Blocco auto a Milano e in Lombardia dal 23 febbraio 2021: in quali orari, fino a quando e chi può circolare

Blocco auto a Milano e in Lombardia dal 23 febbraio 2021: in quali orari, fino a quando e chi può circolare

Attualità Milano Lunedì 22 febbraio 2021

Milano - Da diversi giorni il costante innalzamento dei livelli delle polveri sottili a Milano era sotto attenta osservazione, tanto che il Comune aveva deciso la riattivazione delle telecamere della ztl Area C da mercoledì 24 febbraio 2021, dopo oltre 3 mesi di stop. Ora è stato ufficialmente certificato da Arpa il superamento della prima soglia prevista dei valori di Pm10 per quattro giorni consecutivi, e dunque, nel rispetto delle misure antismog vigenti in Lombardia, scatta il blocco delle auto più inquinanti.

Il blocco delle auto inquinanti è in vigore a Milano da martedì 23 febbraio 2021, e dunque un giorno prima della riattivazione di Area C: le misure temporanee ed emergenziali di primo livello per il miglioramento della qualità dell’aria riguardano principalmente il blocco alla circolazione delle autovetture private diesel euro 4 (anche se con filtro antiparticolato) in orario 8.30-18.30, in aggiunta alle limitazioni permanenti invernali, dal lunedì alla domenica compresa. Per quanto riguarda i diesel da euro 0 a euro 3, lo stop è previsto in orario 7.30-19.30 dal lunedì al venerdì per tutti i veicoli, mentre il sabato e la domenica l'orario è 8.30-18.30 per le auto private e 8.30-12.30 per i veicoli commerciali.

Fermi anche i veicoli a benzina euro 0, in questo caso solo dal lunedì al venerdì in orario 7.30-19.30. Stessi orari (e stessa esclusione del weekend) per i motocicli e i ciclomotori a due tempi Euro 1, il cui blocco è però unicamente previsto nei comuni di Fascia 1 di oltre 30 mila abitanti (oltre che negli altri comuni aderenti a titolo volontario).

Le misure di primo livello prevedono anche il divieto di sosta con motore acceso per tutti i veicoli e il conseguente potenziamento dei controlli sulla circolazione dei veicoli nei centri urbani. Per il miglioramento della qualità dell'aria è anche vietato l'utilizzo dei generatori a legna per il riscaldamento domestico con classe di prestazione emissiva, quest'anno, fino a 3 stelle comprese; viene introdotto il limite a 19° per le temperature medie nelle abitazioni e negli esercizi commerciali (con tolleranza di 2°); è inoltre attivo il divieto di combustione all'aperto (residui vegetali, falò, barbecue, fuochi d'artificio) e il divieto di spandimento di liquami zootecnici. Con l'attivazione delle misure di primo livello in Lombardia scatta anche l'invito a potenziare lo smart working.

Oltre che a Milano, le misure di primo livello per il miglioramento della qualità dell’aria sono valide anche in gran parte della Lombardia: per la precisione, in tutti i comuni con più di 30 mila abitanti (e negli altri aderenti su base volontaria) della Città Metropolitana di Milano e nelle province di Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Monza e Brianza, Pavia e Varese. La sola provincia di Sondrio è dunque esclusa.

Quanto durano le misure antismog? Fino a quando sono validi i divieti? Il blocco parte martedì 23 febbraio 2021 ed è in vigore fino alla verifica del rientro dei livelli di criticità. I giorni di controllo in cui viene stabilito se attivare - prorogare, in questo caso - le misure antismog a partire dal giorno successivo sono il venerdì e il lunedì. Il rientro dal livello di criticità è previsto quando si registrano due giorni consecutivi di concentrazione misurata al di sotto del valore limite di 50 µg/m³, oppure in alternativa, quando la concentrazione del giorno precedente il giorno di controllo è misurata al di sotto del valore limite di 50 µg/m³ e contemporaneamente le previsioni meteorologiche e di qualità dell'aria non prevedano per il giorno in corso ed il giorno successivo condizioni favorevoli all’accumulo degli inquinanti.

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.