Torino Spiritualità 2020 il programma completo nel segno del Respiro

Torino Spiritualità 2020 il programma completo nel segno del Respiro

Libri Torino Lunedì 14 settembre 2020

Torino - Il respiro fermo del tempo sospeso, il fiato corto della sorpresa, l’espirazione profonda che libera sollievo, il soffio vitale della libertà e del raccoglimento: Torino Spiritualità, progetto della Fondazione Circolo dei lettori, torna da giovedì 24 a domenica 27 settembre 2020 per quattro giorni di indagine intorno al Respiro, atto che innerva tutte le tradizioni filosofiche e spirituali, capace di svelare ogni piega del sentire umano.

È nei mesi del lockdown, infatti, che abbiamo capito che cosa significhi davvero respirare: la più automatica delle azioni si è imposta all’attenzione collettiva alimentando paura, perché fragile, e reclamando cura, poiché preziosa. Abbiamo dovuto imparare a studiare il nostro respiro, a sorvegliarlo, a temere quello degli altri. E ancora, pensarci incapaci di respirare ha significato immaginarci privati di noi stessi, perché dal primo vagito all’ultimo fiato la nostra esistenza è il nostro respiro. E il ritmo del nostro respiro è il ritmo della nostra libertà

La sfera di pluriball scelta come immagine guida del festival intende alludere proprio a questa doppia natura del respiro: una vulnerabilità da avvolgere e custodire, per proteggerla dagli urti di questo tempo, e l’eterea bellezza di una perla fatta d’aria. E a ben guardare, perfino il passo con cui ci appropriamo del mondo e lo elaboriamo possiede il ritmo duplice della respirazione: un’inspirazione, per portare il fuori dentro di noi, e un’espirazione, per rendere in visioni, parole e pensieri ciò che abbiamo preso.

Una rassegna da vivere in tutta sicurezza, più concentrata, inclusiva e diffusa in città: per la prima volta, infatti, il festival avrà il suo Padiglione, allestito in piazza Carlo Alberto, quasi una vela pronta a salpare per un viaggio nel pensiero, che ospiterà, tra gli altri, il dialogo di apertura Di uomini e di piante. Il respiro dei viventi, giovedì 24 settembre, ore 18.30, con Vito Mancuso, la divulgatrice scientifica Alessandra Viola e il curatore del festival Armando Buonaiuto: un confronto per ragionare su cosa il mondo vegetale abbia da insegnare al nostro respiro. Sempre nel Padiglione, l’intervento del maestro buddhista Lama Michel Rinpoche, il confronto tra il fondatore della comunità di Bose Enzo Bianchi e il latinista Ivano Dionigi, la testimonianza tra arte e autobiografia del vescovo di Pinerolo monsignor Derio Olivero, la lezione di Massimo Recalcati.

Tra le nuove location del festival anche il Cortile di Combo, nel cuore di Porta Palazzo, spazio che ha ospitato il calendario di grandi rassegne estiveBlu Oltremare nell’ambito di Torino A Cielo Aperto. Sul palco di Combo, tra gli altri, il reading Oscar e la dama in rosa, giovedì 24 settembre alle ore 21, il dialogo tra il filosofo Silvano Petrosino e l’attore Giacomo Poretti, l’incontro tra il direttore d’orchestra Beatrice Venezi e il sovraintendente del Teatro Regio Sebastian Schwartz, accompagnati dai giovani musicisti della Scuola Popolare di Musica del Baretti

E ancora, tra gli ospiti del festival, la filosofa Francesca Rigotti, lo storico delle religioni dell’India Federico Squarcini, il direttore dell’Istituto di giudaistica alla Freie Universitaet di Berlino Giulio Busi, lo storico Carlo Greppi, il linguista Federico Faloppa, l’antropologo Marco Aime, i sufi delle confraternite Qādiriyya e Murīdiyya dell’Islam senegalese, il coro dell’Abbazia della Novalesa, il virtuoso di flauto tradizionale giapponese Marco Lienhard.

Ad arricchire il programma, i consueti laboratori esperienziali della Scuola di Otium e un inedito calendario di appuntamenti online, con gli interventi in streaming (sulla pagina Facebook del festival e su torinospiritualita.org), tra gli altri, di Alberto Manguel, Pablo d’Ors, José Tolentino de Mendonça, Pascal Bruckner e Roberto Saviano. Gli incontri di questa edizione diventeranno podcast, fruibili gratuitamente sul canale SoundCloud della Fondazione Circolo dei lettori.

A causa dell’emergenza Covid-19 sono state ridotte le capienze delle location del festival. L’accesso alle location di spettacolo è consentito solamente alle persone provviste di mascherina e previa prenotazione (per gli eventi gratuiti) o acquisto di biglietto. All’ingresso viene misurata la temperatura ed è necessario presentare il modulo di autocertificazione scaricabile da torinospiritualita.org. La manifestazione rispetta le misure di emergenza per la prevenzione Covid-19 emanate dai DPCM in vigore.

Torino Spiritalità: le camminate spirituali

Tra boschi, colline, parchi e città per assaporare la bellezza del respiro. Si raccomandano giacca impermeabile, scarpe adeguate e borraccia. In caso di maltempo gli itinerari possono subire variazioni. In caso di annullamento la quota di partecipazione è rimborsata con un voucher spendibile presso il Circolo dei lettori entro il 31/12/2020.

Quota di partecipazione Euro 15, ridotti Carta Extra Euro 10 (acquisto presso il Circolo dei lettori a partire dal 1/09) Informazioni 011 4326827.
È necessario portare con sé il modulo di autocertificazione scaricabile da www.torinospiritualita.org
Bus non previsti. I luoghi di partenza delle camminate saranno raggiunti con i propri mezzi (indicazioni all’atto dell’iscrizione)
Presentazioni degli itinerari sul sito di Torino Spiritualità.

SABATO 12 SETTEMBRE // ITINERARIO MONTANO
A SALIRE C’È PIÙ SPERANZA. RICORDANDO TIZIANO TERZANI
Verso la diga di Rochemolles con il sacerdote e scrittore Paolo Scquizzato
Pranzo al sacco. Dislivello mt. 100. Escursione per tutti.
POSTI ESAURITI

SABATO 12 SETTEMBRE // ITINERARIO NEI PARCHI CITTADINI
CON(T)ATTO NATURALE. FOREST THERAPY PIEMONTE
Verso il Colle della Maddalena, a cura di Eugenio Berardi e Fabio Castello
Pranzo al sacco. Dislivello mt. 450. Escursionisti mediamente allenati.
POSTI ESAURITI

DOMENICA 13 SETTEMBRE // ITINERARIO MONTANO
RESPIRI IN QUOTA
Al Plan dell’Azaria con il maestro di Qi Gong Davide Iavarone e la guida escursionistica Alessandra Masino
Pranzo al sacco. Dislivello mt. 350. Escursionisti mediamente allenati.

DOMENICA 13 SETTEMBRE // ITINERARIO COLLINARE
A SALIRE C’È PIÙ SPERANZA. RICORDANDO TIZIANO TERZANI
Sulla collina di Superga con il sacerdote e scrittore Paolo Scquizzato
Pranzo al sacco. Dislivello mt. 350. Escursionisti mediamente allenati.
POSTI ESAURITI

SABATO 19 SETTEMBRE // ITINERARIO MONTANO
LA MEMORIA DEL GHIACCIO
Al Pian della Mussa con gli scrittori Enrico Camanni e Enrico Pandiani
Pranzo al sacco. Dislivello mt. 350. Escursionisti mediamente allenati.

