che più di tutti lottano contro il virus».

Potrebbe interessarti anche: , Open Innovation: l'innovazione come chiave di sviluppo del business , Un gesto per l’ambiente che ti fa risparmiare: gli smartphone ricondizionati , GoDaddy e i GoWebinAr, Valentina Falcinelli spiega come dare personalità al proprio brand , Vini biologici Millesima: la scelta pregiata a filiera controllata , Su Farmaciauno sempre più richiesti gli integratori per lo sport