Milano Photofestival 2020: il programma delle mostre da non perdere

Milano Photofestival 2020: il programma delle mostre da non perdere

Mostre Milano Lunedì 7 settembre 2020

Milano 2013
© Martino Lombezzi

Milano - 140 mostre fotografiche in oltre 2 mesi di programmazione con un palinsesto diffuso che abbraccia l’intera Città Metropolitana di Milano e coinvolge diverse località della Lombardia: è la quindicesima edizione del Photofestival che, dopo l’inevitabile rinvio della tradizionale edizione primaverile a causa dell’emergenza sanitaria, torna in autunno ponendosi come un’occasione di ripartenza per la città di Milano e la sua linfa vitale culturale. Le date del Photofestival 2020 sono dal 7 settembre al 15 novembre.

Il titolo dell’edizione 2020 - Scenari, orizzonti, sfide: il mondo che cambia - è il grande tema di questo momento storico unico, che ha lasciato un segno indelebile nelle nostre vite, modificando approcci e percezioni. Il programma della manifestazione, sotto la direzione artistica di Roberto Mutti, spazia come sempre tra personali e collettive di autori di fama internazionale, fotografi professionisti e talenti emergenti, proponendo generi molto vari: dal ritratto allo still-life, dallo sport alla natura, dalla ricerca alla fotografia di viaggio.

Da segnalare, all'interno del programma del Photofestival 2020, due importanti collettive: Sguardi a fior di pelle (dal 5 al 25 ottobre 2020 al Centro Culturale di Milano), che raccoglie un panorama di importanti autori italiani e internazionali che si sono misurati dalla seconda metà dell’Ottocento a oggi con i più diversi generi fotografici, raccontando in parallelo la capacità di ogni sistema produttivo di trasformarsi (tra gli autori in mostra: Giorgio Sommer, Luigi Chierichetti, Josef Sudek, Gianni Berengo Gardin, Roberto Polillo, Mario Giacomelli, Luigi Ghirri, Franco Fontana, Nino Migliori); e Il rigore dello sguardo (dall’1 al 15 ottobre 2020 a Palazzo Castiglioni), che raccoglie opere dell’archivio della Fondazione 3M realizzate in epoche diverse da autori famosi (Gabriele Basilico, Gianni Berengo Gardin, Ferruccio Leiss, Gianni Borghesan, Piergiorgio Branzi, Franco Fontana, Federico Vender, Elio Luxardo) e da altri più giovani.

Consistente il contributo femminile al programma 2020 del Photofestsival, che vede la presenza di 41 mostre personali di fotografe, 21 mostre collettive che coinvolgono circa 70 autrici e 18 curatici. I luoghi espositivi spaziano come sempre dagli ambiti ufficiali di gallerie d’arte, musei, biblioteche e sedi municipali, a spazi non istituzionali come negozi e show-room, per ampliare il numero dei fruitori. Cuore pulsante del circuito si conferma ancora una volta Palazzo Castiglioni, sede di Confcommercio Milano, manifesto artistico dell’Art Nouveau, denominato il Palazzo della Fotografia del Photofestival, che ospita alcune delle esposizioni più interessanti in programma. Da rilevare l’ulteriore diffusione del progetto che dal territorio metropolitano milanese si amplia sino a includere le province lombarde di Lecco, Monza, Pavia e Varese.

Accanto alle mostre, è previsto un programma di eventi e attività di coinvolgimento con incontri, presentazioni, letture portfolio e workshop pensati per parlare alle nuove generazioni, oltre che agli appassionati di fotografia. Tra le novità di questa edizione, il premio Le immagini rilegate per il miglior libro fotografico dell’anno, cui il Photofestival ha deciso di dare vita per mettere a confronto le diverse realtà di questo prodotto editoriale. Il vincitore viene proclamato da un’apposita giuria in occasione dell’inaugurazione della mostra dedicata (dal 13 al 23 ottobre 2020 alla Kasa dei Libri).

Tantissime le mostre proposte dal Photofestival 2020. Ne segnaliamo qualcuna: Ren Hang: photography in omaggio a uno dei più importanti fotografi della Cina contemporanea (dal 13 settembre al 29 novembre 2020 alla Fondazione Sozzani), Viaggio insolito nel tempo di Laetitia Ricci (dal 26 al 31 ottobre 2020 al Museo d'Arte e Scienza), Light and Day: architetture straordinarie di Gianni Galassi (dal 25 settembre al 7 novembre 2020 alla galleria Arteutopia di Après-Coup), la collettiva Rosso/Red (dal 27 ottobre 2020 al 5 gennaio 2021 al Ristorante Alessandro Borghese - Il Gusto della Semplicità), Strade di pietra: raccontare Milano attraverso il pavè di Stefano Porro (dal 23 settembre al 23 ottobre 2020 alla Casa dell'Energia e dell'Ambiente), Changing world: the women of coffee-portraits from Masaka di Flavio&Frank (dall'8 settembre al 15 novembre 2020 presso il negozio Art&Caffeine), Celebrities… pezzi dal ’90 di Gabriele Lopez (dal 7 al 15 novembre 2020 presso Melting Poet), Incredibly Close di Maddalena Arcelloni (dal 23 settembre al 20 novembre 2020 alla galleria Other Size), Human Forest di Marina Tana (dal 15 al 31 ottobre 2020 alla galleria Al142).

Rientrano infine nel programma del Photofestival anche mostre già in corso come Cesare Colombo: fotografie 1952‑2012 (fino al 13 settembre 2020 al Castello Sforzesco) e Inge Morath. La Vita. La Fotografia (fino al primo novembre 2020 al Museo Diocesano) e La Guerra Totale: il secondo conflitto mondiale nelle più belle e iconiche fotografie degli Archivi di Stato americani (fino al 19 dicembre 2020 alla Casa di Vetro).

Promosso e organizzato da Aif - Associazione Italiana Foto & Digital Imaging, il Photofestival è realizzato in collaborazione con Confcommercio Milano ed è patrocinato da Comune di Milano e Regione Lombardia.

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.