Studiare inglese da soli: come imparare l'inglese da autodidatta - Magazine

Studiare inglese da soli: come imparare l'inglese da autodidatta

Attualità Magazine Martedì 24 marzo 2020

© Pixabay

Magazine - Internet è pieno di guide per imparare l'inglese, ma se il tuo obiettivo è quello di fare tutto da solo sei nel posto giusto! In questa guida vogliamo suggerirti il percorso giusto da seguire per riuscire a imparare l’inglese d’autodidatta senza bisogno di doverti rivolgere ad una scuola di lingue.

Inizia dallo studio della grammatica. Per imparare davvero a scrivere e parlare in inglese il primo passo fondamentale è studiare la grammatica. A differenza di altre lingue come l’italiano, il francese o il tedesco, la grammatica inglese è molto più semplice e si può studiare facilmente anche d’autodidatta. Per apprendere le regole base della grammatica ti consiglio di acquistare un eserciziario con le regole grammaticali. Puoi usare quelli per le scuole medie o superiori. Oppure puoi usare le risorse gratuite online. Ci sono davvero molti siti ai quali puoi accedere che ti spiegano le regole base della grammatica inglese. Una volta che ti sarai attrezzato con un libro o le fonti online, prendi un quaderno segnati le regole più importanti partendo da quelle più semplici sino alle più complesse. Successivamente fai gli esercizi sino a quando non avrai compreso appieno ogni regola grammaticale.

Impara nuovi termini. Secondo i linguisti basta imparare un numero di termini specifici per riuscire a dialogare in una determinata lingua. L’inglese è tra le lingue che presenta il minor numero di terminologie, inoltre dispone di parole che hanno significati multipli e che permettono dunque di imparare le espressioni principali in tempi relativamente brevi. Per imparare nuovi termini ti consiglio di usare un vocabolario inglese/italiano e viceversa e studiare almeno 10 nuove parole al giorno.Studiandone 10 al giorno per 100 giorni in poco più di tre mesi conoscerai ben 10 mila parole del vocabolario inglese, che ti aiuteranno a dialogare e scrivere più facilmente.

Leggi e traduci dall’inglese. Una volta che hai studiato le basi e appreso i principali termini della lingua, devi fare pratica sul come si strutturano le frasi in lingua inglese e su come si scrivono le parole. Infatti, a differenza dell’italiano, le parole inglesi presentano una forma scritta che differisce da quella fonetica. In quanto un insieme di consonanti e vocali tra loro definisce un suono specifico.Per fare pratica sia nella scrittura sia nella strutturazione delle frasi ti consiglio di prendere un libro o di affidarti alle fonti che trovi online e iniziare a tradurre i testi dall’inglese all’italiano. Onde evitare fraintendimenti accertati che il libro o la fonte che usi per la tua traduzione sia scritto in inglese britannico e non statunitense. Infatti, l’inglese anche se è una lingua parlata in molte parti del mondo, in alcuni stati come gli Stati Uniti, il Canada, l’Australia e l’India, vede declinazioni differenti e l’uso di parole e di regole grammaticali non contemplate nell’inglese britannico. Quindi affidati sempre a fonti provenienti dal Regno Unito e non da altre nazioni anglosassoni.

Listening: l’importanza di imparare ascoltando. Sicuramente, imparare a scrivere in inglese e conoscere la grammatica è molto importante. Ma non puoi conoscere veramente una lingua se non impari anche ad ascoltare e comprendere ciò che ti viene detto. Se ad esempio, stai per andare a vivere in Inghilterra, come puoi capire gli altri se non ti eserciti prima? Per sviluppare l’udito e continuare il tuo percorso d’apprendimento d’autodidatta ti consiglio di usare piattaforme Netflix, Youtube oppure la BBC in streaming online. Così potrai imparare seguendo i programmi in lingua originale.  All’inizio ascolta e guarda i programmi con i sottotitoli in italiano.Dopo che avrai fatto un po’ di pratica, togli i sottotitoli e inizia a impegnarti nell’ascolto della lingua e nella sua comprensione senza l’aiuto della traduzione testuale.

Inizia a pensare in lingua inglese. Questo forse è il passo più difficile ma anche il più importante per prepararsi a dialogare correttamente e in modo fluente. Pensare in italiano e tradurre in inglese per poi parlare è un percorso impervio e che ti porta inevitabilmente a sbagliare la costruzione grammaticale della frase. Per questo motivo devi iniziare a pensare in inglese. Dato che non è una cosa facile alla quale abituarsi, ti consiglio d’iniziare a pensare .Ad esempio, puoi descrivere la tua casa, l’aspetto di una persona, illustrare un piatto. Man mano che ti abituerai a pensare a queste semplici descrizioni e frasi direttamente in inglese, senza complesse traduzioni mentali,vedrai che riuscirai anche a dialogare in modo più semplice con gli altri.

Mettiti alla prova con il tuo inglese. Se hai deciso d’imparare l’inglese sia in forma scritta sia orale sicuramente avrai l’obbiettivo di sfruttare queste capacità sul lavoro oppure per un imminente trasferimento all’estero, o semplicemente volevi ampliare le tue conoscenze didattiche. Qualunque sia il motivo, per sapere se realmente il tuo percorso di studi d’autodidatta ha avuto i suoi frutti ti consiglio di metterti alla prova. Per la forma scritta puoi trovare un amico di penna o una persona di origini inglesi con la quale inviarti mail o messaggi. Oggi grazie ai social network non è difficile farsi nuovi amici anche all’estero e dialogare con loro in inglese. Puoi usare Skype, e-mail e chat per affinare le tue capacità. Se conosci qualcuno invece che parla bene o ancor meglio madrelingua inglese, ancora meglio potrai andare da lui e fare due chiacchere per migliorare la tua capacità sia di comprensione sia di conversazione.

Quindi ricapitolando per imparare l’inglese devi:

  • Studiare la grammatica in modo approfondito
  • Imparare 10 parole al giorno in inglese
  • Ascoltare programmi madrelingua britannici
  • Iniziare a pensare, fare descrizioni e costruire frasi in inglese
  • Metterti alla prova parlando o scrivendo con amici madrelingua britannici
  • Oppure partire per una vacanza-studio in Inghilterra e affinare le tue conoscenze

Ora che sai come studiare l’inglese d’autodidatta non ti resta che iniziare! Buono studio eStay Tuned.

Potrebbe interessarti anche: , GoDaddy e i GoWebinAr, Valentina Falcinelli spiega come dare personalità al proprio brand , Vini biologici Millesima: la scelta pregiata a filiera controllata , Su Farmaciauno sempre più richiesti gli integratori per lo sport , Perché creare un logo è importante per un'azienda , Home office, la postazione perfetta e i suoi accessori