SABATO 19 SETTEMBRE // ITINERARIO CITTADINO
LO SPIRITO DELLA CITTÀ, IL RESPIRO DEI PASSI
In città con il narratore Giorgio Olmoti e il presidente Polski Kot Alessandro Ajres
In collaborazione con Circolo culturale Polski Kot
Partenza pomeridiana. Cena al sacco. Itinerario per tutti.

DOMENICA 20 SETTEMBRE // ITINERARIO MONTANO
LA LEGGENDA DELLO CHABERTON
Tra le Antiche Borgate con il libraio e storyteller Davide Ferraris
Pranzo al sacco. Dislivello mt. 300. Escursione per tutti.
POSTI ESAURITI

DOMENICA 20 SETTEMBRE // ITINERARIO MONTANO
SONO UN BOSCO CHE CAMMINA. SEMINARIO DI BOSCHESE
Al Fantabosco di Ceresole Reale con l’homo radix Tiziano Fratus
Pranzo al sacco. Dislivello mt. 100. Escursione per tutti.

Torino spiritualità: il gruppo di lettura 

9/16/23 e 30 settembre, ore 19.00 il Circolo dei lettori
UN’OSTINATA COSPIRAZIONE | LA BIBBIA COME STORIA DI RESPIRI
con Paolo Scquizzato, sacerdote e scrittore
Quattro quadri biblici sulla realtà del respiro, principio vitale che abita la creazione, muove l’avventura umana e supera la morte con Paolo Scquizzato, sacerdote e scrittore al Circolo dei lettori 9,16, 23 e 30 settembre, ore 19.00.

9 settembre | IL RESPIRO DÀ INIZIO ALLA CREAZIONE E ALLA CREATIVITÀ
interviene Elena Loewenthal, direttore Fondazione Circolo dei lettori

16 settembre | IL RESPIRO MUOVE IL PROFETA

23 settembre | IL RESPIRO COME FRUTTO MATURO DEL BENE

30 settembre | IL RESPIRO COME FRUTTO DELL’AMORE PIÙ GRANDE

Riservato ai possessori di Carta Plus, Carta Smart o Carta Extra.

Il programma di giovedì 24 settembre

18.30Piazza Carlo Alberto, Padiglione Torino Spiritualità
DI UOMINI E DI PIANTE: IL RESPIRO DEI VIVENTI
con Vito Mancuso, teologo e Alessandra Viola, divulgatrice scientifica, modera Armando Buonaiuto, curatore Torino Spiritualità
Intro musicale Emanuele Via & Charlie T
Immobili e silenti, le piante sembrano appartenere a universi impenetrabili. Ma se fossero molto più che il placido e variopinto sfondo del nostro vivere? Perché parlare di respiro implica necessariamente parlare di loro, della loro fisiologia, ma anche di una relazione con il mondo che forse possono insegnarci, e di una spiritualità che non deve prescindere dal loro benessere. Torino Spiritualità comincia giovedì 24 settembre, ore 18.30 in piazza Carlo Alberto, Padiglione Torino Spiritualità con il dialogo di apertura Di uomini e piante: il respiro dei viventi, presso il Padiglione del festival allestito in piazza Carlo Alberto. Il teologo Vito Mancuso e la divulgatrice scientifica Alessandra Viola, autrice di Flower Power (Einaudi), intrecciano ecologia e teologia per riflettere sul mondo in quanto respiro, modera Armando Buonaiuto, curatore di Torino Spiritualità. Ma prima che la conversazione abbia inizio, il mondo vegetale prende forma di spartito nella performance strumentale degli Emanuele Via & Charlie T, che proprio agli alberi hanno dedicato il concept album Resina (ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria).

21.00Cortile di Combo, corso Regina Margherita 128
OSCAR E LA DAMA IN ROSA
Reading di Piero Marcelli, al pianoforte Chiara Bertoglio, musiche originali di Stefano Gueresi
In collaborazione con Associazione Stefano Gueresi
Al Cortile di Combo, alle ore 21, il reading Oscar e la dama in rosa di Eric-Emmanuel Schmitt con l’attore Piero Marcelli e Chiara Bertoglio al pianoforte, musiche originali di Stefano Gueresi. È la storia di Oscar, dieci anni e una brutta malattia che lo costringe a trascorrere il tempo in ospedale, intenzionato a non perdersi, nonostante tutto, nemmeno un minuto della vita scapestrata e poetica che gli brilla accanto, a portata di cuore e di penna. L’evento è in collaborazione con Associazione Stefano Gueresi (ingresso Euro 5).

Il programma di venerdì 25 settembre

15.00il Circolo dei lettori, via Bogino 9
IL DONO DEL RESPIRO
Con Comitato Interfedi della Città di Torino
Attingendo dal corpus scritturale di ciascuna tradizione religiosa, i rappresentanti del Comitato Interfedi offrono letture e interludi musicali dedicati al respiro, dono vitale che sostiene l’umano e lo connette a terra e cielo, al Circolo dei lettori venerdì 25 settembre alle 15.

18.00 Tempio Valdese di corso Vittorio Emanuele II
CHI PUÒ PARLARE DEL RESPIRO
Con Giampiero Comolli, scrittore, Daniele Garrone, teologo, Giuseppe Naretto, medico interventista e palliativologo, Brunetto Salvarani, teologo, modera Emmanuela Banfo, giornalista
A Cura Di Centro Culturale Protestante
Il respiro è il momento di comunicazione più lieve, continuo e immediato tra il nostro corpo e il mondo. Collocandosi sulla soglia tra coscienza e inconscio, tra veglia e sonno, esso custodisce il silenzio e il mistero, esprime il calore della vita, è simbolo di inizio e fine. L’incontro è al Tempio Valdese di Corso Vittorio Emanuele II, venerdì 25 settembre alle 18, intreccia voci e discipline per inseguire, del respiro, l’indefinibile e affascinante latitudine con Giampiero Comolli, scrittore, Daniele Garrone, teologo, Giuseppe Naretto, medico interventista e palliativologo, Brunetto Salvarani, teologo, modera Emmanuela Banfo, giornalista.
Ingresso Euro 5, da versare sul posto

18.30 Piazza Carlo Alberto, Padiglione Torino Spiritualità
ISPIRAZIONE: IL RESPIRO DELLA MENTE E DEL CUORE
con Vito Mancuso, teologo
Avere l’ispirazione o perdere l’ispirazione non dipende da noi. Proprio la sorgente del frutto più prezioso della vita interiore, cioè la creatività (scaturigine della vita artistica ma anche etica e sentimentale) non è in nostro potere. Così come attingiamo l’aria che ci tiene in vita da una dimensione che ci supera, detta atmosfera, allo stesso modo attingiamo l’aria che mette in moto cuore e mente da una dimensione forse ancora più grande. Ne parla in Piazza Carlo Alberto, Padiglione Torino Spiritualità venerdì 25 settembre alle 18.30.
Ingresso Euro 8 | Ridotto Carta Extra Euro 5

