Milano Design Week 2022, cosa vedere? Guida agli eventi da non perdere tra installazioni e mostre

Milano Design Week 2022, cosa vedere? Guida agli eventi da non perdere tra installazioni e mostre

Attualità Milano Lunedì 6 giugno 2022

Clicca per guardare la fotogallery
© Saverio Lombardi Vallauri

Milano - Dopo due edizioni segnate dall'emergenza Coronavirus, la Milano Design Week torna ad animare il capoluogo lombardo e lo fa davvero in grande stile: tantissime le iniziative tra mostre e installazioni che, da lunedì 7 a domenica 12 giugno 2022, invadono Milano in concomitanza con il Salone del Mobile 2022 presso la Fiera Milano Rho.

In una inedita atmosfera estiva, Milano è in fermento con migliaia di piccoli e grandi eventi che fanno da succosa cornice all'edizione numero 60 della kermesse fieristica. Ma cosa vedere tra i tantissimi appuntamenti in programma? Come orientarsi nella giungla del Fuorisalone, che quest'anno è incentrato sul tema Tra Spazio e Tempo? Di seguito la guida agli eventi e alle installazioni da non perdere targata mentelocale.it. Pronti a scoprire gli highlights della Milano Design Week 2022?

Tortona Design District

Partiamo dallo storico quartiere del design milanese, il Tortona Design District, dove spicca il progetto Fluity and Design in cui Torneria Tortona e Tortona Locations presentano una settimana all'insegna di creatività e sostenibilità. Ad accogliere i visitatori del distretto, l'installazione ecologista Completing the fragments of nature nella rotonda di via Bergognone, ideata da un gruppo di studenti di Domus Academy e già premiata lo scorso anno nel contest The Roundabout: design with nature. 

Tra i principali eventi del quartiere non manca neanche quest'anno Tortona Rocks, che mette in mostra oltre 20 progetti: l'evento, a cura di Milano Space Makers, si snoda tra via Tortona, via Savona e via Bergognone, ma il clou è l'Opificio 31 dove vengono proposte diverse collettive di brand internazionali e soprattutto la monumentale installazione Iqos di Philip Morris, un’opera anamorfica immersiva a firma di Truly Design Crew, realizzata su una struttura trattata con la vernice Airlite, la cui composizione tecnologica permette di ridurre gli agenti inquinanti nell’aria.

In Torneria Tortona l'appuntamento è con Made in Portugal, esposizione della migliore offerta portoghese per l'home interiors, mentre al Superstudio Più torna il Superdesign Show, quest'anno incentrato sul tema Looking Ahead: un grande village sviluppato per aree di interesse con edifici e installazioni site specific tra cui aggirarsi liberamente. Da non perdere al Superdesign Show il grande art-garden all’ingresso, il percorso immersivo dedicato alla smart home Home Switch Home proposto da Haier Europe, la collettiva Urban Matter(s)-Material Reduction for a Lighter City a cura di Materially sui grandi temi legati al vivere urbano e la rassegna Asian Impact con proposte da Giappone, Thailandia, Hong Kong e Singapore che fondono alta tecnologia e tradizione; lo spazio roof si trasforma infine in giardino urbano super pop grazie a Toiletpaper Magazine e alla sua Radical Pop Terrace.

Protagonista del Fuorisalone anche Base Milano: oltre a ospitare nel suo cortile aperitivi e dj-set (in collaborazione con Le Cannibale) fino a sera, il polo culturale e multifunzionale ospita sia il laboratorio sperimentale We Will Design, con designer da tutto il mondo, scuole, università, istituzioni internazionali e giovani studenti per immaginare nuovi strumenti in risposta alle tante contraddizioni del presente, sia l'Ikea Festival, con un palinsesto di eventi ed esperienze immersive sul tema del rapporto con la propria casa. Da non perdere infine Floating Forest, la foresta multisensoriale galleggiante sull'acqua della Darsena di Milano creata per la Milano Design Week 2022 da Timberland in collaborazione con Stefano Boeri Interiors.

