Le mostre di Natale a Torino: da Mantegna a Leonardo passando per lo Spazio

Le mostre di Natale a Torino: da Mantegna a Leonardo passando per lo Spazio

Mostre e musei Torino Mercoledì 18 dicembre 2019

Torino - Natale, Feste, periodo di pausa lavorativa per i più, un momento dell’anno perfetto per combattere lo stress e rifugiarsi nei tanti e colorati mondi che l’arte, la tecnologia e il genio umano sanno regalare.

A Torino sono davvero numerose le mostre aperte tra dicembre 2019 e gennaio 2020, e sono una scusa perfetta per sconfiggere il freddo e il buio e per uscire di casa a spasso per musei, scoprendo e riscoprendo capolavori dell’arte o lasciandosi incuriosire dalla tecnologia.

Non dimenticate inoltre che domenica 5 gennaio 2020 tornerà l'iniziativa ministerialeIo Vado al Museo, con l'apertura gratuita di alcuni musei del Piemonte e di Torino.

Tra Palazzo Madama e i Musei Reali

Dicembre 2019 è il mese in cui a Torino ha preso vita la grande mostra dedicata ad Andrea Mantegna con i suoi capolavori del Rinascimento esposti a Palazzo Madama, dove resteranno fino a maggio 2020. Contestuale, la piccola mostra che espone le preziose porcellane di Casa Savoia.

Protagonista la luce dell’Estonia ai Musei Reali di Torino, sale Chiablese, dove fino a marzo sarà in mostra Konrad Mägi, artista poco conosciuto in Italia: una ghiotta occasione per viaggiare senza spostarsi dal centro città. Sempre ai Musei Reali, l’anno leonardiano rivive alla Biblioteca Reale con la mostra Il tempo di Leonardo, un percorso in sessant’anni nel cuore del Rinascimento italiano, coronato dalla riesposizione del celebre autoritratto, custodito nella collezione di Casa Savoia. Pelagio Palagi è il personaggio preso in esame da un’altra mostra che si snoda tra Palazzo Reale e la Galleria Sabauda. Curiosità infine, fino a gennaio: nella corte dei Musei è presente una struttura di ampie dimensioni ispirata alla iurta dove entrare e sostare: è il progetto Nomade, di Arte Circolare.

Dal cinema a Primo Levi e Vian Maier

Leonardo torna protagonista anche al Mastio della Cittadella con la mostra sul suo genio, mentre echi leonardeschi sono anche al Castello di Rivoli. Al Museo Nazionale del cinema sono in mostra i 1000 volti di Lombroso, ancora fino a gennaio, e sempre in tema di visi e facce, le Feste saranno l’occasione per visitare FacceEmozioni 1500‑2020: dalla fisiognomica agli emoji lungo la rampa della cupola della Mole, mentre un altro percorso espositivo al Museo è dedicato alla figura di Gillo Pontecorvo.

Focus su Primo Levi alla Gam, con la mostra di sculture in filo di rame Figure, ma anche a Palazzo Cisterna, dove è esposta I mondi di Primo Levi. Carlo Pittara e il grande dipinto dedicato alla Fiera di Saluzzo è protagonista tra cavalli e cavalieri alla Gam di Torino. Gli scatti di Vivian Maier sono ancora, fino al 12 gennaio, alla Palazzina di caccia di Stupinigi, e sempre in tema di fotografia, al Mao è ancora visibile il percorso fotografico Shoreless. Sempre restano all’arte orientale, il Mao offre suggestioni sia con le Guerriere dal Sol Levante sia con Sulle sponde del Tigri. Alla Pinacoteca Agnelli, infine, viaggio in Giappone con Hokusai.

Arte contemporanea, fotografia, Spazio e luci

Arte contemporanea alle Ogr, con History ad Landscape, di Mauro Restiffe e As Walls Keep Shifting, di Monica Bonvicini. Alla fondazione Merz, in mostra invece Emilio Prini. A Camera, centro italiano per la fotografia, le Feste vedranno protagonista Man Ray, ma anche la mostra dedicata alla caduta del Muro di Berlino 100 marchi, di Tommaso Bonaventura.

C’è tempo fino a gennaio per visitare la mostra sull’Art Nouveau e quella di David LaChapelle alla Reggia di Venaria, mentre è stata prorogata al Museo Egizio per buona parte del 2020 la mostra Archeologia Invisibile. Al mondo della scoperta scientifica, ma declinata sulla ricerca spaziale, è dedicata la mostra Space Adventure, alla Promotrice delle Belle arti.

Mostra a cielo aperto infine, le Luci d'Artista Torino di tutta la città si accenderanno dalle 17.00 fino al 12 gennaio, e ogni sera dalle 21.20 alle 01.10 in piazza S.Carlo si alterneranno i giochi luminosi della luce d'artista M I R A C O L A di Roberto Cuoghi.

Potrebbe interessarti anche: , Artissima sui social con ge·ne·a·lo·gì·a: l’arte italiana non si ferma , Virtual tour al Museo Egizio di Torino: tra passeggiate con il direttore e mostre digitali , La Fondazione Torino Musei si sposta online: le attività di Palazzo Madama, Gam e Mao , Il Polo del '900 di Torino online: racconti e voci del Novecento per parlare del presente , Il planetario di Torino non si ferma: arriva infini.To a casa

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.