Nervi, approvati 5 progetti di riqualificazione: dai Parchi al porticciolo (senza piscina) - Genova

Attualità Genova Venerdì 18 ottobre 2019

Nervi, approvati 5 progetti di riqualificazione: dai Parchi al porticciolo (senza piscina)

Nervi, porticciolo
© Patano, wikipedia commons

Genova - La Giunta del Comune di Genova ha approvato, su proposta dell’assessore ai lavori pubblici Pietro Piciocchi, i progetti definitivi di cinque interventi nella delegazione di Nervi per un totale di 9 milioni e 400 mila euro. Due di questi progetti riguardano il Porticciolo di Nervi, con i lavori di riqualificazione dell’intera area e con il ridisegno del molo di protezione e delle banchine per la stabilizzazione del fondale del paraggio. 

Ci sono poi il progetto definitivo per l’adeguamento idraulico del torrente Nervi, che consente di rendere navigabile il tratto terminale e gli importanti interventi per la demolizione e ricostruzione degli accessi a mare dalla Passeggiata Anita Garibaldi, con i lavori di recupero e restauro dei Parchi storici di Nervi. Vediamo gli interventi di riqualificazione a Nervi nel dettaglio.

Riqualificazione del Porticciolo

Al posto dell’attuale piscina Mario Massa, sarò realizzata una nuova darsena con una sistemazione a gradoni e dalle forme morbide che consentirà di raccordare la piazza del porticciolo con il mare. Nell’area verranno ospitate attività sportive e per la piccola nautica. I lavori - importo 2 milioni e 500mila euro - partiranno a gennaio 2020.

Porticciolo: nuovo molo e nuova diga

Gli interventi prevedono - per un importo di 2 milioni e 700mila euro - l’adeguamento funzionale del molo di protezione e delle banchine. In programma ci sono la sistemazione della parte esterna del molo e la realizzazione di una nuova scogliera. Prevista anche la realizzazione di una diga soffolta per evitare fenomeni di interramento a mare. Alla fine dei lavori verrà alla luce un nuovo molo da 34 metri per l’accosto dei traghetti. E poi, verrà sistemata la parte di spiaggia per evitare fenomeni di erosione.

Torrente Nervi

I lavori - che partiranno all’inizio del 2020 per un valore di complessivo 2 milioni e 400mila euro - consentiranno di mettere in sicurezza il corso d’acqua in caso di piena massima. Gli interventi consistono nella realizzazione di argine sulla sponda destra e di una parte di argine in quella sinistra. Verrà poi spostata la briglia a circa trenta metri dal ponte per consentire la navigabilità della parte terminale del torrente.

Accessi a mare dalla Passeggiata

I lavori - importo 400mila euro - consistono in sistemazioni diffuse della scogliera danneggiata dalle recenti mareggiate. Ciò consentirà di rendere fruibile il tratto di mare dalla Passeggiata Anita Garibaldi. Verrà ripristinata una scala ora inagibile all’altezza di Villa Gropallo. Quest’ultimo progetto è statao realizzato all’interno delle strutture comunali.

Restauro e valorizzazione dei Parchi di Nervi

Lavori per un importo complessivo di 1.374.971 euro, con l’obiettivo di riportare al loro antico splendore le ville Serra, Grimaldi e Gropallo. L’intervento si inserisce in un'azione di più ampia valorizzazione del verde e dei parchi cittadini e consiste nella conservazione e recupero dell’impianto storico e dei caratteri scenografici dei parchi, attraverso la ricostruzione dei quadri visivi, la creazione delle quinte vegetali, il reinserimento degli elementi o dei gruppi isolati di alberi, il recupero o reinserimento di siepi e di vegetazione tappezzante delle aree ombrose e la riqualificazione dei prati.

«Si tratta di interventi che contribuiranno a cambiare in meglio il volto dell’intera delegazione - dice l’assessore comunale Pietro Piciocchi - per una fruizione sia da parte dei cittadini sia dei tanti turisti che visitano Genova. Abbiamo snellito le procedure per consentire un avvio rapido dei lavori e contiamo di poter partire già a gennaio con gli interventi sul Porticciolo. Puntiamo su una riqualificazione della baia di Nervi e di tutta l'area tra il porticciolo e i parchi storici, affiancata a interventi strutturali per mettere in sicurezza le zone più deboli di un territorio molto esposto a rischi idrogeologici, per poter restituire vivibilità e bellezza e dare continuità al rapporto tra mare, borgo e parchi, salvaguardando un patrimonio storico-paesaggistico che è una straordinaria risorsa di Genova».

Potrebbe interessarti anche: , Allerta meteo a Genova il 18 e 19 novembre: le disposizioni del Coc , Genova, apre una nuova boutique in via XXV Aprile: prenderà il posto di Gucci , Wall of Dolls and Art 2019 a Genova, giornata di eventi contro la violenza sulle donne: il programma , Allerta meteo a Genova e in Liguria per temporali e neve: info e previsioni del 18 e 19 novembre , Amt Genova: rimessa Mangini primo polo elettrico. Dal 2020 bus green a Ponente

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.