Turin Coffee 2019: torna il Salone del Caffè di Torino. Il programma

Turin Coffee 2019: torna il Salone del Caffè di Torino. Il programma

Food Torino Giovedì 30 maggio 2019

Torino - Sarà ancora Piazza Carlo Alberto, una delle principali piazze del centro storico di Torino, situata alle spalle di Palazzo Carignano e a pochi metri da Piazza Castello, il palcoscenico in cui prenderà vita la seconda edizione del Turin Coffee, il Salone del Caffè, nato dall’unione di intenti di tre eccellenze cittadine, Lavazza, Caffè Vergnano e Costadoro che hanno deciso di dare un seguito a quanto seminato lo scorso anno, sedendosi ancora una volta intorno al tavolo dell’Assessore al Commercio Alberto Sacco, insieme alla To-be Events con il solo fine di costruire qualcosa che avesse come unica mission quella di fare Cultura.

Una simile premessa non poteva certo prescindere dal coinvolgere da un lato le piccole torrefazioni locali (Antica Torrefazione, Caffè Boutic, Caffè Malabar, Caffè Perrero, Dicaf Ghigo, Hobby Caffè, Il Caffè, Mokabar, Torrefazione Mike) espressione di quel saper fare e fare bene tipicamente italiano, e dall’altro SCA Italy, autorità di riferimento per l'eccellenza del caffè a livello internazionale.

Caffè e cultura hanno lo stesso aroma, proprio come cucina e cultura hanno lo stesso gusto. Alla base la voglia di custodire il passato, raccontare il presente e inventare il futuro. Si farà cultura con i migliori head trainer, si degusteranno piatti stellati, gelati gastronomici, cocktail a tema, e ci sarà una mostra fotografica dedicata. E i bambini? Durata il Salone del Caffè è prevista un’area dedicata ai più piccoli, che sarà teatro di workshop, attività ludiche di disegno, di Pet Therapy e laboratori tecnologici. Ai grandi invece spetta il compito di dare il buon esempio, sostenendo attivamente la Onlus coinvolta nel progetto, CasaOz.

Torino è un'indiscussa capitale del gusto, è stata la prima capitale del Regno d’Italia, ed è qui che sorsero alla fine del 1700 i primi caffè, veri luoghi d’élite. Parliamo dei caffè storici, il vero salotto di Torino, ciò che la rende indiscutibilmente la città, la capitale italiana del caffè, gli stessi caffè che vi sarà permesso visitare grazie ad una collaborazione con Turismo Torino che per l’occasione metterà in campo le migliori guide turistiche. 

I numeri dello scorso anno parlano chiaro: 40.000 sono stati i passaggi, 200 i kg di caffè consumati, per un totale di 28.000 caffè serviti, insieme a 150 litri di latte e 1.000 kg di ghiaccio consumati. Vogliamo fare meglio, vogliamo crescere ancora ma la formula non cambia, infatti tutte le degustazioni, all’interno del Salone del Caffè di Torino, saranno completamente gratuite, comprese quelle firmate dai pastry chef, dagli chef stellati, dai maestri gelatieri, dai bartender. E tutte le donazioni che verranno fatte nella due giorni saranno devolute all’Associazione CasaOz. 

Non solo torrefazioni, non solo pastry chef, mastri gelatai ed esperti di mixology, ma anche campioni del caffè, il tutto in chiave sostenibile, al passo con i temi del momento. Presente anche la fotografia con Dalla Pianta alla Tazzina: si chiama così il percorso fotografico realizzato da Lavazza, Caffè Vergnano, Costadoro e da tutte le Torrefazioni presenti al Turin Coffee, pensato per raccontare una materia viva, con un linguaggio universale, quello fotografico che andrà a toccare tutti i sensi umani. Protagonista il chicco di caffè, della sua lavorazione, della coltivazione, dell’estrazione dei semi, del farsi nettare, del rumore delle tazzine. La mostra, aperta al pubblico e fruibile gratuitamente per l’intera durata del Salone Internazionale del Caffè, vuole farsi rivelazione e portare ad un progresso culturale intorno al caffè, protagonista di un rito italiano universalmente riconosciuto. Quattro le macro-aree che saranno affrontate: Bacca, Crudo, Lavorazione ed Estrazione.

Tutto il programma della intensa due giorni di Turin Coffee è online.

Potrebbe interessarti anche: , Spesa a domicilio a Torino: i negozi aderenti. L'elenco aggiornato , Alberto Marchetti e lo smartworking in gelateria: la formazione arriva online , Stappatincasa: l'aperitivo ai tempi del Coronavirus. L'idea di un imprenditore piemontese , Dolci Portici 2020: Torino capitale della pasticceria tra cioccolato, gelato e «galuperie» , Notte Rossa Barbera: cibo del territorio e musica dal vivo tra Torino, Alba, Bra, Asti e Nizza Monferrato

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.