18.30 Cortile di Combo
RIDERE È RESPIRARE
Con Silvano Petrosino, filosofo e Giacomo Poretti, attore comico
Brevi e veloci espirazioni. Da un punto di vista fisiologico la risata è questo, una modificazione del ritmo respiratorio, spesso foriera di effetti benefici per l’organismo. Ma chi è capace di ridere di sé e della vita conosce un’altra proprietà della risata: essere cristallina e vorticosa, contagiosa nella migliore accezione del termine, capace di allentare la gravità del mondo e di liberare un respiro che è insieme gioia e sollievo. Ne parlano Silvano Petrosino e Giacomo Poretti al Cortile Combo venerdì 25 settembre alle 18.30.
Ingresso Euro 5

18.30 il Circolo dei lettori, Sala Grande
ALL’ULTIMO RESPIRO
con Giulio Biino, presidente Fondazione Circolo dei lettori
“All’ultimo respiro” non è solo un modo di interpretare la vita vivendola come se non ci fosse un domani, ma anche un modo di giocarsi le proprie possibilità fino alla fine, come nelle tre incredibili storie di sport qui raccontate: vittorie arrivate quando nessuno ci credeva più, quando il pubblico già stava abbandonando gli spalti perché tutto era ormai deciso. Al Circolo dei lettori venerdì 25 settembre alle 18.30 Giulio Biino racconta le vittorie più dolci, quelle inaspettate per tutti ma non per chi ci hai creduto fino all’ultimo respiro.
Ingresso Euro 5

21.00 Piazza Carlo Alberto, Padiglione Torino Spiritualità
LA BELLEZZA SOTTOSTANTE
Con Daniele Mencarelli, scrittore e finalista Premio Strega 2020 e Paolo Alliata, sacerdote, modera Armando Buonaiuto, Curatore Torino Spiritualità
Sotto la scorza del visibile ci sono epifanie in attesa, tracce di trascendenza capaci di allargare gli orizzonti del quotidiano. Sono indizi che testimoniano al tempo stesso assenza e presenza, e operano trasformazioni nella materia di cui siamo fatti, infondendo un respiro che non potevamo immaginare. Come trovarli? Con l’intuito dei narratori, con l’occhio dei poeti. Ad accompagnare il pubblico nel profondo della bellezza sottostante, Daniele Mencarelli, scrittore e finalista Premio Strega 2020 e Paolo Alliata, sacerdote, modera Armando Buonaiuto, Curatore Torino Spiritualità in piazza Carlo Alberto, Padiglione Torino Spiritualità venerdì 25 settembre alle 21

21.00 Cortile di Combo
MISTICHE NOTE: LA MUSICA IN DIALOGO
Con il coro Abbazia Della Novalesa e i sufi delle confraternite Qādiriyya e Murīdiyya dell’islam senegalese, letture Antonella Delli Gatti
In collaborazione con Centro Studi Federico Peirone
Il fascino del medioevo cristiano e del sufismo islamico si incontrano in una serata in cui musica sacra, canto devozionale e letture di testi della tradizione colgono il respiro del mondo materiale per innalzarlo verso Dio. Nelle corde delle mistiche note accompagnano il coro Abbazia Della Novalesa e i sufi delle confraternite Qādiriyya e Murīdiyya dell’islam senegalese insieme alle letture di Antonella Delli Gatti venerdì 25 settembre alle 21 nel Cortile Combo.
Ingresso Euro 5

21.00 il Circolo dei lettori, Sala Grande
GUIDO CERONETTI. LA PROFEZIA DELLE PAROLE
Con Enrico Tallone, editore e Elena Loewenthal, direttore Fondazione Circolo dei lettori, performance artistiche di Paola Roman, attrice, Stefano Faravelli, pittore, Oliviero Pari, cantante e pianista
In collaborazione con Tallone Editore
Ricordi, evocazioni fantasmatiche, letture, musica e marionette per inaugurare la mostra Guido Ceronetti. La profezia delle parole, esposizione che celebra quarant’anni di sodalizio tra Tallone Editore e il genio di Ceronetti: bozze, scambi epistolari e le 37 edizioni di pregio edite da Tallone sono esposte per la prima volta, visitabili presso le sale del Circolo dei lettori fino al 22 ottobre. L’incontro è venerdì 25 settembre alle 21 al Circolo dei lettori con Enrico Tallone, editore e Elena Loewenthal, direttore Fondazione Circolo dei lettori, performance artistiche di Paola Roman, attrice, Stefano Faravelli, pittore, Oliviero Pari, cantante e pianista.

Il programma di sabato 26 settembre

10.00-12.00 Cimitero Monumentale
IL SOFFIO CREATIVO. PASSEGGIATA STORICA
Con Federica Tammarazio, storica dell’arte (Associazione Pentesilea), letture teatrali e canti Giorgia Di Molfetta, supervisione teatrale Chiara Lombardo (Municipale Teatro)
Nei miti delle origini le divinità, soffiando sulla materia inanimata, la portano in vita. Ma cosa accade quando è un essere umano a emettere un “soffio creativo”? Accade che il soffio si fa voce, preghiera, canto, espressione del pensiero. Sabato 26 settembre, nel Cimitero Monumentale dalle 10 alle 12, un percorso al femminile tra scrittrici, giornaliste, pensatrici, artiste, filantrope, religiose, attiviste e figure politiche tra ‘800 e ‘900, per raccontare e animare le loro storie con Federica Tammarazio, storica dell’arte (Associazione Pentesilea, letture teatrali e canti Giorgia Di Molfetta e supervisione teatrale Chiara Lombardo (Municipale Teatro)
Quota di partecipazione Euro 12 | Ridotto Carta Extra Euro 8
Ingresso corso Novara 131/A | In replica domenica 27 ore 10.00

11.00 Cortile di Combo
ANIMA, ANEMOS, AUTOMA
Con Maurizio Ferraris, filosofo
Anemos, in greco “soffio”, e Animus hanno la stessa origine. Ed è il soffio che ci viene tolto dal Virus, con la sensazione di una morte per annegamento. Eppure questa debolezza dell’Anima è anche la sua forza, ciò che ci rende capaci di vita. Proprio quel che manca agli automi, che senz’Anima non vanno da nessuna parte. Questi automi sono sia naturali (il Virus) che artificiali (il Web), e la nostra scommessa non è solo sconfiggere il Virus, ma anche fare del Web uno strumento di progresso umano. Nel Cortile di Combo, sabato 26 settembre alle 11, Maurizio Ferraris parla del paradigma “Anima, anemos, automa”.
Ingresso Euro 5

11.00 Museo Nazionale del Risorgimento, Aula della Camera
RESPIRARE IL NOME DI DIO
con Maciej Bielawski, teologo
Molte tradizioni spirituali, antiche e odierne, praticano vie di meditazione e preghiera in cui il pensiero si unisce alla disciplina del respiro, in cerca di pace e contemplazione. Sono prassi provenienti sia dalle culture orientali che occidentali, intimamente legate alle rispettive visioni antropologiche, cosmologiche e teologiche, e meritano di essere conosciute. Maciej Bielawski è al Museo Nazionale del Risorgimento, Aula della Camera, sabato 26 settembre alle 11.

