Giornate Fai d'Autunno 2019 a Torino e in Piemonte: orari e luoghi aperti

Cultura Torino Mercoledì 9 ottobre 2019

Giornate Fai d'Autunno 2019 a Torino e in Piemonte: orari e luoghi aperti

Castello e Parco di Masino

Torino - Torna anche a Torino il weekend più atteso dagli amanti della cultura. Sabato 12 e domenica 13 ottobre sarà infatti il weekend dedicato alle Giornate FAI d’autunno, che a Torino proporranno diversi luoghi da riscoprire, tra palazzi poco valorizzati oppure spazi inaccessibili nel resto dell’anno. Una due giorni di scoperte uniche, per riguardare la città con occhi nuovi e prospettive insolite.

Forte del Pastiss

Le aperture speciali per le Giornate FAI d’autunno saranno gestite a Torino dal gruppo FAI Giovani: ogni luogo ha i propri specifici orari di apertura e modalità di accesso o registrazione online. Tra i luoghi di grande interesse a Torino, quest’anno le Giornate Fai d’autunno propongono la visita sotterranea al Pastiss. Il nome Pastiss, in Piemontese “pasticcio”, per l’intricata architettura della casamatta. Realizzata 1564 su progetto di Paciotto e Horologi e inaugurata nel 1566, la Fortezza si estendeva per 29 ettari. Nel 1572 furono potenziati i bastioni verso la campagna con casematte di controscarpa. La Cittadella rimase in servizio fino al 1856, quando fu demolita, lasciando il Mastio. Il Pastiss venne quindi danneggiato e riempito di terra durante i lavori per le fondamenta dei nuovi palazzi di corso Matteotti e, nel 1943-45, parzialmente utilizzato come rifugio antiaereo prima di un nuovo abbandono. Nel 1958, Guido Amoretti e Cesare Volante, nel corso di ricerche attraverso le cantine di un palazzo di via Papacino, raggiunsero in un grande ambiente sotterraneo, quasi totalmente riempito di terra e pietrame, poi identificato come parte del Pastiss. Scavi esplorativi successivi portarono, nel 1976, all’impianto di un cantiere stabile che ha consentito il recupero di buona parte degli ambienti.
Per ragioni di sicurezza le visite saranno esclusivamente su prenotazione. Il consiglio da parte del FAI giovani è quello di affrettarsi e prenotare sul sito delle Giornate Fai : quelle del sabato sono già esaurite e restano pochi posti liberi per domenica 13 ottobre. L’apertura si svolge in collaborazione con: Associazione Amici del Museo di Pietro Micca.
Orari
Sabato: 14:00 - 18:00
Domenica: 10:00 - 13:00 / 14:00 - 18:00
Attenzione: in caso di grande affluenza gli ingressi potrebbero essere sospesi prima dell'orario di chiusura indicato

Area Archeologica Rivellino degli Invalidi

Ci sarà poi l’area Archeologica Rivellino degli Invalidi. Un tuffo nell’antica storia militare di Torino da riscoprire esplorando cunicoli sotterranei e individuando le vecchie mura di difesa. Individuata grazie agli scavi per il parcheggio di corso Galileo Ferraris, il Rivellino degli Invalidi fa parte delle fortificazioni seicentesche della cittadella. Scendendo pochi metri sotto il livello di calpestio della città è possibile scoprire l’affascinante storia delle fortificazioni della città sabauda. Il ritrovamento del rivellino è eccezionale, poiché si tratta dell'unico rimasto tra quelli che difendevano la cittadella torinese; nell’area archeologica è inoltre possibile vedere le gallerie che permettevano di scendere sotto il fossato e arrivare alla cittadella, garantendo lo spostamento in sicurezza di armi e persone. Sarà possibile vedere inoltre ammirare i resti della polveriera delle mine.
Anche in questo caso, l’apertura si svolgerà in collaborazione con l’Associazione Amici del Museo di Pietro Micca.
Orari
Sabato: 14:00 - 18:00
Domenica: 10:00 - 13:00 / 14:00 - 18:00
Attenzione: in caso di grande affluenza gli ingressi potrebbero essere sospesi prima dell'orario di chiusura indicato.