Brera Design District

Altro storico distretto del design milanese è quello di Brera, che in occasione del Fuorisalone declina il tema portante Tra Spazio e Tempo nel sottotema Progettare il presente, scegliere il futuro. Curata anche quest'anno da Studiolabo, l'offerta della Brera Design Week 2022 comprende oltre 100 showroom permanenti e quasi 170 eventi. Tantissimi gli eventi: tra gli highlights ci sono sicuramente Momentum, l'installazione visuale ed esperienziale proposta da Stark negli spazi dell'Acquario Civico di Milano (inserita anche nel programma della Ocean Week 2022) che mette a sistema due visioni del tempo, il tempo scientifico e il tempo della vita umana, quello percepito, e le installazioni A doorway to the urban Moai, realizzate dal duo artistico Urbansolid posizionate in via Fiori Chiari e in piazzetta di Brera: si tratta di due statue che richiamano i celebri Moai dell'Isola di Pasqua, in collaborazione con FerreroLegno e Robertaebasta.

Il distretto di Brera ospita quest'anno il debutto al Fuorisalone di Porsche, con un’installazione immersiva e onirica a Palazzo Clerici che vuole esplorare l'interazione tra natura e tecnologia: ideata dell'artista floreale Ruby Barber, l'opera fa parte della nuova iniziativa artistica The Art of Dreams. Il tema botanico prosegue presso Fioraio Radaelli con Florilegio, intervento di Cristina Celestino che prende ispirazione dalla natura stessa dello spazio e dalla sintonia tra design e natura addomesticata. Ai Caselli di Porta Nuova l'appuntamento è invece con Future of Fashion, seconda edizione dell'installazione itinerante della pioniera britannica del lusso Stella McCartney, con le sue creazioni basate su riuso e fibre vegane pionieristiche. 

Spagnulo & Partners apre le porte le cantiere di Casa Baglioni, il nuovo hotel della Collezione Baglioni la cui apertura è prevista in via Giardini entro fine anno e che ospita per l'occasione la mostra In-Between: il percorso espositivo proposto ospita opere degli artisti Agostino Bonalumi, Anne Imohof e Giulio Paolini, oltre che della Stefano Cecchi Trust Collection. La vitalità del panorama del design svizzero trova invece casa per la prima volta presso House of Switzerland alla Casa degli Artisti, dai marchi di fama mondiale e alle nuove generazioni di creativi. Per un caffè corretto al design l'appuntamento è infine al Bra-Very Bar, il locale allestito ll’interno della Locanda alla Mano (Parco Sempione) da Repower Italia e Istituto d’Arte Applicata e Design, che ospita workshop sui temi dell’economia circolare e della rigenerazione.

Isola Design Festival

Tra i giovani distretti del design, quello di Isola festeggia quest'anno la sua sesta partecipazione al Fuorisalone con un nuovo Isola Design Fesival sul tema Together as One. Protagonisti oltre 250 tra designer e studi di design internazionali, oltre alle gallerie e agli artigiani locali, distribuiti tra circa 40 location. Tra gli eventi da non perdere, l'installazione sensoriale Vita Lenta, firmata Finemateria e ispirata dalla casa giapponese, in piazza Città di Lombardia; l'esposizione dell'Isola Design Gallery nel loft di via Pastrengo 14, con pezzi unici e artigianali creati da designer e studi indipendenti dell’Isola Design Community; la mostra multidisciplinare The Dutch Atelier con una selezione di designer olandesi all'Atelier Kondakj; la collettiva The New Paradigma, allestita in una piccola ex fabbrica abbandonata in via Confalonieri 21, con oggetti di design in esposizione e performance dal vivo.

No Space for Waste è il concept che accomuna tutte le iniziative in programma nell'hub della Stecca3, ed è anche il nome della mostra allestita al primo piano, con prodotti di design e arredi ideati per minimizzare il proprio impatto ambientale o creati utilizzando scarti industriali. Al piano terra è invece in programma Robot Shit Exhibit, esposizione che valorizza gli scarti della stampa 3D a cura di DesignWanted, _sucks e Caracol, mentre nella zona esterna a ridosso della Biblioteca degli Alberi è presente un’area lounge realizzata da Supernovas.

