Genova, più bus e metro per la fase 2: misure di sicurezza e regole dal 4 maggio

Genova, più bus e metro per la fase 2: misure di sicurezza e regole dal 4 maggio

Attualità Genova Giovedì 30 aprile 2020

Altre foto

Genova - Lunedì 4 maggio 2020 scatta la fase 2 dell’emergenza sanitaria da Coronavirus e anche Amt Genova, prevedendo un incremento dei passeggeri che si spostano in città, adegua il proprio servizio intensificando le corse di bus, metropolitana e impianti verticali. Nello specifico, il servizio bus passa dall’attuale 70% delle corse, rispetto al servizio invernale feriale, all’80% (rete e orari sul sito di Amt). Sono rafforzate, in particolar modo, le linee di forza che sono quelle che hanno registrato nelle ultime settimane il maggior utilizzo da parte dei cittadini. L’incremento delle corse è focalizzato nelle giornate feriali, dal lunedì al venerdì. Così come fatto in queste ultime settimane, continua il monitoraggio circa l’adeguatezza del servizio.

La metropolitana di Genova mantiene l'attuale nastro orario, con apertura nei feriali alle ore 5 e chiusura alle 21, ma intensifica il servizio feriale passando dall’attuale 58% delle corse, rispetto al servizio feriale invernale ordinario, al 70%. La frequenza dei treni passa da 10 a 6/7 minuti. Sul fronte degli impianti verticali, la novità è la riapertura della funicolare Sant’Anna, che dal 4
maggio è in servizio tutti i giorni dalle ore 7.10 alle 19.50.

In osservanza alle disposizioni previste dall’ultimo Dpcm, cambiano le norme per viaggiare con il sistema intermodale di Amt Genova. A bordo dei diversi servizi si deve salire muniti di mascherina, si devono osservare le forme di distanziamento sociale e ci si può sedere solo sui sedili ove non sono presenti adesivi di divieto. Per i bus non si deve, inoltre, oltrepassare la catenella che divide la zona dell’autista, si devono utilizzare rigorosamente le porte di salita e discesa per dividere i flussi in entrata e in uscita dai mezzi. In metropolitana sono disciplinati i flussi dei passeggeri, e per garantire spostamenti ordinati sono chiusi alcuni accessi delle stazioni genovesi. Alcuni provvedimenti di chiusura, concordati con gli enti coinvolti, partono giovedì 30 aprile, altri lunedì 4 maggio. Di seguito il dettaglio delle chiusure:

  • Stazione metro Dinegro: a partire da giovedì 30 aprile 2020 è chiuso l’ingresso lato mare (direzione levante). Restano aperti l’ingresso lato mare/ponente (in corrispondenza dell’ascensore) e lato monte (piazza Dinegro);
  • Stazione metro Brignole: a partire da giovedì 30 aprile 2020 a Brignole sono chiusi la rampa di accesso lato Canevari/Bisagno e il relativo ascensore. A partire da lunedì 4 maggio 2020 l’ingresso alla stazione metro può avvenire solo da piazza Raggi e, dal lato di piazza Verdi, utilizzando il sottopasso ferroviario di ponente. L’uscita può avvenire solo in via Canevari.

Per ricordare a tutti i viaggiatori le norme da osservare a bordo, Amt Genova ha definito una campagna di comunicazione che illustra, con pittogrammi molto intuitivi, i comportamenti autorizzati, obbligatori e suggeriti. La campagna è presente a bordo dei bus, in metropolitana e presso gli impianti verticali. Da lunedì 4 maggio personale di Amt Genova, presente alle principali fermate della rete, fornisce assistenza e informazione circa la corretta applicazione delle norme previste dal DPCM.

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.