M'Illumino di meno a Saluzzo: visite in penombra e monumenti spenti per riflettere sulla sostenibilità - Cuneo

M'Illumino di meno a Saluzzo: visite in penombra e monumenti spenti per riflettere sulla sostenibilità

Attualità Cuneo Venerdì 22 febbraio 2019

Cuneo - Con la giornata del 1 marzo riaprono i musei civici di Saluzzo e si celebra il ritorno di M’Illumino di Meno: una fortunata coincidenza che aggiunge entusiasmo alla rinnovata partecipazione dei musei all’iniziativa di Caterpillar e Rai Radio2.

I musei di Saluzzo partecipano all’iniziativa con l’apertura extra orario di Casa Cavassa e una visita tematica che tocca luoghi significativi, il tutto accompagnato dalle corroboranti tisane calde offerte al museo civico. Quest’anno il tema specifico della giornata, dedicata alla sensibilizzazione sul risparmio energetico e sugli stili di vita sostenibili, è l’economia circolare e quindi il recupero, il riuso, il riciclo e tutte le buone pratiche che prolungano e rinnovano la vita degli oggetti.

Il Comune di Saluzzo aderirà all'iniziativa "spegnendo" l'illuminazione di alcuni significativi monumenti cittadini: la Torre civica, la fontana di piazza Garibaldi e la facciata dell'ex caserma Mario Musso.

«La tematica del risparmio energetico è uno dei perni fondatori dell'attività amministrativa portata avanti negli ultimi anni - afferma al riguardo il Sindaco di Saluzzo, Mauro Calderoni - e i numerosi interventi di riqualificazione ed efficientamento energetico sugli immobili di proprietà comunale e sugli impianti di illuminazione pubblica ci hanno permesso di ottenere risultati significativi sia dal punto di vista ambientale, in quanto la riduzione di consumi determina la conseguente riduzione di emissioni inquinanti, sia dal punto di vista del contenimento della spesa. Senza tener conto dei cospicui incentivi ottenuti dal G.S.E. nell'ambito del conto termico, dal 2009 ad oggi il Comune di Saluzzo ha conseguito un risparmio annuo di 220.570 Euro per quanto concerne la spesa di energia elettrica, pari al un terzo del consumo totale, e di 318.859 Euro per quanto concerne la spesa per il riscaldamento, e in questo caso il consumo totale annuo si è addirittura dimezzato. 

Consapevoli che stiamo facendo la nostra parte, come ogni anno, in occasione di "M'illumino di meno", invitiamo tutti i Saluzzesi ad aderire all'iniziativa e contribuire così alla salvaguardia dell'ambiente, che passa anche attraverso le scelte quotidiane e l'impegno individuale di tutte le persone, mediante piccoli gesti concreti, quali ad esempio spegnere le luci quando non servono oppure abbassare l'emissione dei termosifoni, invece di aprire le finestre, quando la temperatura è più che sufficiente».

Il programma ideato a Saluzzo si sviluppa in due momenti e con due proposte: le visite guidate nella penombra e un’iniziativa tematica serale. Casa Cavassa anziché chiudere alle 18, prolungherà l’apertura fino alle 20.00 con visite guidate in partenza ogni mezz’ora (ultima visita alle 19.30). La penombra, suggestiva ed evocativa, impone l’ingresso esclusivamente al seguito della guida.

Alle 21.00 prenderà il via l’iniziativa tematica. La visita condurrà da Casa Cavassa alla Castiglia, alla ricerca dei segni e degli oggetti nella vita quotidiana del passato, di quando ancora non esisteva il concetto di economia circolare ma si praticava il riuso e il riciclo nella normalità, per necessità e consuetudine.

Non solo gli oggetti di Casa Cavassa ma anche l’acqua sarà un elemento importante; dal museo infatti si proseguirà verso il pozzo San Giovanni e la cisterna in Salita al Castello per riflettere sull’uso e riciclo legato a questo importante bene comune. Il passaggio presso il Palazzo Comunale, emblematico dello sviluppo rinascimentale della città, darà spunto anche al tema della gestione dei rifiuti nel passato.

La visita si concluderà intorno alle 22.30 in Castiglia, la fortezza attualmente sito museale, dove il racconto si chiuderà sul tema della guerra e dei suoi residui, i segni lasciati dai conflitti moderni. Tutti i visitatori a Casa Cavassa e i partecipanti alla visita guidata potranno riscaldarsi con una tisana calda, offerta dalla Bottega Colibrì- Commercio Equo Solidale di Saluzzo.

Le visite a Casa Cavassa hanno un costo di 2 euro a persona, mentre il costo della visita tematica è di 5 euro a persona. Entrambe le iniziative sono gratuite per ragazze e ragazzi con meno di 12 anni, accompagnati. Per partecipare è necessario prenotare all’Ufficio Turistico IAT, in piazza Risorgimento, 1, Saluzzo, al numero verde: 800392789 o con email.

Scopri cosa fare oggi a Cuneo consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Cuneo.