11.30 Piazza Carlo Alberto, Padiglione Torino Spiritualità
COMINCIANDO DAL RESPIRO
con Lama Michel Rinpoche, maestro buddhista della tradizione NgalSo Ganden Nyengyu.
Spesso viviamo il presente come se fosse un semplice risultato del passato, compiendo le nostre scelte sulla base di ciò che ci è accaduto. Ma il presente, più che l’esito del passato, dovrebbe essere dove si costruisce il futuro. Dobbiamo agire oggi secondo quello che vogliamo essere domani, non secondo ciò che siamo stati ieri. Come? Con visione e consapevolezza, e cominciando dal respiro. Lama Michel Rinpoche è in piazza Carlo Alberto, Padiglione Torino Spiritualità sabato 26 settembre alle 11.30.
Ingresso Euro 5

15.30 Museo Nazionale del Risorgimento, Aula della Camera
IL SENSO DEL RESPIRO
con Ilaria Drago, attrice, Sabrina Giarratana, scrittrice e Poetessa, Nicoletta Polla-Mattiot, fondatrice Accademia del Silenzio, Bruno Rizzato, Subacqueo e fotoreporter, contributo video di Giuseppe Cederna, attore, moderano i giornalisti Luciano Minerva e Darwin Pastorin
In collaborazione con Associazione la città di Isaura
Un incontro per dare voce a donne e uomini che in diversi campi hanno coltivato il “senso del respiro”, che ne conoscono per esperienza le qualità, le potenzialità, i segreti, e che da questa conoscenza hanno tratto risultati professionali e personali. Un invito ad ancorarsi al respiro, a interrogarlo a fondo, per trarre da noi stessi il meglio di ciò che possiamo sabato 26 settembre alle 15.30 al Museo Nazionale del Risorgimento con Ilaria Drago, attrice, Sabrina Giarratana, scrittrice e Poetessa, Nicoletta Polla-mattiot, fondatrice Accademia del Silenzio, Bruno Rizzato, Subacqueo e fotoreporter, contributo video di Giuseppe Cederna, attore, moderano i giornalisti Luciano Minerva e Darwin Pastorin.

15.30 Piazza Carlo Alberto, Padiglione Torino Spiritualità
PROFUMA DI MELE IL TUO RESPIRO: IL CANTICO DEI CANTICI
con Salvatore Veca, filosofo
«Come profumo di mele è il tuo respiro». Così si legge nel Cantico di cantici, poema che celebra l’esperienza del desiderio e della bellezza. Attribuito al re Salomone, il Cantico ha affascinato teologi e poeti, santi e filosofi, mistici ed esegeti, che hanno cercato di scioglierne il mistero. Nella lettura laica di Salvatore Veca, fulcro di queste pagine sublimi è lo sguardo dell’amore, capace di trasfigurare la vita e svelare l’invisibile. Salvatore Veca è in Piazza Carlo Alberto, Padiglione Torino Spiritualità sabato 26 settembre alle 15.30.

16.00 Cortile di Combo
CONGEDI IMPOSSIBILI. LA MORTE E L’EMERGENZA
Con Guidalberto Bormolini, monaco e tanatologo, Lama Michel Rinpoche, maestro buddhista Giovanni De Luna, storico, modera Ana Cristina Vargas, direttore Fondazione Fabretti
In collaborazione con Fondazione Fabretti
Per le vittime del Covid-19, la pandemia ha significato andarsene senza avere accanto i propri cari e senza la possibilità di un accompagnamento religioso. Per chi ha perso una persona amata, ha significato affrontare l’urto del lutto senza il conforto di una ritualità funebre condivisa. Questioni dolorosamente aperte, sulle quali occorre riflettere ancora vengono indagate da Guidalberto Bormolini, monaco e tanatologo, Lama Michel Rinpoche, maestro buddhista, Giovanni De Luna, storico, modera Ana Cristina Vargas, direttore Fondazione Fabretti sabato 26 settembre alle 16 nel Cortile di Combo.

16.00 il Circolo dei lettori, Sala Grande
PAUSA. IL RESPIRO DELLA MUSICA
con Fabio Biondi, violinista e direttore d’orchestra e Elena Loewenthal, direttore Fondazione Circolo dei lettori
L’atto del respiro si gioca tra inspirazione ed espirazione, ma tra i due movimenti c’è un terzo elemento non meno essenziale: la pausa. Lo stesso vale per la musica, che è misurata alchimia di note e di silenzi. Un’esecuzione che non sappia dosare i tempi tra un periodo musicale e l’altro è pari a un respiro affannoso: foga e concitazione dove dovrebbe esserci armonia. L’incontro è al Circolo dei lettori sabato 26 settembre alle 16 con Fabio Biondi, violinista e direttore d’orchestra e Elena Loewenthal, direttore Fondazione Circolo dei lettori.

16.45 MAO Museo d’Arte Orientale
SHAKUHACHI. MELODIE PER UN GIARDINO
Con Marco Lienhard, suonatore di shakuhachi, letture Francesco Puleo
Selezione testi Rev. Elena Seishin Viviani
In collaborazione con Mao Museo D’arte Orientale
Lo shakuhachi è il tradizionale flauto verticale giapponese in bambù, strumento di cui l’artista svizzero Marco Lienhard è un vero virtuoso. Ascoltare il soffio che si fa suono nell’incantevole cornice dei giardini giapponesi del MAO è esperienza di delicata bellezza. Il pubblico si addentra nelle melodie per un giardino con Marco Lienhard, suonatore di shakuhachi e letture Francesco Puleo, selezione testi Rev. Elena Seishin Viviani sabato 26 settembre alle 16.45 al MAO Museo d’Arte Orientale.
Ingresso Euro 8 | Ridotto Carta Extra Euro 5 | Posti limitatissimi
In replica domenica 27 presso Giardini Sambuy ore 6.30

17.00 Centro Buddha della Medicina
MENTE, PRANA E RESPIRO
con i maestri Lama Dino Cian Ciub Ghialtzen e Tina Pema Dekhiela
Una sessione di insegnamento e pratica su tre pilastri della consapevolezza e sul rapporto che li unisce con con i maestri Lama Dino Cian Ciub Ghialtzen e Tina Pema Dekhiela al Centro Buddha della Medicina sabato 26 settembre alle 17.
Prenotazioni info@buddhadellamedicina.org

18.00 Piazza Carlo Alberto, Padiglione Torino Spiritualità
DI AMPIO RESPIRO
con Enzo Bianchi, biblista e Ivano Dionigi, latinista, modera Armando Buonaiuto, curatore Torino Spiritualità
Vasta, generosa, capace di accogliere le forme molteplici del reale e di esprimere il potenziale che ci portiamo dentro. Così dovrebbe essere la nostra vita: “d’ampio respiro”. Spesso però scegliamo di attraversarla come fosse una corsa affannosa, e ci ritroviamo presto con il fiato corto. Tra insegnamenti del passato e riflessioni sul presente, un dialogo su quel che può ridare ossigeno a cuore, mente e spirito. In dialogo sabato 26 settembre alle 18 in Piazza Carlo Alberto, Padiglione Torino Spiritualità, Enzo Bianchi, biblista e Ivano Dionigi, latinista, modera Armando Buonaiuto, curatore Torino Spiritualità
Ingresso Euro 8 | Ridotto Carta Extra Euro 5

18.00 il Circolo dei lettori, Sala Grande
IL RESPIRO FRAGILE. PER UNA NUOVA TRAMA DELLE RELAZIONI ECONOMICHE E SOCIALI
con Antonio Calabrò, direttore Fondazione Pirelli e Juan Carlos De Martin, docente e pensatore digitale
Quali sono le sfide da intraprendere e le opportunità da cogliere per dare all’Italia un respiro nuovo, capace di tenere insieme benessere e solidarietà, sicurezza e democrazia, crescita e sostenibilità? Una conversazione sulle scelte da fare oggi per costruire la società più giusta e inclusiva di domani con con Antonio Calabrò, direttore Fondazione Pirelli e Juan Carlos De Martin, docente e pensatore digitale al Circolo dei lettori sabato 26 settembre alle 18.

