Libri Milano Martedì 16 ottobre 2018

BookCity Milano 2018: date, ospiti, luoghi e novità della grande festa del libro

© Flickr.com / fabcom

Milano - Settima edizione per BookCity Milano, la manifestazione dedicata al libro, alla lettura e dislocata in diversi spazi della città metropolitana, che fin dalla prima edizione ha registrato una straordinaria partecipazione di pubblico. L'edizione 2018 di BookCity si svolge da giovedì 15 a domenica 18 novembre con oltre 1300 eventi disseminati per tutta la città. 

Questa edizione pone particolare attenzione ai quartieri che si trovano al di fuori dei grandi viali, dove passa la 90-91, il filobus che è diventato il simbolo di una città sfaccettata, delle sue ricchezze e delle sue contraddizioni, e che diventa il palcoscenico, grazie alla collaborazione con Atm, del progetto Il giro di Milano in 90/91 minuti, fatto di voci, narrazioni, storie, la più letteraria corsa di filobus della storia. Oggi la vita culturale della città è arricchita - oltre che dalle biblioteche civiche - da spazi assai diversi tra loro ma tutti interessanti e innovativi, come Mare Culturale Urbano, l'Anguriera di Chiaravalle, lo Hug Milano, la libreria Il Covo della Ladra, che partecipano a BookCity Milano 2018 con una serie di eventi di qualità; alcuni di questi luoghi vengono anche animati da una serie di concerti di musica classica in un progetto realizzato in collaborazione con Fondazione MiTo. Particolarmente significativo è l'ingresso nel circuito di BookCity del Memoriale della Shoah appena ristrutturato.

BookCity 2018 comincia in libreria

Anche quest’anno, BookCity Milano inizia in libreria, e il trailer che promuove la manifestazione vedrà protagonisti librai e libraie della città. Mercoledì 14 novembre 2018 - un giorno prima della manifestazione - a partire dalle ore 18.00 è  possibile partecipare a una festa diffusa in moltissime librerie di Milano che offrono alla città il programma stampato di BookCity. Assieme al racconto in anteprima (accompagnato da un bicchiere di vino) della settima edizione della kermesse, alcuni librai raccontano i propri libri preferiti, lettori ad alta voce leggono brani scelti, qualche libreria ospita librai speciali.

BookCity 2018: l'inaugurazione e la serata conclusiva

Giovedì 15 novembre, alle ore 20.30, al Teatro Dal Verme ad inaugurare ufficialmente il programma di BookCity Milano 2018 è l'incontro Jonathan Coe e il futuro che non ci aspettavamo: lo scrittore britannico Jonathan Coe, intervistato da Barbara Stefanelli, racconta l’ultimo decennio del Regno Unito, sospeso tra rabbia e delusione, confusione e nostalgia. Dal nazionalismo all'austerità, dai Giochi Olimpici del 2012 al politicamente corretto, fino alla Brexit, Jonathan Coe compie un continuo salto fra la sfera pubblica e l’intimità del privato con la sua consueta satira e lucidità critica. L'evento è a ingresso libero fino a esaurimento posti ed è anche occasione per la consegna a Jonathan Coe del Sigillo della Città dal sindaco di Milano Giuseppe Sala.

Domenica 18 novembre, alle ore 20.30, è il Teatro Franco Parenti ad ospitare l'evento conclusivo di BookCity Milano 2018, dal titolo Tutto cambia, ma italiani si rimane e affidato a Beppe Severgnini. Un viaggio ironico e sentimentale nel giornalismo: dalla scuola di Montanelli al Corriere della Sera, dal primo articolo per La Provincia di Cremona al New York Times, dai libri alla televisione, da Twitter al teatro (entrambi utili, il secondo più imprevedibile).

BookCity 2018: tutte le novità

La prima delle novità della settima edizione è diretta conseguenza della nomina di Milano a Città Creativa Unesco per la Letteratura: uno dei primi progetti è il collegamento con un'altra capitale della letteratura, Dublino, ospite con i suoi autori di una serie di iniziative che collegano la tradizione culturale della città agli autori contemporanei. Un altro frutto del progetto Unesco è la creazione di una nuova generazione di mappe editoriali e letterarie, risultato anche della valorizzazione della filiera editoriale e della tradizione culturale cittadina realizzata in questi anni anche da BookCity.