Il parco all’ombra del Bosco Verticale si trasforma infine in WunderBar!, un gin garden a cielo aperto marchiato Monkey 47dove l’arte della mixology incontra il design, la creatività e la convivialità. Oltre a un vintage caravan dove rinomati bartender si alternano con i loro signature cocktail, l'area ospita anche una mostra outdoor con alcuni dei migliori designer emergenti tedeschi.

5Vie Design Week

Nona edizione per la 5Vie Design Week, che torna ad ospitare nell'area compresa in cinque centralissime strade di Milano - ossia via Santa Martavia Santa Maria Podonevia Santa Maria Fulcorinavia Bocchetto e via del Bollo - mostre ed installazioni con ospiti e partner, oltre a incontri, talk ed intrattenimento.

Intitolata Prototyping Utopias/Design in transition, l'edizione 2022 è dedicata al collettivo radicale Archizoom Associati e comprende - tra gli eventi da non perdere - le installazioni Woven Whispers del designer libanese Richard Yasmine, una piccola Torre di Babele che rappresenta su scala ridotta il nostro sistema sociale negli spazi di CesareCorrenti14, e As it is / Equilibrium flower dello studio giapponese Takt Project, che - come un ikebana - riempie la chiesa di San Bernardino con oggetti in tessuto.

Tra gli eventi più iconici della Milano Design Week, c'è poi il Design Pride, l’originale street parade che con carri, performance e musica invade il distretto delle 5Vie: l'appuntamento è per mercoledì 8 giugno con partenza alle ore 19.00 da piazza Castello (angolo via Minghetti), invade e arrivo in piazza Affari per la grande festa finale. 

Le installazioni di Interni all'Università Statale (e non solo)

Tra gli appuntamenti più attesi del Fuorisalone torna, in occasione della Milano Design Week 2022, l'evento di Interni nei cortili dell’Università degli Studi di Milano con le sue imponenti installazioni, quest'anno dedicate al tema Design Re-Generation. Da vedere assolutamente The A-maze Garden, il grande labirinto di specchi costruito nel Cortile della Farmacia promosso da Amazon e curato da Francesco Canesi Lissoni, che reinterpreta le composizioni degli alberi di Mondrian e i tradizionali giardini all’italiana per riflettere sull’idea di una rigenerazione consapevole dell’ambiente.

Un altro labirinto si trova nel Cortile del Settecento: si tratta dell'opera Labyrinth Garden di Raffaello Galiotto con Nardi, un labirinto multicursale outdoor costituito da un articolato percorso circolare sviluppato sui 625 metri quadrati del prato, metafora anche del periodo di smarrimento attuale caratterizzato da problematiche come ambiente, salute e pace.

Tra le installazioni presenti nel Cortile d'Onore della Statale ci sono poi Fabbrica, grande impalcatura fabbricata con tubolari per ponteggi che ricrea l’esperienza di salire su uno yacht progettata da Piero Lissoni e realizzata da Sanlorenzo; Love Song, scultura in marmo bianco di Carrara che si propone come un palindromo visivo, ideata dallo Studio Ron Arad and Associates e realizzata da Citco; il paesaggio metafisico di Nuova Mineralia di Diego Grandi che riflette sull’utilizzo di un materiale di nuova generazione totalmente riciclato e riciclabile, Mathera by SaibChromosaturation di Daniel Kainz e Hannes Boeker per AlphaTauri, che sfrutta il fenomeno fisico della cromo saturazione e trasmette ai visitatori la sensazione di caldo/freddo senza bisogno di utilizzare nessun supporto.