18.00 Eremo del Silenzio, presso Museo Carcere Le Nuove
UN RESPIRO DI EREMITAGGIO URBANO
Con Juri Nervo, piccolo fratello secolare
In collaborazione con Eremo Del Silenzio
Respiro e sospiro, come due amanti danzanti, si prendono e si lasciano, si cercano e si confondono, si respingono per poi scoprirsi indissolubili. Nella preghiera sono momenti distinti e dinamici. Un incontro per scoprire come il respiro sia elemento fondante della preghiera stessa e possa essere un valido compagno di viaggio nella scoperta dell’Eremitaggio Urbano. A ogni partecipante sarà donata la Regola del piccolo fratello secolare sabato 26 settembre alle 18 all’Eremo del Silenzio, presso Museo Carcere Le Nuove con Juri Nervo, piccolo fratello secolare
Prenotazioni info@eremodelsilenzio.it | 340 3870668

18.30 Museo Nazionale del Risorgimento, Aula della Camera
DEL PRINCIPIO VITALE: RESPIRO, VISTA, BATTITO 
con Francesca Rigotti, filosofa
Si dice che il respiro sia sempre stato sinonimo naturale di vita e simbolo assoluto dell’esistenza. Eppure, il respiro non è l’unico principio che gli esseri umani abbiano considerato sorgivo: presso i greci, ad esempio, era la luce l’elemento vitale per eccellenza. E che cosa dire del battito del cuore, che ritma l’intera esistenza e fino alla morte palpita per proprio conto? Ne parla Francesca Rigotti al Museo Nazionale del Risorgimento, Aula della Camera sabato 26 settembre alle 18.30.

18.30 – 22.30 Casa del Quartiere di San Salvario
SNODI CONTEMPORANEI
Presentazione del progetto “Snodi temporanei di raccolta e distribuzione di beni alimentari per persone in difficoltà” a cura di
Rete delle case del quartiere Aps
In collaborazione con Unione Buddhista Italiana
Negli ultimi mesi abbiamo fatto l’esperienza di non disporre di ciò che, forse impropriamente, chiamiamo la nostra libertà. Abbiamo dovuto adattarci e sperimentare modi di relazione che, se ci hanno fatto toccare con mano il senso del limite, ci hanno però restituito nuove forme di interazione. Alla presentazione del progetto sabato 26 settembre alle 18.30 presso la Casa del Quartiere di San Salvario, seguono la cena dei volontari e, alle 21.00, lo spettacolo di improvvisazione teatrale La Casa di Quarta a cura di Teatrosequenza.
Prenotazioni info@casadelquartiere.it | 011 6686722

21.00 Piazza Carlo Alberto, Padiglione Torino Spiritualità
L’ARTE APRE IL RESPIRO
con Mons. Derio Olivero, vescovo
«Malato di Covid, ho imparato che ogni respiro è un regalo. Per vivere abbiamo bisogno di respirare, abbiamo bisogno di aperture. E questo è ciò che insegnano molti dipinti di Monet, di van Gogh, di Chagall». Alle 21 presso Piazza Carlo Alberto, Padiglione Torino Spiritualità, Mons. Derio Olivero racconta un intreccio di autobiografia e arte sotto il segno della meravigliosa Crocifissione bianca di Chagall.
Ingresso Euro 5

21.00 Cortile di Combo
VENTO, RESPIRO DEL MONDO: CRISTOFORO COLOMBO
con Giulio Busi, filologo
Di tutti i misteri che avvolgono la vita di Colombo, il segreto più importante è il vento. Il miracolo dell’andata al nuovo mondo e quello, non meno stupefacente, del ritorno si basano sul gioco dei venti, un gioco che Cristoforo ha intuito prima e meglio di chiunque altro. Dalla sua recente biografia del navigatore, Giulio Busi trae la sapienza quattrocentesca dei venti misteriosi dell’Atlantico e mostra come dal vento nasca l’età moderna nel Cortile di Combo sabato 26 settembre alle 21.

21.30 il Circolo dei lettori, Sala Grande
VERA VIRTUAL EXPERIENCE REAL APPROACH | QUIETE
Con la partecipazione musicale di Vera Ensemble
Un progetto di associazione Fluxlab
Con il sostegno di Compagnia Di San Paolo
VERA è una ricerca tecnologica, sociale e artistica, un nuovo concetto di performance immersiva in cui, attraverso l’uso di Virtual Reality, musica e battimenti binaurali, vengono esplorate le emozioni umane. In occasione del festival Spiritualità viene proposto in anteprima uno dei 5 capitoli del progetto: Quiete. Il progetto dell’associazione Fluxlab è all Circolo dei lettori sabato 26 settembre alle 21.30 con la partecipazione musicale di Vera Ensemble.
Per partecipare, una volta prenotati, occorre registrarsi su www.progettovera.com
In replica domenica 27, quattro turni: ore 10.00., 11.30, 14.00, 15.30

Il programma di domenica 27 settembre 

6.30 Giardini Sambuy
SHAKUHACHI. MELODIE PER L’ALBA
Con Marco Lienhard, suonatore Di shakuhachi, letture Francesco Puleo, Selezione Testi Rev. Elena Seishin Viviani
In collaborazione con Giardino Forbito
Lo shakuhachi è il tradizionale flauto verticale giapponese in bambù, strumento di cui l’artista svizzero Marco Lienhard è un vero virtuoso. Ascoltare il soffio che si fa suono mentre sopraggiunge l’alba è esperienza di delicata bellezza. Con Marco Lienhard, suonatore Di shakuhachi, letture Francesco Puleo e selezione Testi Rev. Elena Seishin Viviani ai Giardini Sambuy alle 6.30 domenica 27 settembre.
Ingresso Euro 8 | Ridotto Carta Extra Euro 5

10.00 – 12.00 Cimitero Monumentale
IL SOFFIO CREATIVO. PASSEGGIATA STORICA
Replica.
Due turni: 10.00 e 11.30 il Circolo dei lettori, Sala Grande
VERA VIRTUAL EXPERIENCE REAL APPROACH | QUIETE
Replica.

11.00 Museo Nazionale del Risorgimento, Aula della Camera
QOHELET, IL SOFFIO INFINITO
Con Ludwig Monti, monaco e biblista
Gioiello di sapienza contenuto nell’Antico Testamento, Qohelet fonde luce e tenebra, prestandosi a letture di segno opposto. Manuale di scetticismo radicale per alcuni, testo attraversato da un soffio di misteriosa levità per altri, questo piccolo libro è una scossa a ogni esistenza, un invito a guardare la realtà con nuovi occhi. Con Ludwig Monti, monaco e biblista, in pubblico entra nel mistero del Qohelet domenica 27 settembre alle 11, al Museo Nazionale del Risorgimento, Aula della Camera.