Una attenzione particolare viene dedicata all'impatto del digitale sui singoli individui e sull'intera società, con un ospite internazionale di rilievo come Manfred Spitzer e oltre 50 appuntamenti tra Palazzo Mezzanotte - Borsa Italiana e Teatro Franco Parenti, che esplorano le nostre vite 2.0 dall'infanzia, a partire dal tema del bullismo, fino all'eredità digitale, passando per le ricadute su politica, economia, informazione e naturalmente editoria.

Sono numerosi i progetti speciali che animano l'edizione 2018 di BookCity. Alcuni sono appuntamenti ormai abituali, come la diretta dagli studi di corso Sempione per Radio Tre Rai con Elio De Capitani, la Festa de La Lettura alla Fondazione Corriere della Sera e la mostra La Lettura 360, le prime 360 copertine del supplemento culturale del Corriere della Sera, ospitata alla Triennale di Milano (inaugurazione 16 novembre). Tornano anche BookCity nelle Case e diverse passeggiate letterarie che quest'anno esplorano anche il Cimitero Monumentale, animate dai lettori volontari del Patto di Milano per la Lettura e dal curatore scientifico del Cimitero Monumentale, in collaborazione con l’Assessorato ai Servizi Civili del Comune di Milano.

In programma anche alcune novità che si basano sul diretto coinvolgimento dei cittadini. Sabato 17 novembre (ore 12.00) Milano legge Milano vede gruppi di cittadini che raccontano i luoghi letterari della città attraverso una serie di letture, da Bonvesin de la Riva al noir contemporaneo passando per i classici, utilizzando la mappa in crowdsourcing di Quartopaesaggio. Domenica 18 novembre, una giornata di poesia a BookCity: quattro incontri dall'alba al tramonto con poeti famosi e poeti sconosciuti in luoghi emblematici di Milano. Protagonista è la poesia, quella laureata ma anche quella di dieci poeti sommersi selezionati per l'occasione dal concorso Poetry and the city realizzato grazie al sostegno di Noris Morano e Studio Legale RCC.

BookCity 2018: temi, ospiti e luoghi

Soprattutto BookCity protagonisti sono gli autori, tantissimi scrittori oramai laureati ma anche emergenti, che in queste intense giornate hanno l'occasione di un incontro ravvicinato con i loro lettori. Come d'abitudine le iniziative sono raggruppate per temi in una serie di luoghi deputati, anche in base alla loro vocazione. In questi spazi, spesso di grande bellezza e suggestione, è così possibile seguire vere e proprie rassegne monografiche sugli argomenti più diversi, grazie al contributo di scrittori che vi hanno dedicato attenzione e passione.

Cuore di BookCity è da sempre il Castello Sforzesco con le sue diverse sale, con la Libreria di BookCity e il suo spazio incontri, dove tra l'altro vengono ospitati il lancio dell'Agenda Letteraria di Smemoranda con uno show letterario-musicale condotto da Gioele Dix (sabato 17 novembre, ore 19.00) e un grande evento dedicato a Harry Potter (domenica 18 novembre). La programmazione del Castello, aperta dal Cardinale Scola, è ricca di eventi letterari ma anche di curiosità come le graphic novel la Sala Bertarelli. La Sala della Balla ha per protagonista assoluto Leonardo da Vinci, in una anticipazione delle celebrazioni per il cinquecentenario. 

I Mestieri del Libro hanno il loro fulcro come d'abitudine al Laboratorio Formentini per l'Editoria, con un dialogo letterario tra Milano e Dublino e il lancio delle nuove mappe editoriali e letterarie della città realizzate nell'ambito del progetto Unesco Città Creative, ma animano anche la sede di Assografica (uno dei  nuovi poli tematici di BookCity 2018), mentre diversi Premi Letterari  presentano i loro vincitori in varie sedi, a cominciare dalla Società di Incoraggiamento Arte e Mestieri. A fare il punto sulla situazione internazionale sono i dibattiti su economia e  sostenibilità del libro e del suo futuro in Italia e nel mondo di  Investire in titoli ospitati a Palazzo Mezzanotte.

