A Torino avanguardia, sperimentalismo e attivismo con la mostra Make it Shine di Marinella Senatore alla galleria Mazzoleni

A Torino avanguardia, sperimentalismo e attivismo con la mostra Make it Shine di Marinella Senatore alla galleria Mazzoleni

Mostre Torino Giovedì 4 novembre 2021

Torino - La galleria d’arte Mazzoleni di Torino presenta la prima mostra personale dell’artista Marinella Senatore Make it Shine in programma dal 2 novembre 2021 fino al 29 gennaio 2022.

«Un percorso autobiografico in cui racconto di quelli che sono stati gli elementi principali d’ispirazione della mia ricerca e della mia multidisciplinarietà» afferma Marinella Senatore, da quasi vent’anni artefice di progetti pluridisciplinari disseminati nel mondo - tra i quali a Berlino, Roma, Graz, Amsterdam e alla Biennale di San Paolo in Brasile - la cui caratteristica principale risiede nel rapporto tra l’artista e le comunità da lei coinvolte.

La selezione delle opere, di cui la maggior parte inedite, crea un percorso espositivo in cui singoli elementi sono in stretta relazione tra loro e che raccontano la ricerca artistica dell’artista: i dipinti monocromi sui quali lavora di maniera meditativa, i collage in cui riflette su tematiche universali come i temi sociali, le differenze di genere e la capacità trasformativa del singolo attraverso l’utilizzo di materiali tratti dal suo archivio come fotografie, spartiti musicali, immagini botaniche, frasi e parole.

«La mia produzione di collage è da sempre lo strumento più efficace e veloce per me per far confluire tutti gli elementi del mio mondo, anche quelli iconografici» spiega la Senatore. Gli stendardi presenti in mostra provengono dal progetto per il Centre Pompidou di Parigi e per i quali si è affidata alle maestrie locali dove si trova a intervenire per cucire motti, brani di canzoni popolari e poesie ai disegni a matita che raccontano il suo attivismo.

Le fonti per citazioni e testi spaziano dal contesto femminista, la tradizione popolare fino all’ambito artistico e letterario come Dance First, Think Later, citazione di Samuel Beckett che ritroviamo in una delle sculture luminose frutto della rielaborazione dei rosoni e dei portali barocchi nelle quali sono state inserite frasi e citazioni legate all’empowerment come Remember the First Time You Saw Your Name. Le sculture sono realizzate per la prima volta mediante il green neon ricorrendo alla produzione mercury free - un’innovativa tecnologia che permette di produrre lampade prive di mercurio garantendone durata e replicabilità. Tra le opere inedite è presenta per la prima volta in Italia la monumentale installazione pittorica collettiva, Make it Shine: su ogni singola tela - oltre 70 in totale - hanno lavorato moltissime mani tra cui i partecipanti della School of Narrative Dance in alcune tappe d’Italia e artigiani, persone non ‘addette ai lavori’ con i quali si condivide una dimensione oggettuale; l’artista ha utilizzato materiali riflettenti e rifrangenti come la madreperla, i fiocchi di metallo e l’oro 24k, permettendo alla luce di scolpire la superficie della tela. L’esposizione è accompagnata da un catalogo con testo critico di Tenley Bick, Assistant Professor of Global Contemporary Art, Department of Art History, Florida State University, USA.

La mostra è visitabile negli spazi della galleria Mazzoleni di Torino in piazza Solferino 2 dal 2 novembre 2021 al 29 gennaio 2022 dal martedì al sabato con orario 10.30 - 12.45 / 16.00 - 19.00.

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.