Outdoor Torino - Mercoledì 2 agosto 2017

Dove fare il bagno in Piemonte? I laghi balneabili dell'estate 2017

Torino - Chiare, fresche e dolci acque. Prendiamo a prestito il celebre verso di Petrarca per questo breve viaggio tra i laghi balneabili del Piemonte. Per un bagno, un tuffo, un po' di tintarella e refrigerio, non è certo indispensabile sopportare code chilometriche per arrivare sulle affollatissime spiagge: senza allontarsi troppo dalla città, sono diversi i laghi piemontesi che offrono una giornata all'insegna del divertimento estivo.

Ricordiamo sempre che prima di partire per la vostra giornata al lago, è sempre consigliabile controllare il bollettino dedicato alle acque di balenazione in Piemonte, che effettua campionamenti costanti per decretare la balneabilità delle acque lacustri. Dopo i necessari consigli, preparate armi e bagagli e viaggiamo insieme alla volta dei laghi dove fare il bagno in Piemonte, partendo proprio da quelli più vicini a Torino.

Uno dei luoghi più gettonato dai torinesi è senza dubbio il Lago di Avigliana ad una trentina di chilometri da Torino. Le acque fresche, splendenti e pulite del lago consentono la balneazione. È possibile sia godere delle spiagge private, sia di quella pubblica (Grigneto) attrezzata come un'area pic nic. E se dopo il bagno si vuole godere di un po' di fresco, si piò optare per una passeggiata nel Parco Naturale

A Chiaverano nel Canavese, a una cinquantina di chilometri da Torino si trova il Lago Sirio. Di origine glaciale, il lago è tutt'oggi alimentato da una sorgente. Oasi di pace per torinesi e turisti il Lago Sirio offre diverse possibilità di balneazione, con accesso a spiagge pubbliche e private. Una passeggiata a bordo lago è quasi d'obbligo.

Il Lago di Candia a Candia Canavese situato a 40 chilometri da Torino al 2 agosto risulta temporaneamente non balneabile. Se comunque volete fare un'escursione, potete scoprire una flora e una fauna unica, specialemente per quanto riguarda le specie di uccelli.

Ci spostiamo nella parte nord orientale del canavese e precisamente alla volta del Lago di Viverone a sessanta chilometri da Torino. Di origine glaciale il Lago di Viverone dal 2008 è tornato balneabile e presenta diverse spiagge, dai bagni con servizi e possibilità di affitto pedalò e natanti alle spiagge pubbliche, tra cui quella di Anzasco con zona erbosa e panchine. 

Per chi vuole allontarsi un po' di più dalla città segnaliamo anche il Lago d'Orta a 120 chilometri circa da Torino. Accesso pubblico alle spiagge si trova a Omegna, Nonio, Pella, San Maurizio d'Opaglio, Orta San Giulio e Pettenasco. I paesi sul lago, oltre che l'isola sono tutti da scoprire. Potete anche pensare a una gita alla volta del Sacro Monte che sovrasta il lago ed è patrimonio dell'Umanità Unesco.

A 150 chilometri da Torino alle porte del lago Maggiore, c'è uno dei laghi più puliti d'Italia, il Lago di Mergozzo. Anticamente braccio del Maggiore, oggi è un lago a parte di 6 chilometri di circonferenza. Molto amato da chi pratica sport acquatici il lago di Mergozzo dispone di un accesso libero con spiaggia cui è anche affiancata un'area dedicata alla ristorazione.

Ultimo lago del nostro viaggio, ma non certo per grandezza è il Lago Maggiore a 160 chilometri dal Capoluogo piemontese. Con i suoi 212 kmq il Lago Maggiore non ha certo bisogno di presentazioni. Una visita al lago e alle sue isole è sempre meritata e può anche essere l'occasione per un bagno in una delle tante spiagge presenti sulle rive. 

Se il nostro viaggio tra i laghi balneabili del Piemonte ancora non vi ha soddisfatto, vi ricordiamo che ci sono anche numerossimi torrenti e piscine naturali. Che aspettate a preparare le borse? E ricordatevi asciugamani e creme da sole. 

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.

Oggi al cinema a Torino

Demolition Amare e Vivere Di Jean-Marc Vallée Drammatico, Commedia U.S.A., 2016 Davis Mitchell fatica a ritrovare un equilibrio dopo la tragica morte della moglie. Quello che nasce come un banale reclamo a una società di distributori automatici si trasforma in una serie di lettere, nelle quali Davis fa delle confessioni personali... Guarda la scheda del film