La totalità di Costas Varotsos torna in mostra a Torino al Giardino Grosa

La totalità di Costas Varotsos torna in mostra a Torino al Giardino Grosa

Cultura Torino Venerdì 27 settembre 2019

Torino - La Totalità, opera del Maestro greco Costas Varotsos, torna a far bella mostra di sé a Torino. L’opera era stata collocata a Torino nel 1999, nei giardini Martini, punto di riferimento del quartiere Cit Turin. I cittadini, a cui erano state prospettate tre diverse soluzioni per riqualificare l’area, si erano espressi in favore del progetto firmato dall’artista Costas Varotsos, noto scultore ateniese, che aveva proposto il monumento denominato Figura in movimento che rappresenta la “resurrezione, il passaggio ad una nuova vita” un’ardita struttura astratta, simile a un turbine, composta da strati sovrapposti di lastre triangolari in vetro, montate su elementi in acciaio sorretti da un perno centrale inclinato, anch’esso in acciaio.

Scultura alta nove metri, La totalità era costituita da elementi triangolari di vetro sovrapposti e ancorati a un’anima di ferro che permetteva di assumere una posizione non baricentrica, creando un’originale virtuosismo estetico, con un andamento che può essere definito elicoidale. Protetta alla base da una fontana circolare era stata collocata a cielo aperto al centro della piazza.

Nel 2017 il lavoro di Varotsos, presentando condizioni di degrado, è stato rimosso per essere riprogettato alla luce delle innovazioni tecnologiche e di un adeguato piano di manutenzione e conservazione. Nel corso degli anni, infatti, il monumento ha subito l’aggressione degli agenti atmosferici e l’invasione dei colombi che, attratti dal vicino mercato, stazionavano su di esso imbrattandolo. Situazione che, unita al malcontento dei cittadini, ha portato la Città di Torino a valutare l’opportunità di ricollocare l’opera in altra sede.

La totalità sarà dunque ricollocata nel Giardino Grosa, zona verde a fianco al grattacielo Intesa Sanpaolo di corso Inghilterra, 3. La rinascita della scultura, di proprietà del Comune, è stata possibile grazie al protocollo di intesa sottoscritto tra Città di Torino, Fondazione Centro Conservazione e Restauro “La Venaria Reale” e Intesa Sanpaolo, l’opera

«La Totalità dell’artista Costas Varotsos, sarà restituita alla cittadinanza che potrà tornare a godere di questo straordinario progetto artistico - sottolinea Francesca Leon, assessora alla cultura della Città di Torino -La reinstallazione nei giardini Grosa conclude un lungo, appassionante e impegnativo lavoro, realizzato con il prezioso supporto di Intesa Sanpaolo e del Centro Conservazione e Restauro La Venaria Reale, in stretta connessione con i tecnici dell’Assessorato alla Cultura. Ringrazio tutti coloro che hanno collaborato con noi per raggiungere questo importante traguardo. In primo luogo il Maestro Varotsos, che ha accolto la proposta di ricollocazione della sua scultura, rimettendosi al lavoro sul suo progetto insieme ai tecnici del Comune e agli esperti del Centro Conservazione e Restauro. Un lavoro realizzato da tutti con professionalità e passione. Un grazie particolare a Intesa Sanpaolo, partner dell’iniziativa, sensibile sostenitore dei progetti di valorizzazione artistica».

La nuova area vede la presenza di 200 metri quadri (13 metri per 15,30 metri trasversali, determinati su 3 lati dalla presenza della pavimentazione esistente) ed è adiacente a corso Vittorio Emanuele II, a lato dell’ingresso principale del grattacielo Intesa Sanpaolo, dove, su idea dell’artista, ‘La Totalità’ emergerà, in un angolo dei giardini, da una collinetta di verde e sarà delimitata da arbusti che rappresentano un deterrente contro possibili atti vandalici pur assicurando un giusto punto di vista complessivo della struttura.

«In questi anni Intesa Sanpaolo ha confermato un’attenzione particolare alla ricchezza artistica e culturale di Torino, in stretta e costante sinergia con le istituzioni pubbliche. Questo dialogo continua con l’impegno a riconsegnare alla comunità una testimonianza d’arte che le appartiene, l’originale scultura dell’artista greco Varotsos, rivalorizzata insieme al Centro Conservazione e Restauro “La Venaria Reale” con cui condividiamo importanti restauri di capolavori del passato e contemporanei. La “restituzione” dell’opera Totalità è anche un significativo contributo a rendere ancora più vivo il Giardino Grosa di fronte al Grattacielo»,ha commentato Michele Coppola, Executive Director, Arte Cultura e Beni Storici Intesa Sanpaolo.

L’opera del Maestro Varotsos sarà costituita da lastre di vetro sovrapposte poggiate su una struttura metallica e fissate tra loro con materiale siliconico. I piani, che ricopriranno completamente la struttura di sostegno, seguiranno un andamento elicoidale raggiungendo un’altezza superiore ai 9 metri. La scultura sarà inoltre sbilanciata in una direzione rispetto alla base di appoggio dando nel complesso un’impressione di movimento come progettato dall’artista. La struttura metallica, che consentirà l’appoggio delle lastre di vetro, sarà costituita da 3 tronchi di tubo centrali ai quali verranno saldate coppie di vassoi orizzontali.

Nella nuova installazione sarà assecondato con maggior gradualità l’andamento inclinato della struttura disponendo il primo tronco non più verticale ma inclinato di 10 gradi rispetto al progetto originario. Per mantenere nel tempo le caratteristiche, la funzionalità, l’efficienza e il valore della scultura è stato programmato un piano di manutenzione, che sarà sostenuto da Intesa Sanpaolo.

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.