11.30 Piazza Carlo Alberto, Padiglione Torino Spiritualità
SENZA RESPIRO: IL CHIUSO E L’APERTO NELL’ESISTENZA UMANA
con Massimo Recalcati, psicoanalista
Inspirare, espirare. Trattenere, liberare. Un doppio movimento, quello del respiro, che è simmetrico a quello dell’animo umano, sempre lacerato tra desiderio d’aperto e pulsione alla chiusura. Come creature marine che aspirino al profumo dell’oceano, lasciamo la riva alle nostre spalle, ma poco dopo già facciamo ritorno, servi volontari di un soffio contrario. Massimo Recalcati è in Piazza Carlo Alberto, Padiglione Torino Spiritualità domenica 27 settembre alle 11.30.
Ingresso Euro 8 | Ridotto Carta Extra Euro 5

Due turni: 14.00 e 15.30 il Circolo dei lettori, Sala Grande
VERA VIRTUAL EXPERIENCE REAL APPROACH | QUIETE
Replica.

15.00 Cortile di Combo
RESPIRO DUNQUE SONO
con Massimo Recalcati, psicoanalista e Simone Regazzoni, filosofo
In collaborazione con Scuola Holden
Per molto tempo la filosofia è stata pensata come un discorso teorico, che poco o nulla avrebbe a che fare con la nostra esistenza concreta. Eppure in origine le cose non andavano così: la filosofia, con Platone, nasce in una palestra a nord-ovest di Atene come allenamento dell’anima e del corpo. E da qui deve ripartire oggi, abbandonando la postura cartesiana del “penso dunque sono” per la postura del corpo vivente che dice: “respiro dunque sono”. Ne parlano nel Cortile di Combo domenica 27 settembre alle 15 Massimo Recalcati, psicoanalista e Simone Regazzoni, filosofo.
Ingresso Euro 5

15.30 Piazza Carlo Alberto, Padiglione Torino Spiritualità
SOFFIO DIVINO E RESPIRO UMANO NELLA MISTICA EBRAICA
Con Giulio Busi, filologo
All’inizio era il soffio: “Uno, spirito del Dio vivente; due, spirito dallo spirito di santità”. Lo afferma il Libro della formazione, il testo più profondo di tutta la tradizione mistica ebraica. Giulio Busi, direttore dell'Istituto di giudaistica alla Freie Universität di Berlino, esplora il simbolismo di ruah, la parola che, nella lingua santa, cattura il ritmo cosmico. “Vento”, “soffio”, spirito”: nell’antica sapienza, microcosmo e macrocosmo si fondono e danzano all’unisono. Ne parla Giulio Busi in Piazza Carlo Alberto, Padiglione Torino Spiritualità domenica 27 settembre alle 15.30.

15.30 Museo Nazionale del Risorgimento, Aula della Camera
SVOLTE DEL RESPIRO. PAUL CELAN, THOMAS BERNHARD E IL SOFFIO DELLA REDENZIONE
Con Luigi Reitani, germanista e traduttore, introduce Federico Vercellone, filosofo
In collaborazione con Centro Culturale Protestante
Consapevolezza storica e riflessioni filosofiche si intrecciano nella raccolta poetica Atemwende (Svolta del respiro), pubblicata da Celan nel 1967. Qui il tema del soffio vitale è centrale, come lo sarà in Il Respiro. Una decisione (1978) di Bernhard. In entrambi i casi il soffio vitale implica il suo contrario: la malattia come processo naturale, il soffocamento sociale, il veleno dell’oppressione politica. Da «dono divino», il respirare si trasforma così in consapevole atto di resistenza, di poetica, di amore. Luigi Reitani, germanista e traduttore e Federico Vercellone, filosofo, accolgono il pubblico nelle svolte del respiro domenica 27 settembre alle 15.30 al Museo Nazionale del Risorgimento, Aula della Camera.

18.00 il Circolo dei lettori, Sala Grande
L’ARTE IN TUTTI I SENSI
Con Luca Beatrice, critico d’arte
Abbiamo a disposizione cinque sensi per conoscere il mondo, eppure nei confronti dell’arte si predilige la vista. Oggi però molte esperienze tendono a una plurisensorialità, talora immateriale, che spinge l’arte in direzione del coinvolgimento emotivo. Un percorso attraverso le opere di Ólafur Elíasson, Ryan Gander, Teresa Margolles e Luca Vitone per riflettere su come “respirare arte” non significhi solo contemplare, ma essere dentro l’opera. Luca Beatrice accompagna in un viaggio nell’arte al Circolo dei lettori domenica 27 settembre alle 18.

18.00 Museo Nazionale del Risorgimento, Aula della Camera
TOGLIERE FIATO AL RESPIRO. IL PRĀNĀYĀMA COME NON SI È MAI INTESO
Con Federico Squarcini, storico delle religioni e filosofie dell'India
Per l’animale umano l’aria che respira è luogo di quotidiana ambientazione, di cui è ospite e ospitante da migliaia di secoli. L’abitudine a tale condizione è così radicata da renderla quasi invisibile: l’aria respirabile è ormai nulla più che un bene di consumo, un diritto naturale e insindacabile. Ma prendendo spunto dagli antichi trattati indiani sulle “modalità di governo della respirazione” (prāṇāyāma), Federico Squarcini al Museo Nazionale del Risorgimento, Aula della Camera domenica 27 settembre alle 18 propone una lettura assai diversa di questa intima e intensa esperienza della nostra vita sensibile.

18.30 Piazza Carlo Alberto, Padiglione Torino Spiritualità
GLI EMARGINATI HANNO IL FIATO DOLCE
Con Marco Aime, antropologo, Federico Faloppa, linguista e Carlo Greppi, storico, modera Anna Pozzi, giornalista
“Gli emarginati hanno il fiato dolce” scriveva anni fa Alda Merini. Ma a osservare la realtà odierna verrebbe da dire che gli esclusi, quelli messi all’angolo o lasciati indietro, di fiato non ne hanno quasi più. Il loro respiro è oppresso da muri fisici e mentali, soffocato dalle onde, strangolato da parole capestro che non cingono per descrivere, ma per ingabbiare. L’incontro è con Marco Aime, antropologo, Federico Faloppa, linguista e Carlo Greppi, storico, modera Anna Pozzi, giornalista in Piazza Carlo Alberto, Padiglione Torino Spiritualità domenica 27 settembre alle 18.30.
Ingresso Euro 5

18.30 Cortile di Combo
RESPIRARE DI CONCERTO
Con Beatrice Venezi, direttore d’orchestra e Sebastian Schwarz, sovrintendente Teatro Regio
Musica Quartetto di violini della Scuola Popolare di Musica - Cineteatro Baretti
Se la musica è respiro, non solo in senso metaforico, l’orchestra è dove si impara a respirare insieme, traendo dalla molteplicità la perfetta armonia. Perché questo avvenga bisogna studiare il proprio soffio, rispettare quello degli altri, conoscere l’arte dell’attesa, riconoscere la fertilità dell’errore... una scuola di convivenza artistica e umana su cui volteggia la bacchetta del Maestro. L’appuntamento è al Cortile di Combo con Beatrice Venezi, direttore d’orchestra e Sebastian Schwarz, sovrintendente Teatro Regio accompagnati dalla musica del Quartetto di violini della Scuola Popolare di Musica - Cineteatro Baretti domenica 27 settembre alle 18.30.
Ingresso Euro 5

Torino spiritualità: il programma degli eventi online

Otto incontri in diretta streaming e on demand sulla pagina facebook del festival e su www.torinospiritualita.org

VENERDÌ 25 SETTEMBRE | 15.00
RESPIRARE PAGINE, IMMAGINARE MONDI
con Alberto Manguel, scrittore e traduttore e Armando Buonaiuto, curatore Torino Spiritualità
Leggere romanzi è fare esperienza sensoriale di altri mondi: osservarli mentre prendono consistenza poco a poco e poi entrarci d’un balzo per inspirarne le storie. Tra Alice e il capitano Achab, Cappuccetto Rosso e Madame Bovary, la dichiarazione d’amore di chi, nell’immaginazione letteraria, ha trovato il proprio respiro vitale. Alberto Manguel, scrittore e traduttore e Armando Buonaiuto, curatore Torino Spiritualità sono in diretta streaming e on demand sulla pagina facebook del festival e sul sito di Torino Spiritualità venerdì 25 settembre alle 15.

