Acqua e Islam, la mostra al Mao di Torino

Acqua e Islam, la mostra al Mao di Torino - Mao - Museo d'arte Orientale - Torino

11/02/2019

Fino a domenica 1 settembre 2019

© Mao - Google art Project

CalendarioDate, orari e biglietti

Torino - Al Mao di Torino inaugura il 12 aprile 2019, e sarà visitabile fino al 1 settembre, Goccia a goccia dal cielo cade la vita. Acqua, Islam e arte, una  mostra a cura di Alessandro Vanoli con Ilaria Bellucci e Giovanni Curatola.

Torino - Alcuni dei più importanti musei europei ed extraeuropei – tra i quali l’Ashmolean Museum of Art and Archaeology di Oxford, il L.A. Mayer Museum of Islamic Art di Gerusalemme, il Benaki Museum di Atene, il Museo de La Alhambra di Granada, la Biblioteca Apostolica Vaticana, il Museo Nazionale del Bargello di Firenze, il MUCIV – Museo delle Civilta’ di Roma – hanno messo a disposizione le loro preziose opere per realizzare una grande mostra che racconta il rapporto tra acqua e Islam, dalle sue radici più antiche ai suoi tanti complessi sviluppi, sino alle necessità più recenti.

Torino - La mostra è una narrazione attraverso immagini, reperti, libri e miniature: tecnologia, vita quotidiana e arte, che per secoli si sono rispecchiate nelle tante diverse fruizioni dell’acqua.

Grazie ai prestiti concessi dalle più importanti istituzioni europee ed extraeuropee, da autorevoli collezionisti privati e alle preziose opere custodite al MAO, l’esposizione testimonia la varietà e la ricchezza di manufatti legati al tema e all’uso dell’acqua. Tra gli oltre 120 manufatti esposti, vi saranno bocche di fontane siriane, una brocca iznik del XII secolo, tappeti che coprono un arco temporale che va dal XVI al XIX secolo, una coppa in vetro iraniana del IX-X secolo, uno spargiprofumo del XII secolo proveniente dall’India, oltre a numerosi manoscritti.

Verranno raccontate le canalizzazioni siriane, i giardini di Spagna e i bagni di Istanbul. Ma non solo. Vi sarà spazio anche per guardare all’eredità islamica nel mondo europeo: dal cinquecento sino all’orientalismo ottocentesco - nelle vetrine troveranno spazio straordinari oggetti “trasformati”, come il vaso d’arte fatimide del X-XI secolo con montatura di manifattura fiorentina del 1555 diventato un reliquiario o oggetti ispirati al mondo islamico, come il catino da barbiere di manifattura veneta - fino a scoprire che tanto di quel passato non ci è solo vicino, ma ci appartiene intimamente.

L’allestimento giocherà con il suono e il movimento dell’acqua, così da far immergere opere e visitatori in un paesaggio di armonie sonore e visive.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 30/06/2022 alle ore 00:42.

Potrebbe interessarti anche: The World of Banksy-Torino - The immersive experience, fino al 24 luglio 2022 , World Press Photo, la mostra alla Gam, fino al 18 settembre 2022 , La mostra Naturecultures alle OGR dall'Arte Povera a oggi, fino al 22 settembre 2022 , Arte a 33 giri. La storia dell'arte su vinile allo Spazio Musa, fino al 11 settembre 2022

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.