Pasqua 2021, si può andare a Messa? Le regole, dalla stretta di mano alla Via Crucis - Magazine

Pasqua 2021, si può andare a Messa? Le regole, dalla stretta di mano alla Via Crucis

Attualità Magazine Mercoledì 31 marzo 2021

Magazine - Con le numerose limitazioni agli spostamenti previsti nel lungo weekend di Pasqua 2021 (qui regole e divieti), zona rossa in tutta Italia, una delle domande che molti continuano a porsi riguarda le celebrazioni religiose: si può andare alla Messa di Pasqua e agli altri eventi liturgici in programma durante la Settimana Santa?

La risposta è sì: a Pasqua si può andare a Messa, ovviamente con l'autocertificazione in tasca dal momento che in zona rossa gli spostamenti all'interno del proprio comune non sono generalmente consentiti. L'indicazione per la Messa di Pasqua è di recarsi presso una chiesa vicina alla propria abitazione e di rispettare tutte le norme anti contagio in vigore; tuttavia la Cei (Conferenza Episcopale Italiana) consiglia alle persone più fragili di non recarsi in chiesa ma di seguire eventualmente la Messa in diretta streaming,  on line oppure in televisione.

Quali sono le regole per partecipare in presenza alla Messa di Pasqua? Innanzitutti gli ingressi in chiesa sono contingentati e all'interno è ovviamente obbligatorio indossare la mascherina e mantenere la necessaria distanza di sicurezza interpersonale; per quanto riguarda lo scambio di un segno di pace, la stretta di mano deve essere sostituita da un inchino verso le altre persone, guardandole negli occhi.

Sia la Messa di Pasqua, sia la veglia, sia le altre celebrazioni religiose della Settimana Santa 2021 devono svolgersi in orario compatibile con il coprifuoco serale e notturno vigente, e dunque tra le 5.00 e le 22.00. In particolare, durante la messa del Giovedì Santo non viene effettuata la tradizionale lavanda dei piedi; la celebrazione della Passione del Venerdì Santo si svolge invece in tutte le sue parti, fatta eccezione per l'atto di adorazione della Croce mediante bacio, che deve essere limitato al solo presidente della celebrazione. Non sono consentite processioni né altri tipi di assembramento, per cui anche per la classica Via Crucis non è prevista la partecipazione dei fedeli.