Aspirapolvere: quale scegliere? 5 consigli per il miglior acquisto - Magazine

Aspirapolvere: quale scegliere? 5 consigli per il miglior acquisto

Attualità Magazine Domenica 22 novembre 2020

Magazine - Nell'aspirapolvere troviamo un perfetto alleato per la pulizia e la manutenzione della casa. La scelta di quello perfetto per le nostre esigenze, dipenderà da un gran numero di fattori, poiché ogni persona e ogni casa hanno caratteristiche diverse. 

Tutto dipenderà dalla situazione, dalle piante che la casa ha, dai metri quadri da aspirare, dal fatto che abbiate o meno animali domestici, o dal tipo di superficie del pavimento. Ecco perché scegliere l'aspirapolvere migliore, che ci aiuti ad accelerare il compito e lasciare la nostra casa perfetta, è una decisione fondamentale per la pulizia.

Come scegliere un aspirapolvere? Oggigiorno, esistono un gran numero di modelli, accessori e altre caratteristiche che dobbiamo prendere in considerazione. Avari a tua disposizione un'ampia varietà di alternative:

  • I classici aspirapolvere a traino, con o senza sacco (al giorno d'oggi si possono trovare anche aspiratori doppi, che uniscono i vantaggi di entrambi i sistemi).
  • Gli aspirapolvere con filtro ad acqua, ideali per ottenere un ambiente più igienizato.
  • Gli aspirapolvere a scopa, leggeri e maneggevoli, con autonomia e potenza più che sufficienti per la pulizia quotidiana.
  • Robot aspirapolvere, che garantiscono il massimo comfort, poiché si prendono cura di (quasi) tutto da soli.
  • Aspirapolvere portatili, che può essere una buona soluzione per raccogliere le briciole, pulire gli angoli o lasciare la nostra macchina impeccabile.
  • Gli aspiraliquidi, perfetti per la pulizia di luoghi dove può esserci umidità, come garage, portici, ecc.

Potenza

La prima cosa da tenere a mente è che la potenza nominale (i watt che ha questo aspirapolvere) non è la stessa della sua potenza di aspirazione (la forza con cui assorbe attraverso il tubo). Si ritiene che maggiore è la potenza, maggiore è la capacità di aspirazione, ma la realtà è che sono due cose molto diverse. 

Una potenza elevata non significa necessariamente un miglior risultato di pulizia, ma può significare un aumento della bolletta elettrica. Bisognerà tenere in considerazione, oltre ai watt di aspirazione, qual è la potenza di aspirazione in uscita, poiché l'efficacia di questo apparecchio dipenderà dal suo equilibrio.

Tipi di superfici

A seconda del tipo di pavimento, la potenza dovrebbe essere maggiore o minore, ed è per questo che dovrai scegliere tra un aspirapolvere o l'altro. 

Fermati e pensa un attimo: hai molti tappeti? Quindi scegli uno di quelli forti, con grande potenza di aspirazione. In linea di principio, gli aspirapolvere puliscono sia i pavimenti duri che i tappeti. Ma non lo fanno con la stessa efficienza in tutte le aree. Gli aspirapolvere robot, ad esempio, hanno una potenza inferiore rispetto agli aspirapolvere a traino e scopa. Pertanto, funzionano bene sui pavimenti duri, ma non così bene sui tappeti.

Se la tua casa ha il parquet, pavimento o ceramica, passare l'aspirapolvere sarà un compito molto più semplice per l'elettrodomestico e quindi avrà bisogno di meno energia.

Com'è la casa

Se hai una casa molto spaziosa, gli aspirapolvere a traino andranno bene, dato che non dipendono da una batteria, anche se devi tener conto del loro raggio d'azione, che dipende principalmente dalla lunghezza del cavo. I range di azione vanno solitamente dagli 8 agli 11 metri.

Se stai pensando di scegliere un aspirapolvere tipo scopa, tieni conto della capacità del serbatoio e della sua autonomia (quanti minuti dura la batteria). Tieni inoltre presente che l'autonomia della batteria dichiarata dal produttore è in funzione della potenza a cui aspiri. Cioè, se usi la massima potenza, durerà molto meno.

Se opti per un robot aspirapolvere, tieni conto anche della sua autonomia (per vedere se è in grado di pulire il pavimento in una volta sola) e della capacità della vasca, che solitamente è piuttosto ridotta, che ti costringerà a svuotarlo con certa frequenza. Se la tua casa è molto piccola, dovresti tenerne conto quando acquisti un dispositivo che può occupare molto spazio.

Animali in casa

Questo è un altro punto importante, soprattutto se il tuo piccolo amico peloso è uno di quelli che perde molti peli. I peli in eccesso (soprattutto se lunghi) possono intasare il serbatoio o addirittura impigliarsi nei motori. Devi scegliere il dispositivo con sistema di Animal Care, che è in grado di aspirare grandi quantità di peli.

Peso

Gli aspirapolvere a traino, ad esempio, sono pesanti (in genere 6-8 chilogrammi o anche 9 chilogrammi).  Sebbene abbiano delle ruote per spostarli, comporta un certo sforzo e, se devi anche sollevarlo per trasportarlo (se la tua casa ha le scale), probabilmente dovresti avere un altro aspirapolvere più leggero, ad esempio un tipo di scopa.

Aspirapolvere: quale scegliere? Con o senza sacco? Entrambi funzionano in modo molto simile in termini di potenza di aspirazione ed entrambi includono tipicamente una varietà di accessori per rendere più facile la pulizia dei luoghi più difficili. Tuttavia, ci sono differenze importanti che è bene conoscere.

  • Vantaggi degli aspirapolvere in sacco: sono quelli tradizionali. I sacchetti sono generalmente molto facili da cambiare e da riporre, anche se variano da un modello all'altro. Il vantaggio principale è che sono più igienici perché lo sporco e gli allergeni rimangono in un luogo chiuso che viene rimosso e gettato via. I sacchetti stessi funzionano come un ottimo filtro ed è molto efficace nell'intrappolare polvere, sporco e altri contaminanti, rendendola quella per chi soffre di allergie. Inoltre, non è necessario pulire o sostituire il filtro così spesso, cosa che dobbiamo fare spesso sui modelli senza sacco. E ancora una cosa: richiedono meno manutenzione. Gli svantaggi? Devi comprare sacchetti e spendere più soldi. Inoltre, man mano che la borsa si riempie, la potenza diminuisce.
  • Vantaggi degli aspirapolvere senza sacco: sono più facili da usare, pulire e mantenere e la loro potenza non varia a seconda di quanto è pieno il serbatoio. Sono più economici e non dovresti acquistare sacchetti sostitutivi (a questo punto sono più ecologici). Inoltre, se aspiri accidentalmente qualcosa, lo apri e lo recuperi. Lo svantaggio è per chi soffre di allergie, perché bisognerà aprirlo e pulirlo.

Conclusione. Definire quale aspirapolvere acquistare può sembrare facile finché non si scopre che esistono tanti modelli e con diverse funzioni.