All'Acquario Civico di Milano protagonisti sono i grandi eroi dello sport, con un focus sul ciclismo, grazie ad Auro Bulbarelli e Davide De Zan. Le nuove frontiere di scienza e tecnologia, oltre che negli incontri dedicati al digitale, sono protagoniste al Museo della Scienza e della Tecnologia. La natura e l'ambiente, con particolare attenzione per la  montagna, vengono invece esplorati al Museo Civico di Storia Naturale e presso la sede del Club Alpino Italiano (il Premio Strega Paolo Cognetti è invece atteso al Museo della Scienza e della Tecnologia). Punta in alto la proposta del Planetario con ospiti stellari come Amalia Ercoli Finzi, Adrian Fartade, Luca Perri e Sandra Savaglio.

L'attualità delle problematiche relative alla politica internazionale, alle migrazioni, all'incontro (o allo scontro) tra culture è il filo rosso che lega gli incontri dell'Ispi (con presenze come quelle di Paolo Gentiloni e Marco Minniti), del Mudec (che oltre a Brunello Cucinelli ospita anche gli Scritti dalla Città Mondo, curati dalle comunità straniere di Milano) e di una delle nuove sedi di questa edizione, Casa Emergency (dove arriva Ahmad Joudeh, il ballerino che danzava tra le rovine di Damasco e nel campo profughi palestinese Yarmouk).

Cuore della programmazione della Fondazione Corriere della Sera sono i Racconti di guerra dedicati a Maria Grazia Cutuli. Alla Fondazione Giangiacomo Feltrinelli questi temi si intrecciano con alcuni appuntamenti dedicati ai cinquant'anni dal 1968, quando è iniziata la nuova stagione dei diritti, che ha avuto le donne tra i protagonisti. Alla violenza contro le donne sono dedicati gli incontri presso l'Associazione Donna e Madre. La storia è protagonista come d'abitudine a Palazzo Moriggia e alla Casa della Memoria, mentre di legalità e giustizia si discute all'Archivio di Stato.

Le arti visive trovano spazio tra il Museo del Novecento e Palazzo Reale. Quest'anno protagonisti, oltre ad alcuni tra i più apprezzati critici d'arte da Viittorio Sgarbi a Flavio Caroli, sono due figure di spicco della  fotografia  mondiale, Ferdinando Scianna (a Palazzo Reale) e Steve McCurry (domenica 18 novembre al Piccolo Teatro Grassi).

Tra i lettori di BookCity e il noir è stato amore a prima vista, con i grandi nomi (da Maurizio De Giovanni a Marco Malvaldi, da Alessia GazzolaDonato Carrisi) ad animare alcuni degli eventi più attesi. Le tre sale dell'Arci Bellezza e del Collegio San Carlo esplorano la geografia del thriller all'italiana, con particolare attenzione alla scrittura al femminile oltre che naturalmente al 'giallo alla milanese'.

Tra le star di BookCity attori-autori popolari, da Tony Laudadio a Luigi Lo Cascio, da Ascanio Celestini a Giovanni Storti, fino a Silvio Orlando. Del resto tutti gli appuntamenti di BookCity fanno spettacolo, anche perché sono spesso arricchiti da elementi teatrali e musicali. Gli appassionati di teatro possono ritrovarsi alla Scatola Magica del Piccolo Teatro Strehler, mentre per il cinema l'appuntamento è in un altro nuovo polo di BookCity Milano 2018, Anteo Palazzo del Cinema, con omaggi ai grandi del passato e qualche scoperta.

L'esperienza degli audiolibri è protagonista alla Fonderia Napoleonica e alla Gam con Lella Costa alle prese con L'età dell'innocenza. Alla musica sono dedicati i palinsesti del Teatro Dal Verme, dove si possono ascoltare le parole di Levante, Paolo Fresu e Michele Bravi, di Mare Culturale Urbano e di Ma.Mu. L'apertura di 16 novembre alla Triennale di Milano vede protagonista Lo Stato Sociale che si racconta attraverso una graphic novel

La poesia è disseminata ovunque, in primo luogo alla Casa delle Arti Alda Merini, ma anche in modalità innovative, per esempio con due voci giovani come Alessandra Vivinetto e la giovane spagnola Elvira Sastre e con il percorso Sapessi com'è strano dire poesia a Milano domenica 18 novembre. Cibo e cucina (senza dimenticare il vino) rendono appetitoso il menu di Cascina Cuccagna.

