Genova, due semafori costruiti sulla rampa per disabili a Brignole

Genova, due semafori costruiti sulla rampa per disabili a Brignole

Attualità Genova Venerdì 15 febbraio 2019

© facebook.com/metrogenova

Genova - Nei giro di poche ore ha fatto il giro del web. Due pali dei semafori in corrispondenza delle rampe per disabili installati sul nuovo attraversamento pedonale di via Cadorna, a Genova Brignole tra la stazione e Piazza della Vittoria, rendendolo al momento inutilizzabile per chi è portatore di handicap. Il caso è stato evidenziato via facebook dall'Associazione Metrogenova, che ha scritto: «Mobilità sostenibile è anche mobilità accessibile. Qui siamo a Genova, nel 2019. Queste sono le rampe realizzate in corrispondenza del nuovo attraversamento pedonale di via Cadorna. I pali dei semafori sono stati eretti proprio nel mezzo di queste rampeChi avrà sbagliato? il progettista? chi ha approvato il progetto? chi lo ha realizzato? oppure chi ha approvato il lavoro così come è?».

Poi precisa l'associazione: «La nostra intenzione non era quella di "denunciare" nessuno, ma soltanto di mettere in evidenza il fatto che la mobilità accessibile per tutti è ancora distante e l'eliminazione delle barriere architettoniche è ancora troppo poco radicata nella vita di tutti i giorni. Basterebbe partire dal miglioramento di queste piccole situazioni, perchè tutti possiamo averne bisogno, dalla persona anziana che porta il proprio carrello della spesa al giovane che accidentalmente si è rotto una gamba».

È però possibile che, nelle prossime ore, il Comune agisca per sistemare l'inconveniente creato. Quest'area, infatti, è soggetta a un lungo cantiere e alle moifiche della viabilità dettate dal prosieguo dei lavori per la messa in sicurezza del torrente Bisagno.

L’Associazione Metrogenova, attiva dall'ormai lontano 2007, ha come obiettivo quello di studiare, valorizzare e promuovere le reti di trasporto pubblico in Genova e nella sua area metropolitana, con particolare riferimento a metropolitana, ferrovia urbana e suburbana e, in generale, ai sistemi in sede propria e/o riservata che garantiscano un elevato livello di mobilità sostenibile. Non ha fini di lucro e coinvolge sia persone che hanno esperienza nel settore del trasporto pubblico sia appassionati e curiosi.

Potrebbe interessarti anche: , Immuni App, sperimentazione in Liguria da giugno? La risposta della Regione , A Genova riapre il Cicloriparo, l'officina delle bici dove si impara a ripararle , Liguria, la nuova ordinanza su centri estivi, parchi divertimento, servizi per l'infanzia e aperture , Spiagge libere a Genova, aperte da sabato 30 maggio. Ecco come funzionano , Mascherine Coop in vendita in Liguria a 50 centesimi. Con limite d'acquisto

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.