«Me, mi conoscete». Primo Levi a teatro - Torino

«Me, mi conoscete». Primo Levi a teatro

Teatro Torino Venerdì 19 aprile 2019

Torino - Nel centenario della nascita di Primo Levi, a Torino prende vita «Me, mi conoscete». Primo Levi a teatro: un grande progetto teatrale a lui dedicato, ideato da Valter Malosti con TPE – Teatro Piemonte Europa in collaborazione con Domenico Scarpa, il Centro Internazionale di Studi Primo Levi, il Comitato Nazionale per le celebrazioni del centenario della nascita di Primo Levi e il Polo del ‘900.

«Me, mi conoscete» sono le parole, rivolte ai lettori, con cui comincia la prima versione (1959) del racconto Capaneo, che Levi riscrive negli anni Settanta e che include in Lilit (1981). Un’espressione tesa, insolita con quell’anacoluto, diretta all’orecchio del lettore, poco nota. Tutti credono di conoscere Levi ma ogni volta lo si scopre come se fosse una novità, come se fosse un primo incontro.

Il progetto «Me, mi conoscete» è fitto di approfondimenti, incontri, ascolti, visioni, appuntamenti di spettacolo, e si articola in tre distinti momenti di spettacolo. Il primo, realizzato per l’apertura di Biennale Democrazia (27 marzo), ha visto Fabrizio Gifuni, per la cura di Malosti, distillare, in un Teatro Regio gremito ed emozionato, le parole de I sommersi e i salvati.

Il secondo sarà una creazione tratta da Se questo è un uomo, con il testo condensato da Valter Malosti e Domenico Scarpa, la regia e l’interpretazione dello stesso Malosti, le scene di Margherita Palli e il progetto sonoro di Gup Alcaro. Lo spettacolo è in prima nazionale al Teatro Carignano di Torino dal 23 aprile al 12 maggio 2019 grazie a una virtuosa e inedita collaborazione produttiva fra TPE - Teatro Piemonte Europa e il Teatro Stabile di Torino - Teatro Nazionale, cui si è aggregato il Teatro di Roma - Teatro Nazionale, e realizzato in collaborazione con il Centro Internazionale di Studi Primo Levi, il Comitato Nazionale per le celebrazioni del centenario della nascita di Primo Levi, il Polo del ‘900 e Giulio Einaudi editore.

Il terzo e articolato momento volgerà lo sguardo verso l’altra faccia di Levi, lo scrittore-scienziato, con un percorso di ricerca spettacolare al Teatro Astra e al Polo del ‘900 intorno a Il sistema periodico, che prevede letture teatrali, incontri, proiezioni, concerti e culminerà dal 7 al 12 maggio nel reading/concerto di Luigi Lo Cascio. Il sistema periodico è, fra le opere di Levi, quella che a metà degli anni Ottanta del Novecento ha innescato la sua fortuna negli Stati Uniti, poi nel mondo anglofono, poi in decine di altri Paesi. È l’opera che nel 2006 un’inchiesta promossa dal quotidiano inglese «The Guardian» ha proclamato «il miglior libro di scienza di tutti i tempi».

Un posto particolare all’interno di questa avventura lo occuperà la messa in scena dei due «racconti minerali» – così li definisce l’autore. Due storie fantastiche, Piombo e Mercurio, ambientate in tempi e paesi remoti, posti fisicamente da Levi al centro del suo libro. Due curiosi racconti-monologhi di finzione inclusi in questa sorta di eccentrica autobiografia, e qui riletti e interpretati per la scena dall’attore e regista Nino D’Introna e dall’artista multimediale e performer Richi Ferrero che, grazie a Valter Malosti, in Mercurio torna a rivestire dopo vent’anni i panni d’attore (Teatro Astra, 26 aprile- 4 maggio). Elia Schilton e Bruno Gambarotta, nel reading Andare in montagna, che sarà realizzato il 25 aprile al Polo del ‘900 come omaggio alla Resistenza, interpreteranno i racconti Argon (che apre l’intero libro), Ferro e Oro.

Di grande rilievo gli incontri di approfondimento organizzati assieme al Centro Internazionale di Studi Primo Levi e il Polo del ‘900, gli appuntamenti alla Mediateca Rai con la riscoperta di un raro Primo Levi autore tv e, il 12 maggio, il concerto del quartetto Sentieri Selvaggi con due opere musicali contemporanee di Steve Reich e Osvaldo Golijov, due autori di origine ebraica che ripensano alla tragedia del loro popolo con due capolavori musicali.

Potrebbe interessarti anche: , Mirabilia 2020: il Festival di circo contemporaneo torna nell'estate cuneese con un inno alla rinascita , Festival delle Colline Torinesi 2020 rinviato in autunno-inverno, con altre modalità , Interplay 2020 a Torino: il Festival di danza contemporanea va in streaming e dal vivo in autunno , Le storie della Casa: online attori e sorprese, tra fiabe e teatro , Corto circuito: pubblicato il bando per il sostegno economico a compagnie e associazioni culturali piemontesi

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.