Mostre a Torino nel 2019: da Leonardo a De Chirico, da Gualino a McCurry

Mostre a Torino nel 2019: da Leonardo a De Chirico, da Gualino a McCurry

Mostre Torino Martedì 5 marzo 2019

Torino - La primavera si avvicina e torna a Torino e in Piemonte la voglia di uscire alla scoperta di luoghi d’arte e cultura. Perché non approfittare del ricco calendario di mostre offerte da Torino e dai suoi dintorni? Sono tante, e tutte diverse, le occasioni per un tuffo nell’arte e nella storia, tra pennellate di secoli fa, affascinanti per la loro efficacia e il colore, tra scatti fotografici di menti geniali, e ancora tra percorsi e approfondimenti tematici che sapranno solleticare la curiosità e la meraviglia di grandi e piccoli.

Come non pensare, per esempio, ai tanti eventi in partenza per celebrare i cinquecento anni dalla morte di Leoanrdo Da Vinci? Torino sarà attivissima sul fronte della manifestazione, con numerosi eventi e mostre, vanto della città che, non a caso, è stata menzionata per l’occasione anche dal New York Times.

L’evento più rilevante sarà certamente la mostra Disegnare il futuro, pronta a partire ai Musei Reali di Torino dal 15 aprile al 14 luglio con il celebre autoritratto e le preziose pagine del Codice del Volo. Si affiancheranno la mostra dedicata alla bottega di Leonardo e ai tesori nascosti del genio del Rinascimento italiano, già partita a Palazzo Cavour e visitabile fino al 12 maggio, ma anche gli altri eventi in partenza. Se infatti la Reggia di Venaria ha inserito nel suo programma 2019 un grande evento dedicato a Leonardo, che potrebbe portare al pubblico italiano anche la celebre Dama con l’Ermellino, la Pinacoteca Agnelli proporrà dal 4 aprile al 21 luglio 2019 la mostra Michelangelo. Disegni da Casa Buonarroti indagando un altro maestro molto vicino a Leonardo. E ancora, al Museo Nazionale del Cinema dal 17 luglio 2019 al 6 gennaio 2020 arriverà Leonardo Da Vinci e i moti dell'animo, un'installazione multisensoriale, mentre dal 7 maggio al 22 giugno 2019 la Biblioteca Nazionale Universitaria allestirà Leonardo Da Vinci e i suoi saperi, una selezione dei fondi librari legati al maestro. Anche il Castello del Valentino non si sottrarrà alla celebrazione di Leonardo, con Leonardo, tecnica e territorio: la mostra pensata dal Politecnico. E seppure dall’antichità, anche il Museo Egizio ha pensato un percorso particolare a tema, e dal 15 giugno al 1 settembre allestirà la mostra Il disegno come libertà d'espressione? Dagli artisti del Faraone a Leonardo Da Vinci. Arriverà nell'autunno, dal 6 ottobre al gennaio 2020 Dopo Leonardo. Francesco Salviati e e il disegno nella Firenze del '500, alla Fondazione Accorsi Ometto.

Altri grandi eventi attendono turisti e non solo alla Reggia di Venaria. Proseguono infatti le mostre già avviate: fino al 24 marzo la fotografia di Elliott Erwitt, fino al 5 maggio 2019 Easy Rider, il mito della motocicletta, e ancora fino al 19 dicembre Il Piffetti ritrovato e altri capolavori. In partenza i nuovi progetti: da mercoledì 17 aprile 2019 a domenica 26 gennaio 2020 arriverà infatti la mostra incentrata sull’Art nouveau, da giovedì 13 giugno 2019 a lunedì 6 gennaio 2020 sarà invece il turno di David LaChapelle e della sua mostra fotografica, infine da venerdì 5 luglio 2019 a domenica 20 ottobre 2019 si aprirà nella Reggia il Viaggio attraverso i Giardini d’Europa. Da André Le Nôtre a Henry James.

Altri grandi protagonisti della primavera culturale a Torino saranno i Musei Reali. Anche in questo caso sono diverse le mostre già avviate: fino al 17 marzo sarà ancora visitabile il percorso dedicato ad Armando Testa, fino al 31 marzo alla Pinacoteca sarà ancora allestita Ad acqua. Vedute e paesaggi di Bagetti: tra realtà e invenzione, mentre è partita lo scorso 20 febbraio e sarà visitabile fino all’11 maggio 2019 la mostra al museo di Antichità Le armi e il potere: l'Arcangelo Longobardo: la mostra al Museo di Antichità. Altro atteso appuntamento è quello con Riccardo Gualino.

