La notte del liceo classico 2020 a Torino: gli eventi nei licei della città

La notte del liceo classico 2020 a Torino: gli eventi nei licei della città

Cultura Torino Lunedì 13 gennaio 2020

© Pixabay

Torino - Sesta edizione per la Notte nazionale del liceo classico, che tornerà in tutta Italia e anche a Torino venerdì 17 gennaio dalle 18.00 alle 24.00. Nata per dimostrare in maniera evidente che il percorso di studi del classico, nonostante tutti gli attacchi subìti, è ancora pieno di vitalità ed è popolato da studenti motivati, ricchi di talenti, abilità e competenze, la Notte Nazionale del Liceo Classico ha fatto breccia nell’opinione pubblica, contribuendo a focalizzare l’attenzione dei media e non solo su un fiore all’occhiello del sistema scolastico italiano. E ha probabilmente fatto sì che si determinasse quell’inversione di tendenza nelle iscrizioni al liceo classico, che da qualche anno hanno ripreso a salire a livello nazionale. Sarà per questo che a Torino ha preso vita, da un paio di anni, il Festival del classico? A giudicare da quanto raccontava il professor Luigi Beccaria a Mentelocale citando il valore del classici, forse è così.

L’iniziativa del 17 gennaio è coordinata a livello nazionale dal professor Rocco Schembra, docente di Latino e Greco presso il Liceo Classico “Gulli e Pennisi” di Acireale ed è sostenuta dal Ministero della Pubblica Istruzione. La Notte del Liceo Classico 2020 si svolgerà in oltre 430 licei classici su tutto il territorio nazionale che apriranno le loro porte alla cittadinanza e gli studenti si esibiranno in una serie di performance legate ai loro studi e alla esaltazione del valore formativo della cultura classica. Chi durante quelle ore si recherà in uno di questi licei, potrà assistere a maratone di lettura, recitazioni teatrali, concerti, dibattiti, presentazioni di volumi, incontri con gli autori, cortometraggi, cineforum, degustazioni a tema ispirate al mondo antico e quant’altro la fantasia e la voglia di fare degli studenti e dei docenti saprà mettere in atto. Quest’anno, inoltre, gli studenti di tutti i licei classici d’Italia si sono cimentati nella composizione di un elaborato che si ispirasse a un passo del De causis plantarum di Teofrasto (IV-III sec. a.C.), in cui il filosofo di Ereso discute dei cambiamenti climatici determinati dall’intervento dell’uomo sulla natura, con un vigile orecchio agli urgenti problemi di natura ambientalistica, così cari ai giovani.

Il bello della Notte Nazionale non è solo nella Notte stessa, ma nei lunghi e laboriosi preparativi che la precedono, che fanno sì che gli studenti identifichino i locali in cui quotidianamente vivono le ansie e le aspettative di un cammino di studio, faticoso ma gratificante, con un ambiente ludico, in cui cultura vuol dire gioia, piacere di condivisione, rispetto dei tempi e delle parti. Ecco allora cosa succederà a Torino venerdì 17 gennaio.

Liceo classico Gioberti

Partirà alle 17.00 la notte del liceo classico Gioberti di Torino, in via Sant’Ottavio 9/11. Ad aprire le danze sarà Remo Bassetti, scrittore e saggista,  che alle 17.00 presenterà il volume Storia e pratica del silenzio (Torino, Bollati Boringhieri, 2019); introduzione del prof. Girolamo de Miranda; commento degli studenti del liceo.

Ma la serata si animerà alle 18.20 con un invito alle notte, flash mob che partirà dalla Mole Antonelliana. Benvenuto ufficiale quindi a tutti alle 18.25 a cura del dirigente Enzo Pappalettera. E poi spazio agli incontri e laboratori. Alle 18:45 Scienza e inganni, alle 18.40 Amore e Psiche 1, reading teatralizzato con i ragazzi del liceo, ancora alle 19:00 La notte degli inganni 1-2, azione scenica a cura del Laboratorio giobertino di teatro “Nella Bonaffini” (corridoio secondo piano).

Alle 19:15 Poesia e verità. Incontro con il prof. Fabio Pusterla, poeta, traduttore e critico letterario; introduzione della prof.ssa Linda Bisello, critico letterario e alle 20:00 non mancherà il Convivium, pausa gastronomica a cura dei docenti e dei discenti più volenterosi del liceo Gioberti. Si riprenderà alle 20:10 con la terza e quarta parte di La notte degli inganni, alle 20:20 ieni ed agita il tuo tirso! (Baccanale Hip Hop), alle 20:30 Menzogna e verità. Una riflessione antropologica. Incontro con il prof. Francesco Remotti, antropologo, etnologo e accademico delle Scienze di Torino, e con la prof.ssa Claudia Pandolfo, docente di lettere e antropologa (Aula Magna) , alle 20:40 il reading teatralizzato Amore e Psiche 2 e infine alle 22.00 Le Baccanti, da Euripide. Vendette, agnizioni, bugie e riscatti: una dannata storia contemporanea, una rilettura da parte degli studenti del liceo.

Liceo classico D'Azeglio

Non potrebbe mancare un fitto programma di attività per la Notte del liceo classico 2020 al Liceo D’Azeglio, dove la serata sarà inaugurata alle 18.00 con l’ascolto op. 60 di Alexander Scriabin, Sinfonia n.5, Prometeo, il poema del fuoco (1910), cui seguiranno Prometeo, tragedia dell’ascolto (1981-1985) di Luigi Nono e il balletto: Die Geschöpfe des Prometheus (Le creature di Prometeo) di Ludwig Van Beethoven (1800-1801).

