Seeyousound Torino non finisce qui, parola di Marlene Kuntz

Seeyousound Torino non finisce qui, parola di Marlene Kuntz

Film Torino Martedì 25 febbraio 2020

Torino - Aggiornamento del 29 febbraio: contrariamente a quanto indicato in precedenza, l'ordinanza del Ministero della salute appoggiata dalla Regione Piemonte estende lo stop ai cinema e alle attività culturali fino al 1 marzo, non permettendo dunque a Seeyousound di concludere l'edizione 2020. Salta quindi la sonorizzazione dei Marlene Kuntz.


«La sonorizzazione da parte dei Marlene Kuntz di Menschen am Sonntag è confermata», così si legge sulla pagina Facebook ufficiale del festival Seeyousound, tra le prime realtà torinesi del mondo dello spettacolo a chiudere i battenti a causa dell’ordinanza emessa dal Ministero della salute e dalla Regione Piemonte per contenere il contagio di Coronavirus. «Con profondo rammarico, a tre giorni dall’inizio della VI edizione di Seeyousound International Music Film Festival siamo costretti a comunicare la sospensione della manifestazione, inizialmente prevista al Cinema Massimo di Torino fino a domenica 1 marzo 2020» era l’avviso ufficiale di domenica sera.

«Non nascondiamo che questa improvvisa decisione ha fortemente destabilizzato l’intera manifestazione e la nostra organizzazione – si aggiungeva Ciò compromette il duro lavoro fatto in questi anni per potervi proporre un programma sempre più ricco e sempre più di qualità, lasciando parecchie ombre sul nostro futuro. In questo momento non abbiamo altre parole per commentare tutto ciò se non ringraziare ogni singolo spettatore che ha atteso l’inizio del festival e ha partecipato in questi giorni alle proiezioni con entusiasmo, grande affetto ed enorme interesse».

Ora, se nulla cambierà rispetto al blocco imposto fino al 29 febbraio, c’è la possibilità di un piccolo riscatto per un danno economico e organizzativo che non tarderà a pesare sul bilancio del Festival torinese. L’appuntamento, per tutti gli appassionati, è dunque per domenica 1 marzo, alle 21.00 al Cinema Massimo con una produzione originale a cura di Seeyousound e Museo Nazionale del Cinema di Torino in collaborazione con Goethe-Institut Turin.

Sarebbe stato, e se la fortuna assisterà il festival sarà, l’evento conclusivo dell’edizione 2020, una produzione originale e un evento esclusivo che vedrà la rock band «nostrana» dei Marlene Kuntz esibirsi nella sonorizzazione di Menschen am Sonntag (Uomini di Domenica) (Germania, 1930, 67’) composta per l’occasione.

Realizzato da un collettivo di futuri grandi del cinema (la regia è di Robert Siodmak e Edgar G. Ulmer, mentre la sceneggiatura porta la firma di Billie Wilder), il film è girato agli sgoccioli dell’era del muto con uno stile semi documentaristico e racconta lo svago domenicale di due ragazzi e tre ragazze berlinesi, per allontanare i problemi quotidiani. Interpretato da attori non professionisti, sotto l’apparente spensieratezza e semplicità, Menschen am Sonntag tratteggia uno scenario storico preciso e mette in scena una battaglia tra sessi, con uno stile impregnato di realismo che precorre i tempi.

«L'ordinanza di chiusura dei cinema è limitata al 29 febbraio – spiegano dal festival  -Al momento, salvo aggiornamenti, domenica 1 marzo le cose torneranno alla normalità. Seeyousound ha dovuto annullare la programmazione, troppo oneroso tenere in sospeso apparecchiature e ospiti, noleggi e personale.  Un enorme ringraziamento va al Museo Nazionale del Cinema di Torino che ci ha comunicato che domenica, se potranno riaprire le loro porte, saranno felici di darci ancora spazio».

Non solo questione di sale cinematografiche e musei, direttamente coinvolti dall’ordinanza in quanto luoghi di aggregazione di persone, ma un gesto encomiabile da parte degli stessi musicisti. «Un altro gesto ancor più significativo arriva dai Marlene Kuntz – spiegano infatti dal Festival -  che si sono dichiarati disposti ad attendere, fino all'ultimo, sperando che lo spettacolo possa svolgersi. Grazie a loro e alla loro comprensione, al momento la serata di domenica è confermata. Lo speriamo tutti: per noi, per il futuro del nostro festival, ma anche e soprattutto perché Seeyousound e la cultura riabbracceranno la nostra amata città. Sarà una grande festa».

Per chi fosse incuriosito, e non avesse ancora i biglietti, c’è la possibilità di acquistarli online.

Il Festival ha, ora più che mai, bisogno di grande sostegno: per chi volesse contruibuire è attivo un crowdfunding.

Potrebbe interessarti anche: , Lovers Film Festival 2020: il cinema Lgbtq va online. Il programma , Il cinema a casa con MYmovies e Torino Underground , Aiace sul Sofà: a Torino film gratis online, da Davide Ferrario a Enrico Bisi , Il Museo del Cinema di Torino apre la sua cineteca: online capolavori e sperimentazioni del cinema muto , Sabato sera ai Murazzi? A Torino si può: rigorosamente online, in live chat

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.