25 Aprile 2020 a Genova: niente corteo per la Liberazione, ma dirette streaming e cerimonia

25 Aprile 2020 a Genova: niente corteo per la Liberazione, ma dirette streaming e cerimonia

Attualità Genova Venerdì 24 aprile 2020

25 Aprile 2018
© facebook.com/anpigenova

Genova - Non sarà il solito 25 Aprile. Genova si prepara a celebrare il 75esimo anniversario della Liberazione senza corteo e ritrovo in piazza. Si canta Bella Ciao dai balconi e dalle terrazze (sul canale youtube della Filarmonica Sestrese disponibile dalla mattina nella versione casalinga), per rendere omaggio ai partigiani. La giornata si svolge in circoscritti luoghi genovesi, con gli eventi disponibili in streaming, su facebook e altri canali online. Prevista anche la cerimonia privata al Ponte Monumentale.

Il primo appuntamento è al Teatro Carlo Felice. Si parte alle ore 10 con l'omaggio alle lapidi che ricordano i partigiani morti da una parte e l'atto di resa con l'apposizione dell'alloro. Poi, una versione per quintetto d'archi dell'Inno di Mameli in apertura del concerto vero e proprio (dalle ore 11), per la prima volta senza pubblico causa Coronavirus. Prevista anche la lettura di brani di condannati a morte della Resistenza, da parte del regista e attore Pino Petruzzelli, a cui segue il concerto,  trasmesso attraverso una diretta social sui canali di Regione Liguria, del Comune di Genova e sul canale streaming del Teatro Carlo Felice. Partecipano e intervengono il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, il sindaco di Genova Marco Bucci, il presidente dell’Istituto storico della Resistenza Giacomo Ronzitti e il sovrintendente del Teatro Carlo Felice Claudio Orazi.

Sabato 25 aprile 2020, dalle ore 9 alle 15, sui canali Facebook e Youtube di Goodmorning Genova c'è una diretta streaming non stop per raccontare le iniziative di commemorazione, offrire testimonianze di partigiani, spunti di riflessione, contributi di artisti e personaggi del mondo dello spettacolo e che termina con l'invito ad un flash mob collettivo dalle finestre delle case di tutti i genovesi. In programma, per il 25 Aprile 2020 a Genova, la testimonianza di Giordano Bruschi con Luca Borzani, oltre ai contributi di Maurizio Landini, segretario Generale della Cgil, Don Luigi Ciotti, presidente di Libera, e Mauro Lusetti, presidente nazionale di Legacoop. Tanti gli ospiti: da Massimo Recalcati ad Alberto Diaspro, da Moni Ovadia a Porpora Marcasciano. Poi gli interventi musicali con Roy Paci, Frankie Hi- Nrg, i Meganoidi e altri ancora. Non mancano show e viaggi virtuali in luoghi simbolo della Resistenza in Liguria.

Nel rispetto delle attuali disposizioni ministeriali per l’emergenza Coronavirus, la cerimonia del 25 Aprile al Ponte Monumentale (via XX Settembre, alle ore 10.30) è preclusa alla partecipazione della cittadinanza, compresi i rappresentanti di associazioni e istituzioni che solitamente presenziano al momento commemorativo. L’incontro popolare aperto a cittadini e istituzioni sarà organizzato in condizioni di sicurezza per la salute di tutti non appena terminata l’attuale emergenza. Presenti solo le autorità che depongono le corone: il sindaco Marco Bucci, in rappresentanza dell’intera comunità genovese, Giovanni Toti, presidente della Regione Liguria, Mino Ronzitti, presidente Ilsrec (Istituto Ligure per la Storia della Resistenza e dell′Età Contemporanea Raimondo Ricci) e Massimo Bisca, presidente provinciale ANPI genovese.

Potrebbe interessarti anche: , Spiagge libere a Chiavari: controlli, verifica dei posti liberi online e sanzioni , Lavoro a Genova: Aster assume con tre bandi. Come partecipare, domanda e requisiti , Liguria, il piano caldo 2020 con i 15 consigli per combattere afa e ondate di calore , Coronavirus Liguria, la nuova ordinanza: novità per bar, teatri e cinema , Sori: la spiaggia diventa a numero chiuso. Da quando e regole

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.