Sono come sempre decine gli incontri e i laboratori dedicati ai bambini e ai ragazzi in tutta la città, a cominciare dal Teatro Munari (con gli Animali Fantastici), dal MuBa - Museo del Bambino di Milano e dalle biblioteche cittadine. Non mancano le irruzioni di Geronimo Stilton (alla filiale Intesa Sanpaolo di via Verdi) e della Tea Sisters (all'Elfo Puccini), mentre al Castello Sforzesco la mattina di domenica 18 novembre si celebra Harry Potter

Poi ci sono tanti romanzi e racconti che si inseguono in tutti i quartieri della città e in varie sedi, toccando anche Casa Manzoni, l'Istituto dei Ciechi, la Gam, il Centro Culturale di Milano, la Fondazione Pini (con un focus sui giovani autori) e che fanno di BookCity una manifestazione unica. 

Intesa Sanpaolo collabora alla realizzazione di diversi incontri: sabato 17 novembre, al Castello Sforzesco, il confronto Rivoluzione della stampa e rivoluzione digitale, un confronto nell’ambito della mostra Printing r-evolution 1450-1500. I cinquant’anni che hanno cambiato l’Europa (Venezia, Museo Correr); alla Filiale Intesa Sanpaolo di via Verdi 8, Geronimo Stilton in pelliccia e baffi incontra i suoi piccoli lettori; alla Fondazione Corriere della Sera è invece in programma un omaggio a Fruttero e Lucentini. Il giorno seguente, domenica 18 novembre, alla Gallerie d’Italia di piazza Scala, alle duecento opere esposte nella mostra Romanticismo, realizzata presso le Gallerie d’Italia e il Museo Poldi Pezzoli, il Piccolo Teatro affianca le più suggestive pagine letterarie e musicali in un concerto per attori e musicisti diretto da Marco Rampoldi.

Prosegue anche quest’anno la collaborazione tra BookCity Milano e Fondazione Cariplo con il progetto Scuole senza frontiere, che a partire da una mappatura delle buone pratiche già esistenti, intende diffondere nelle scuole la promozione della lettura e della cultura fra i più giovani, e Lacittàintorno, il programma triennale volto a favorire il benessere e la qualità della vita nelle nostre città e in particolare nelle aree più fragili in esse presenti.

Infine, BookCity Milano 2018 conferma i quattro progetti speciali presenti nelle passate edizioni, ovvero: BookCity Young, con un calendario di attività dedicato a bambini e ragazzi presso le biblioteche biblioteche di pubblica lettura di Milano e della città metropolitana, fatto di incontri con gli autori, laboratori, letture ad alta voce, sperimentazioni musicali e giochi; BookCity Università, con un palinsesto a più voci che unisce sette Università, sei Accademie, due reti interuniversitarie e un campus interuniversitario; BookCity per le Scuole, con circa 1400 classi coinvolte in progetti e attività di promozione della lettura e dei mestieri del libro; e BookCity per il sociale, con incontri, eventi e spettacoli negli ospedali milanesi, nelle carceri di Bollate, Opera, San Vittore e Beccaria, nelle case delle associazioni e del volontariato, nelle biblioteche comunali e condominiali, nella Casa di Accoglienza Enzo Jannacci e nelle sedi di BookCity.

Gli appuntamenti di BookCity Milano 2018 sono ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti, salvo dove diversamente indicato. Il programma aggiornato è consultabile sul sito di BookCity Milano 2018. La manifestazione è promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano e dall'Associazione BookCity Milano, fondata da Fondazione Corriere della Sera, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori e Fondazione Umberto e Elisabetta Mauri.

Potrebbe interessarti anche: , BookCity 2018, le foto. «La festa dei libri di Milano rappresenta la crescita civile della città» , A Milano riapre la Centofiori, libreria di quartiere dall'animo cittadino , Milano è la città italiana dove si legge di più: la classifica 2018 di Amazon , Milano si racconta in libreria: il programma completo dei giovedì , Cartoline dalla fine del mondo, il nuovo noir milanese di Paolo Roversi

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Oggi al cinema a Milano

Il settimo sigillo Di Ingmar Bergman Drammatico Svezia, 1957 Guarda la scheda del film