VENERDÌ 25 SETTEMBRE | 18.00
IL RESPIRO ANIMALE
Con i filosofi Leonardo Caffo e Felice Cimatti
Il nostro antropocentrismo ci porta a dare valore unicamente al nostro respiro, ma nel vasto mondo degli animali i respiri sono così tanti da costituire una sinfonia. E paradossalmente, proprio mentre noi eravamo prigionieri delle nostre case, il respiro animale ha guadagnato un’inedita libertà. I filosofi Leonardo Caffo e Felice Cimatti sono in diretta streaming e on demand sulla pagina facebook del festival e sul sito di Torino Spiritualità venerdì 25 settembre alle 18.

SABATO 26 SETTEMBRE | 11.00
IL RESPIRO PRIMA DEL SILENZIO
con Pablo D’ors, scrittore e Armando Buonaiuto, curatore Torino Spiritualità
Se per udire il suono del respiro bisogna essere capaci di silenzio, per non dissolvere il silenzio bisogna saper trattenere il fiato. La relazione che lega il silenzio al respiro è molto stretta, ma dove cercarla? Nella pratica della meditazione ad esempio, o nella vastità del deserto. Pablo D’ors, scrittore e Armando Buonaiuto, curatore Torino Spiritualità sono in diretta streaming e on demand sulla pagina facebook del festival e sul sito di Torino Spiritualità sabato 26 settembre alle 11.

SABATO 26 SETTEMBRE | 15.00
IL PROFUMO DI DIO
Con José Tolentino De Mendonça, cardinale
L’olfatto è la via di accesso a un linguaggio invisibile che pervade la realtà: ogni istante, ogni stagione, ogni persona ha il suo odore. La Bibbia stessa va letta non solo con la vista, ma anche con l’olfatto, perché quando le parole non bastano, il profumo si insinua tra le sue pagine come un inno o come un grido. José Tolentino De Mendonça, cardinale è in diretta streaming e on demand sulla pagina facebook del festival e sul sito di Torino Spiritualità sabato 26 settembre alle 15.

SABATO 26 SETTEMBRE | 18.00
ABBIAMO TEMPO
Con Pascal Bruckner, filosofo e scrittore e Elena Loewenthal, direttore Fondazione Circolo Dei Lettori
La vita si distende tra il primo respiro e l’ultimo sospiro. Un arco d’esistenza che, di generazione in generazione, si fa sempre più lungo. A espressioni come “la vita è un soffio”, si sostituisce un nuovo sentire: “abbiamo tempo”. Ma come attraversare gli anni extra di cui ci troviamo a disporre? Pascal Bruckner, filosofo e scrittore e Elena Loewenthal, direttore Fondazione Circolo Dei Lettori sono in diretta streaming e on demand sulla pagina facebook del festival e su www.torinospiritualita.org sabato 26 settembre alle 18.

DOMENICA 27 SETTEMBRE | 11.00
RESPIRO, LINGUAGGIO, VOLONTÀ
Con Andrea Moro, linguista e Elena Loewenthal, direttore Fondazione Circolo dei lettori
Coprire le orecchie per escludere i suoni. Serrare gli occhi per non vedere. Ma tappare naso e bocca e smettere di respirare? Non possiamo farlo che per qualche manciata di secondi (di minuti, se allenati) salvo poi recuperare con affanno quel che abbiamo perduto. Il nostro dominio sul respiro è limitato, e nasce forse da qui l’identificazione tra soffio e anima. Andrea Moro, linguista e Elena Loewenthal, direttore Fondazione Circolo dei lettori sono in diretta streaming e on demand sulla pagina facebook del festival e sul sito di Torino Spiritualità domenica 27 settembre alle 11.

DOMENICA 27 SETTEMBRE | 15.00
RESPIRO, CAOS, POESIA
con Franco “Bifo” Berardi, filosofo e Armando Buonaiuto, curatore Torino Spiritualità
Respiro, caos e poesia. Tre parole legate da un’idea: che la poesia possa riavvicinarci a una realtà sempre più astratta, sterile e asfittica. Nel caos contemporaneo che ci avvolge, nel ritmo accelerato che ci travolge, solo la parola poetica può salvare il linguaggio dalla stretta soffocante della tecnica. Franco “Bifo” Berardi, filosofo e Armando Buonaiuto, curatore Torino Spiritualità sono in diretta streaming e on demand sulla pagina facebook del festival e su www.torinospiritualita.org domenica 27 settembre alle 15.

DOMENICA 27 SETTEMBRE | 17.00
IL DIRITTO DI RESPIRARE
Con Roberto Saviano, scrittore
Il respiro è l’atto basilare dell’essere umano, emblema di vita nuda che ci accomuna tutti. Eppure davanti all’inermità di chi vive la vita con affanno siamo spesso indifferenti, e così non c’è giorno senza che un fiato venga soffocato, annegato, strozzato. Perché tanta riluttanza a comprendere che ciascun respiro ha diritto all’aria? Roberto Saviano è in diretta streaming e on demand sulla pagina facebook del festival e sul sito di Torino Spiritualità domenica 27 settembre alle 17.

Torino Spiritualità: la scuola di otium

Spazi di respiro per mettersi in cerca della propria essenza più autentica.
Ingresso singolo laboratorio Euro 12*
Ridotto Carta Extra (posti limitati) Euro 8*
*salvo dove diversamente indicato

Venerdì 25 settembre
10.00 – 13.00 il Circolo dei lettori, Sala Grande
RESPIRARE CONSAPEVOLI CON L'APNEA
con Giulio Caresio, istruttore e responsabile di zona Apnea Academy e maestro federale di apnea Fipsas e altri istruttori della scuola Mondapne
In collaborazione con Scuola Mondapnea Torino
Osservare, capire e poi guidare il proprio respiro in modo semplice, naturale e mirato, con esercizi e suggerimenti che derivano dall'esperienza diretta di chi da anni pratica l'apnea, la forma di digiuno più breve, profonda ed essenziale. L’appuntamento è al Circolo dei lettori con Giulio Caresio, istruttore e responsabile di zona Apnea Academy e maestro federale di apnea Fipsas e altri istruttori della scuola Mondapne venerdì 25 settembre dalle 10 alle 13.
Si raccomandano abiti comodi e tappetino.