Se al Museo Egizio dal 12 marzo al 6 gennaio 2020 sarà in esposizione Archeologia Invisibile, numerose e varie le occasioni di visita alla Fondazione Torino Musei. Alla Gam fino al 24 marzo ci saranno ancora i Macchiaioli, e alla mostra fotografica dedicata ad Ando Gilardi Reporter, allestita dal 15 marzo al 16 giugno 2019, si affiancherà presto uno degli eventi dell’anno a Torino, la mostra su Giorgio De Chirico, in programma dal 18 aprile al 23 agosto 2019

A Palazzo Madama durerà invece fino al 6 maggio la grande mostra dedicata alla riscoperta delle Madame Reali, mentre partirà dal 9 marzo e durerà fino al 1 luglio la particolare esposizione di fotografie di Steve McCurry dedicata a persone sorprese nell’atto intimo della lettura. Al Mao fino al 24 marzo c’è ancora Ricami di Carta, ma presto l’arte cinese lascerà il posto a un’indagine che intreccerà l’elemento dell’acqua all’Islam, dal 13 aprile al 1 settembre 2019.

Van Gogh dominerà la scena al nuovo Spazio Lancia fino al 28 aprile con la mostra multimediale che presenta anche opere di Monet e Renoir mai esposte prima in Italia.

Camera. Centro Italiano per la Fotografia ha prorogato fino al 31 marzo la mostra dedicata alla fotografia di forte impatto visivo di Sandy Skoglund, Visioni ibride. Da giovedì 7 marzo 2019 a domenica 7 aprile in mostra anche Parmenide: Fotografie di Lorenzo Pingitore. La fotografia sarà protagonista anche alla Galleria Franco Noero, dove fino al 20 aprile sarà esposta una mostra di Robert Mapplethorpe. Fotografie infine anche alla Fondazione Merz, dove dal 7 al 19 marzo ci sarà Solo da Bambini: una mostra di Lina Fucà, Daniele Gaglianone, Paolo Leonardo.

Cinema e fumetti è invece il tema di una doppia mostra che si snoda a Torino tra il Museo Nazionale del Cinema, alla Mole Antonelliana, e il Museo della Juventus: tra vignette e calciatori, sono indagate le relazioni tra linguaggi dei baloon e del cinema, in un percorso che coinvolge grandi e piccoli: Gulp! Goal! Ciak! L'Accademia Albertina ospita in pinacoteca Me, Myself(ie) and I. L'autoritratto a fumetti in mostra, un percorso tra fumetto e cinema che affianca il festival Sotto18, dal 9 marzo al 7 aprile 2019.

A Marcello Gandini e al suo genio nascosto è dedicata la mostra che il Mauto presenta fino al 26 maggio, e a un altro grande italiano, seppure in un altro periodo e percorso artistico, è invece dedicata la nuova mostra allestita alla Fondazione Accorsi Ometto, Giovanni Migliara: Viaggio in Italia, fino al 16 giugno.

Al Castello di Rivoli domina l’arte contemporanea: fino al 31 marzo sarà ancora visibile l’allestimento dedicato all’arte povera dagli Arsenali di Amalfi. Ma l’appuntamento da non perdere sono i capolavori di Andy Warhol dalla Collezione di Francesco Federico Cerruti, visibili fino al 22 aprile. Fino al 30 giugno 2019 c’è invece The City of Broken Windows, mentre fino al 23 giugno 2019 sarà visitabile Anri Sala: As You Go. Un po’ prima, il 26 maggio, terminerà infine la mostra dedicata al Museo delle Ossessione di Harald Szeemann: Museum of Obsessions.

La ricerca sui linguaggi contemporanei caratterizza anche le Officine Grandi Riparazioni, che fino al 19 maggio offrono la possibilità di immergersi nelle atmosfere di Cuore di tenebra, Heart of Darkness. Può l’arte prevenire gli errori?, mentre fino al 14 aprile portano a sperimentare la mostra –performance Ari Benjamin Meyers: In Concert.

Arte contemporanea naturalmente anche tra le sale della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, dove fino al 31 marzo è visitabile Logos, la personale di Venia Dimitrakopoulou, fino al 7 aprile ci sarà invece ancora Children of Unquiet, prima prova italiana per Mikhail Karikis, e infine The Promised Land, vedrà in mostra Michael Armitage fino al 26 maggio 2019. Ecologies of Loss, dal 9 marzo al 9 giugno al Parco Arte Vivente, è infine la personale di Ravi Agarwal.

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.