Ermal Meta aiuta Genova con parte dell'incasso del concerto di Alassio - Savona

Ermal Meta aiuta Genova con parte dell'incasso del concerto di Alassio

Attualità Savona Mercoledì 22 agosto 2018

© Ermal Meta/Facebook

Rettifica: la società DallaParteDellaMusica Srls, organizzatrice del concerto di Ermal Meta per il Riviera Music Festival Alassio previsto al Porto Luca Ferrari, dichiara che saranno destinati solo i proventi derivanti dalla vendita di nr. 40 biglietti del concerto a favore del Fondo Emergenze Città di Genova (e non l'intero ricavato come precedentemente indicato).

La società DallaPartedellaMusica Srls precisa inoltre che la quota destinata alla tragedia di Genova è già definita. Anche per quanto riguarda il concerto di ieri sera martedì 21 agosto di Caparezza, destinerà i proventi derivanti dalla vendita di numero 40 biglietti del concerto a favore del Fondo Emergenze Città di Genova.

Savona - Anche il mondo della musica abbraccia Genova, dopo il tragico crollo di Ponte Morandi, perchè la città possa ritrovare ancora suoni, musica e parole. A dare una mano alla Città della Lanterna è Ermal Meta, il cantautore albanese naturalizzato italiano salito al successo negli ultimi anni e vincitore, insieme a Fabrizio Moro, del 68esimo Festival di Sanremo. In occasione della tappa ad Alassio del tour Non Abbiamo Armi, attraverso il suo live sarà devoluto parte del ricavato del concerto di mercoledì 22 agosto ad Alassio: i biglietti alla popolazione colpita dal disastro (attraverso la società DallaParteDellaMusica Srls).

Il giorno del crollo, Ermal su Facebook aveva scritto un lungo post di dispiacere misto a rabbia per quanto accaduto, per le persone che hanno perso la vita e per tutti gli sfollati che ancora oggi non sono potuti rientrare a casa. Un grande danno che poteva essere evitato e che chiede al più presto una soluzione. Ermal Meta nel post scriveva:

Lo Stato ha l’obbligo morale e civile di occuparsi della nostra sicurezza. Questo significa anche e soprattutto fare manutenzione. Sarò passato centinaia di volte su quel ponte e mi vengono i brividi al pensiero di chi era lì sopra in quel momento.  La vera tristezza è che tutto questo aprirà altri dibattiti politici e ci si troverà all’interno di una campagna politica senza fine. Mentre voi parlate e vi rimpallate le colpe, qui della gente è morta. Non c’erano i fondi per ristrutturare, dice qualcuno. È ridicolo se pensiamo che l’Italia è uno dei paesi più tassati del mondoTagliate i vitalizi, i privilegi, i milioni buttati in sprechi vergognosi perché vale la pena prevenire catastrofi del genere. Capito? Vale la pena. È di uomini che parliamo qui, è di vite umane.

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Savona consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Savona.