14.30 – 17.00 il Circolo dei lettori, Sala Gioco
IL RESPIRO CONSAPEVOLE COME VEICOLO VERSO UNA MENTE MEDITATIVA
con Rosi Grillo, insegnante yoga
Il respiro collega il corpo-materia al vasto campo mentale-emozionale, due dimensioni che si influenzano reciprocamente. Utilizzare il respiro in modo corretto aiuta a conoscere più in profondità la mente e a raggiungere uno stadio di consapevolezza. Nello yoga, infatti, la pratica del respiro consapevole diviene fondamento della meditazione. L’incontro è al Circolo dei lettori venerdì 25 settembre dalle 14.30 alle 17 con Rosi Grillo, insegnante yoga.
Posti limitatissimi. Si raccomandano abiti comodi e tappetino.

18.00 – 20.30 il Circolo dei lettori, Sala Gioco
PRASSI DELLA PREGHIERA ESICASTA
con Maciej Bielawski, teologo
Conosciuta anche come “preghiera del cuore” o “preghiera di Gesù”, la preghiera esicasta è stata elaborata principalmente dai mistici bizantini, trovando poi accoglienza in vari ambiti spirituali del cristianesimo. La prassi unisce disciplina corporea, controllo del respiro, sorveglianza dei pensieri e ripetizione di una frase sacra, al fine di unirsi a Dio e trovare pace. Il teologo Maciej Bielawski è al Circolo dei lettori venerdì 25 settembre dalle 18 alle 20.30.
Chi lo desidera può portare con sé cuscino da meditazione o tappetino (non indispensabili).

Sabato 26 settembre
10.00 – 12.00 Giardini Sambuy
IL SUSSURRO DEL MONDO. ESPERIENZE DI ASCOLTO E RESPIRO
Con Eric Minetto, scrittore
A cura di Giardino Forbito
Non urla, non grida, non alza mai la voce. È timido e discreto il respiro: sussurra appena, come un filo di brezza tra le foglie. Quello che sussurra però è il segreto della vita, che se ascoltato può portare gioia e serenità. Per questo, forse, il Buddha ha detto che “parlare è un bisogno, ascoltare un’arte”. Sabato 26 settembre dalle 10 alle 12, nei Giardini Sambuy Eric Minetto accompagna il pubblico in un'esperienza di ascolto e respiro. 
Ingresso gratuito. Prenotazione obbligatoria: giardinoforbito@gmail.com | 3356304455 | 3351462955. In replica domenica 27/9 stesso orario.

10.30 – 13.30 il Circolo dei lettori, Sala Grande
HARA, PUNTO DI EQUILIBRIO
Con Andrea Loreni, funambolo
Un respiro lento e profondo, una postura corretta e la giusta tensione che spinga verso l’alto e contemporaneamente radichi a terra. Questi gli elementi necessari per essere nello Hara, area energetica situata pochi centimetri sotto l’ombelico: punto d’equilibrio su cui lavorare per quietare la mente, trovare il proprio centro e, per i più temerari, avventurarsi su un filo sospeso in sala. L’appuntamento è con Andrea Loreni, funambolo, sabato 26 settembre dalle 10.30 alle 13.30 al Circolo dei lettori.
Si raccomandano abiti comodi, doppie calze, tappetino.

10.30 – 12.30 Galleria 57
RESPIRA LA MENTE E IL CORPO
con Emanuela Genesio, insegnante yoga
Imparare ad ascoltare il respiro è uno degli investimenti più preziosi che possiamo regalarci per ottenere benessere e longevità. Una lezione teorico-pratica per sperimentare i benefici del respiro consapevole attraverso tecniche estrapolate dal prāṇāyāma e dal Qi Gong terapeutico, e scoprire le basi filosofiche e anatomiche degli esercizi proposti. Sabato 26 settembre dalle 10.30 alle 12.30 Emanuela Genesio, insegnante yoga, tiene un incontro sull’ascolto del respiro a Galleria 57.
Ingresso gratuito. Posti limitatissimi. Si raccomandano cuscino da meditazione e coperta.

14.30 – 17.00 il Circolo dei lettori, Sala Gioco
IL CANTO BIZANTINO E GLI OTTO MODI DEL RESPIRO
con Irene Rotondale, cantore liturgico e musicoterapista e Iossif Restagno, protopresbitero della chiesa greco-ortodossa di Torino
Attraverso il canto liturgico e l'uso del corpo, un percorso spirituale e culturale alla scoperta della preghiera cristiana delle origini e di una tradizione canora che nel corso dei secoli si è conservata immutata. Al Circolo dei lettori sabato 26 settembre dalle 14.30 alle 17.00 il pubblico si addentra nell’armonia del canto Bizantino con Irene Rotondale, cantore liturgico e musicoterapista e Iossif Restagno, protopresbitero della chiesa greco-ortodossa di Torino.
Non sono richieste precedenti esperienze di canto.

Domenica 27 settembre
8.30 – 10.00 Arco Monumentale (ingresso Parco del Valentino)
ALLENARSI CON PLATONE E NIETZSCHE
con Simone Regazzoni, filosofo
All’apparenza antitetici, Platone e Nietzsche sono vicinissimi su un punto: concepiscono la filosofia come messa in gioco del corpo, come esercizio fisico. Prendendo spunto dalle pagine delle loro opere, un allenamento filosofico all’aria aperta, nel Parco del Valentino domenica 27 settembre dalle 8.30 alle 10.00 con Simone Regazzoni, per esercitare equilibrio, forza, coordinazione e imparare la “respirazione tattica”.
Si raccomandano tenuta sportiva e scarpe da ginnastica.

10.00 – 13.00 e 15.00 – 18.00 piscina Galileo Ferraris - Aquatica Torino
APNEA STATICA, RILASSAMENTO E RESPIRO
con Giulio Caresio, istruttore e responsabile di Zona Apnea Academy e maestro federale di Apnea Fipsas e altri Istruttori Della Scuola Mondapnea
In collaborazione con Scuola Mondapnea Torino e Aquatica Torino
Un'esperienza magica per toccare con mano come l'acqua e l’atto di trattenere il respiro possano favorire il rilassamento e creare lo stato fisico e mentale ideale per respirare al meglio, domenica 27 settembre dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00 nella piscina Galileo Ferraris - Aquatica Torino con Giulio Caresio, istruttore e responsabile di Zona Apnea Academy e maestro federale di Apnea Fipsas E Altri Istruttori Della Scuola Mondapnea.
Posti limitatissimi. Si raccomandano accappatoio, costume, cuffia, ciabatte, borsone da portare a bordo vasca. Consigliati tappetino, maschera o occhialini. Obbligatorio esibire certificato medico sportivo. La quota di iscrizione comprende anche la tessera sociale Mondapnea Torino, che dà diritto a partecipare alle attività della scuola per la stagione 2020-21 e a uno sconto del 20% sulle attività di Aquatica Torino.
In replica nel pomeriggio con orario 15.00 – 18.00

15.00 – 17.00 il Circolo dei lettori, Sala Gioco
UN GIORNO MORIREMO, MA TUTTI GLI ALTRI GIORNI NO
con Caterina Giavotto, tanatologa e Emanuela Pluchinotta, psicologa
La morte sorprende, imbarazza, terrorizza: è il grande tabù della nostra epoca, ma anche l'unica certezza. Come imparare a confrontarsi con il limite estremo? Attraverso il respiro e la meditazione. Un laboratorio interdisciplinare per imparare a vivere pienamente alla luce della nostra condizione mortale con Caterina Giavotto, tanatologa e

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.