Non solo Università Statale: all’Orto Botanico di Brera Interni presenta inoltre l'installazione interattiva Feeling the Energy  ideata per Plenitude da Carlo Ratti Associati e Italo Rota e dedicata alle molteplici forme dell’energia; presso il padiglione Ibm Studios in piazza Gae Aulenti Giulio Cappellini mette in scena due esposizioni - Looking to the future The Slowdown Refuge - sui nuovi concetti dell’abitare di oggi e domani.

Novità del Fuorisalone, dalla Stazione Centrale a Certosa e Baranzate

La Milano Design Week arriva per la prima volta nel cuore del Certosa District con il progetto Certosa Initiative, ideato da Beyond Space e Organisation in Design: protagonisti talenti emergenti e importanti realtà internazionali del design, installazioni d’arte, performance e una programmazione serale nel grande spazio post-industriale di via Oriani 27.

I designer e artisti belgi di Zaventem Ateliers prendono invece possesso di uno altro notevole luogo del patrimonio storico industriale di Milano: l'ex fabbrica Necchi nel quartiere di Baranzate. Qui per tutta la settimana del Fuorisalone vengono allestiti i Baranzate Ateliers, un'occasione per presentare le creazioni di Zaventem Ateliers, oltre a ospiti e gallerie di fama internazionale.

Da non perdere infine l'apertura in anteprima di Dropcity, Centro di Architettura e Design, nuovo luogo espositivo che si sviluppa in 10.000 metri quadrati suddivisi in 28 tunnel lungo via Sammartini a Milano, all'interno dei Magazzini Raccordati della Stazione Centrale: il percorso prevede diverse installazioni e un programma di talk, in attesa dell'apertura ufficiale prevista per il 2024.

Fuorisalone in centro a Milano, tra Duomo e Triennale

Non manca ovviamente il cuore di Milano tra i luoghi che ospitano alcuni dei principali eventi del Fuorisalone 2022. In zona Duomo spicca l'installazione audiovisiva La Scatola Magica, curata da Davide Rampello e allestita nella Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale: si tratta di una monumentale camera oscura in cui viene proiettato un vero e proprio spettacolo in 3 atti in cui 11 autori - da Francesca Archibugi a Pappi Corsicato, da Bruno Bozzetto a Donato Carrisi - raccontano i 60 anni di storia del Salone del Mobile, tra creatività e bellezza.

Da segnalare poi l'esposizione Outdoor Living alla Rinascente, con esposizioni contcentrate ai piani 6 e -1, presso il Design Supermarket con una selezione di prodotti adatti agli ambienti esterni; lo Showroom Alessi di via Manzoni ospita invece la nuova Design Collection di Campari Soda, con la presentazione di due iconici oggetti - uno specchio e una lampada - del designer Giulio Iachetti, che reintepretano l’iconica bottiglietta firmata da Fortunato Depero.

Il Museo Poldi Pezzoli ospita la mostra 871 days, 50 products, 17 designers and 1 single color, a cura di Luca Nichetto per La Manufacture, mentre il Museo Bagatti Valsecchi accoglie la terza edizione del Palazzo delle Meraviglie, una collettiva con sei designer internazionali che espongono le loro opere in dialogo con gli antichi ambienti della casa museo.

La Triennale di Milano presenta infine una ricca programmazione che unisce agli allestimenti permanenti come il Museo del Design Italiano e la Casa Lana di Ettore Sottsass una serie di mostre ed eventi pensati appositamente per la Milano Design Week 2022. In primis la mostra Memphis Again diretta e curata da Christoph Radl, ma anche esposizioni sulla sostenibilità ambientale e lo sviluppo consapevole in relazione alla scarsità di materiali (come Forest Tales promossa dall'American Hardwood Export Council, GilCo 100 road bike per celebrare il centenario della nascita di Gilberto Colombo e The Twist: Cultural and Emotional Crossings di Koyori) e il design dei servizi su scala urbana (al centro del progetto installativo The Tokyo Toilet / Milano del collettivo di artisti giapponese Skwat). In mostra anche le creazioni dei designer Arthur Arbesser e Mathieu Lehanneur, rispettivamente con le esposizioni In a Box e The Inventory of Life.

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.