Il via ufficiale alla serata sarà quello delle 19.45 con la proiezione dei cortometraggi del progetto Cinelab. Seguirà alle 20.20 il Coro di Istituto, alle  20.40 l’introduzione del tema della serata: Prometeo scatenato. A Prometeo infatti sarà ispirata la lettura in greco tratta da Eschilo: Prometeo incatenato. Dopo un intermezzo musicale si riprenderà con la lettura di “La rupe” (Dialoghi con Leucò, C. Pavese), a seguire ancora musica e alle 21.45 l’incontro con Annalisa Ambrosio, ex-allieva e autrice del libro Platone. Storia di un dolore che cambia il mondo.

Alle 22.15 via alle attività del tribunale, chiamato a decretare Prometeo, colpevole o innocente?
La parola all’accusa, alla difesa, le relative repliche, la requisitoria, l’arringa della difesa e poi la votazione del pubblico. Dopo un intermezzo musicale, alle 23.00 avverrà la proclamazione del verdetto.

Liceo classico Cavour

Anche il Liceo Cavour parteciperà alla Notte del liceo classico 2020. Via alle 18.00 con una diretta streaming per un benvenuto in contemporanea nazionale. Alle 18.10 Ritorno al futuro: perché?, a cura di Luca Troncarelli, e alle 18.30 La storia infinita…, con il prof. Lo Bello, l’Ensemble Fiati della V B e le letture di Alice Riccardi (testi a cura di Lucia Cicci). Alle 18-45 partirà il primo incontro, L'informatica al femminile: Storie sconosciute di donne che hanno cambiato il mondo, con Giovanna Giordano e Cinzia Ballesio. Ancora, la musica con gli AYON alle 1915 e a seguire Un Passato che si fa Presente e rimane per il Futuro. Marisa Ancona, “pietra d’inciampo” A cura del prof. Russo e degli studenti del Laboratorio,

Non mancherà anche in questo liceo il momento conviviale per le 20.00 e la cena. Ma già alle 20.30 si riprenderanno le attività con Passato e Futuro tra Musica e Parole, con Il prof. Martines e i ragazzi della V C. Alle 21.00 il tema della Notte Nazionale 2020 sarà ripreso in Tra passato e Futuro… Storie di foreste che cambiano il pianeta, per immaginare il nostro futuro in relazione all’ambiente che ci circonda, con Giorgio Vacchiano.  Alle 21.30 arriverà l’intervista impossibile a Giulio Cesare, Un’ombra dal passato, mentre alle 21.45 Vincenzo Santarcangelo Parlerà di Iperoggetti. Idee e oggetti terribilmente concreti, filosofia ed ecologia dopo la fine del mondo.

Alle 22.15 tempo di Tableaux vivants, a cura della prof.ssa Picotto Michela Sasso - classi IV C e V C con Passato, presente e futuro.  L’Arte vista da vicino. E dopo la musica live, si tornerà a parlare di lettura degli autori classici verso il futuro, con un debate in piena regola, con una giuria d’eccezione. Alle 23.15 Tra ieri e oggi … TEATRO!!! Pillole dalle Troiane di Euripide (a cura del gruppo teatrale) e dalle Ecclesiazuse di Aristofane - prof. Lalli e IV C. E ancora, alle 23.30 Raccontami una storia. Una favola della buona notte direttamente dal mondo antico: Piramo e Tisbe parole e immagini… a sorpresa a cura della 2G. E Infine alle 23.45 Finale dall’ Agamennone di Eschilo in contemporanea con i Licei classici di tutta Italia.

Istituto Paritario Salesiani Valsalice

All’istituto paritario Salesiani Valsalice, la Notte inizierà alle 18.00 con i saluti istituzionale e la lettura del messaggio di benvenuti alla Notte, con proiezione del video e lettura del brano vincitore del concorso di Scrittura Creativa. Alle 18.30 lo scrittore torinese Enrico Remmert dialoga con i ragazzi sul tema della serata partendo dal suo ultimo libro La guerra dei Murazzi (Marsilio).

Sarà una cena multietnica a buffett ad animare la serata dalle 19.30, ma seguiranno altre attività, come Stranieri, barbari e schiavi nel mondo greco-romano, performance degli studenti del quarto e quinto anno con letture e rivisitazioni dei brani di letteratura greca e latina, e con immagini accompagnate dalla musica.

Alle 22.30 drammatizzazione in lingua greca e italiana dei versi 1-38 dell’Aggamennone di Eschilo, senza dimenticare che già dalle 14.30 andrà in onda una maratona radiofonica su Radio Valsonair, con musica e interventi di allievi, docenti, ex allievi e ospiti sul tema della serata.

Liceo Classico Europeo

Venerdì 17 gennaio 2020 dalle ore 18.00 alle ore 23.00, anche il Liceo Classico Europeo resterà aperto per la Notte Nazionale del Liceo Classico.

Studenti e docenti si confronteranno sul valore degli studi classici e sulla loro attualità, nel contesto del tema scelto per la serata Questioni di clima, e saranno proposte attività di vario genere. Interverrà il giornalista scientifico Andrea Vico.

A breve il programma dettagliato.

Potrebbe interessarti anche: , 183 escursioni gratuite nel Parco del Gran Paradiso: un'estate sulle Alpi , Grand Tour: tra il Piemonte e la Valle d'Aosta alla scoperta del barocco , Giornate Fai di Primavera 2020 rinviate anche a Torino e in Piemonte , Il Politecnico di Torino su Topolino per raccontare le donne nella scienza , Mina: 80 anni celebrati a Torino con una rassegna e un convegno internazionale

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.