Palazzo Capris di Ciglié

Ancora, sarà aperto a Torino il prestigioso Palazzo Capris di Cigliè. Tra sale nobiliari ed eleganza, la visita del Palazzo porterà alla scoperta della storia di un’antica famiglia.«L’augusta via che chiamasi di S. Maria, verso ponente, è senza capo, e si perde nella strada di S. Dalmazzo; procedendo verso levante, piglia denominazione di via del Monte di Pietà, dei due Buoi, della Caccia, del Giardino, delle Finanze, finché sbocca nella via Bogino. Nella seconda isola a destra, andando sempre da ponente a levante è il nobile palazzo de’Conti Carpis di Cigliè, antica famiglia torinese; architettura del Plantery». Così nel 1847 il Cibrario, nella sua "Storia di Torino", descrive il sito e il palazzo. Stefano Capirs, originario di Biella, aveva acquistato già alla fine del XV secolo case, orti e terreni agricoli nel quartiere detto della “Porta Nuova”. La famiglia Capris edificò un primo palazzo, inglobato e dall’attuale edificio del 1730. Attuale sede dell’Ordine degli Avvocati, conserva ancora gli splendidi saloni affrescati.
L’apertura si svolge in collaborazione con la Fondazione Fulvio Croce e il Consiglio Dell'ordine Degli Avvocati Di Torino.
Orari
Sabato: 14:00 - 18:00
Domenica: 10:00 - 18:00
Attenzione: in caso di grande affluenza gli ingressi potrebbero essere sospesi prima dell'orario di chiusura indicato.

Curia Maxima o Palazzo dei Supremi Magistrati

Sarà aperta per le Giornate FAI di autunno a Torino, in collaborazione con il Comume, la Corte d’Appello e il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati, la Curia Maxima, detta anche Palazzo dei Supremi Magistrati, per visitare eleganti aule di tribunale e una sala delle torture nei sotterranei. Il Palazzo della Curia Maxima fu commissionato intorno al 1720 da re Vittorio Amedeo II all'architetto di corte, don Filippo Juvarra, per farne la sede delle due Supreme Magistrature del Senato e della Camera dei Conti. Juvarra ne fornì i disegni e successivamente diresse i primi lavori di edificazione relativi all'angolo tra via Corte d'Appello e via Sant'Agostino. L'impresa fu tuttavia abbandonata per il trasferimento di Juvarra a Madrid. Nel 1824, re Carlo Felice rimise mano al progetto affidandone il completamento a Ignazio Michela, architetto idraulico e civile nonché ingegnere ispettore delle regie finanze. L'inaugurazione dell’edificio, denominato Palazzo dei Magistrati, avvenne nel 1838, quando il 24 novembre la Regia Camera dei Conti vi tenne la prima udienza, seguita il 6 marzo 1839 dalla prima udienza del Senato di Piemonte.
Orari
Sabato: 14:00 - 18:00
Domenica: 10:00 - 18:00
Attenzione: in caso di grande affluenza gli ingressi potrebbero essere sospesi prima dell'orario di chiusura indicato.

Provincia di Torino

Non mancheranno numerose proposte di visita anche nella provincia di Torino, si spazio dal Castello e Parco di Masino alla miniera di talco di Garida – Forno di Coazze, e ancora Palazzo Grosso a Riva presso Chieri, l’ex maglificio Bosio di Sant’Ambrogio di Torino e la Torre Comunale. Il FAI sarà in tutto il Piemonte nelle giornate di sabato 12 e domenica 13 ottobre con diverse aperture speciali, tutte da scoprire online.

Informazioni online sul sito delle Giornate FAI d’autunno o telefonando allo 02467615399 (lunedì/venerdì 9-21, sabato 9-19, domenica 9-18).

Potrebbe interessarti anche: , Luoghi del cuore FAI in Piemonte: gli interventi sul Lago d'Orta, al Sacro Monte di Crea e all'Alpe Devero , Il Museo Lombroso di Torino festeggia dieci anni tra visite, eventi e uno spettacolo , Torino e Milano firmano il patto per la Comunicazione non ostile. Verso un'educazione al linguaggio in rete , Torino incontra l'Oriente con il festival OrienTo, tra pane e convivialità. Il programma 2019 , Arriva dal Museo Egizio di Torino Willeke Wendrich, eletta Presidente dell’Associazione Internazionale Egittologi

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.