Attualità Magazine - Lunedì 7 agosto 2017

Con_Vivere Festival: le reti il tema dell'edizione 2017

Altre foto

Contenuto in collaborazion con Con-vivere 

Magazine - Dopo le Frontiere, le Reti. Il tema dell’edizione numero dodici di Con-vivere, il Festival organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara sotto la direzione scientifica del professor Remo Bodei, è stato pensato come sviluppo di quello affrontato la passata edizione. 

Quest'anno il Festival si svolge, come di consueto, a Carrara dal 7 al 10 settembre.

Così, se lo scorso anno al centro erano i confini e le frontiere, questa volta le conferenze in programma indagheranno sui legami, i ponti, le relazioni. Un tema sconfinato che apre riflessioni enormi e interrogativi nuovi.

Alla base di Reti, il tema delle dinamiche delle relazioni affettive, umane e sociali che vedrà protagonisti il direttore scientifico del Festival Remo Bodei con L’individuo: crocevia di messaggi, una conferenza incentrata sull’individuo (in programma sabato 9 Settembre ore 18.30 Cortile Biblioteca Civica); il sociologo Paolo Crepet con Baciami senza Rete (Cortile Biblioteca Civica, giovedì 7 settembre), che invece indagherà l’effetto dei media e dei social e lo psichiatra Vittorino Andreoli  a cui è affidata una panoramica generale sugli elementi che sono alla base dei nostri legami con Alfabeto delle Relazioni, sabato 9 settembre presso il Cortile Biblioteca Civica.

Un secondo campo di indagini del Festival riguarderà i nuovi media e il mondo del digitale. Saranno protagonisti Federico Rampini che, con la conferenza dal titolo Rete padrona (venerdì 8 Settembre al Cortile della Biblioteca Civica), approfondirà il volto oscuro della rivoluzione digitale, partendo dalle grandi reti e dai giganti come Google e Amazon; il professore Maurizio Ferraris con Media (giovedì 7 settembre Cortile Biblioteca Civica) che ci aiuterà a comprendere le dinamiche dei nuovi mezzi di comunicazione, come ci condizionano e come cambiano il nostro essere umani e Dino Pedreschi con la conferenza dal titolo Big Data, per capire cosa significhi la gestione dei Big Data, ovvero l’analisi delle tracce digitali delle attività umane per comprendere la complessità sociale.

Due prospettive di analisi (quella delle relazioni affettive e umane e quella sull’indagine dei nuovi media) inedite per il Festival Con-vivere, che costituiscono una novità per un evento che, per tradizione, ha indagato a lungo sulle dinamiche politiche internazionali. E il focus sulla geopolitica mondiale non mancherà neppure nell’edizione 2017: con Alan Friedman, L’America dopo Trump  (domenica 10 settembre Cortile Biblioteca Civica) verrà analizzato come l’elezione di Trump abbia cambiato lo scenario mondiale; Marco Revelli con Populismo 2.0  (giovedì 7 settembre a Palazzo Binelli) approfondirà invece il nuovo populismo; un tema scottante e di grande attualità verrà invece affrontato dal capo della Polizia Franco Gabrielli che ci parlerà delle reti del terrorismo (venerdì 8 alle 17 Cortile Biblioteca Civica). Luigi Maria Vignali parlerà di Italiani all’estero e stranieri in Italia, mentre Cesare Maria Ragaglini  in una conversazione-intervista con il giornalista Alessandro Farruggia, (domenica 10 settembre Cortile Biblioteca Civica) ci consegnerà un quadro sulle relazioni internazionali partendo dagli eventi più recenti. 

Come sempre poi, anche questa edizione proporra alcuni excursus nel mondo della scienza: dopo il successo dello scorso anno tornerà Piergiorgio Odifreddi con Nella rete della matematica (venerdì 8 settembre presso il Cortile Biblioteca Civica) per parlare del concetto di rete partendo dalla matematica; Guido Tonelli che, con la conferenza Cercare mondi (venerdì 8 settembre a Palazzo Binelli) indagherà sulle origini dell’universo; Edoardo Boncinelli con Codice Genetico (sabato 9 Settembre), conferenza sul genoma, il nostro primo legame fra essere umani e Maria Chiara Carrozza per parlare di Robotica e mondo del lavoro (sabato 9 settembre Cinema Garibaldi).

A completare il quadro, il tema del Festival verrà declinato in musica, cinema, mostre, appuntamenti gastronomici, eventi legati al territorio e iniziative dedicate ai bambini.

Ad aprire gli eventi musicali del Festival, che quest’anno saranno tutti gratuiti: Mauro Pagani in concerto (giovedì 7 settembre alle 21.30 in Piazza Alberica), un protagonista degli ultimi cinquant’anni della storia della musica italiana, fondatore della Premiata Forneria Marconi, insieme ad altri quattro fantastici musicisti, a seguire (al Cortile delle Biblioteca Civica), Aeham Ahmad, che ha portato il  suo  pianoforte  in  strada  con  un  carretto  e  cantato  per  la  gente stremata  dall’assedio  delle  truppe di  Assad,  dai  jihadisti,  dai  bombardamenti  e  dalla fame, porterà a Con-vivere la sua testimonianza denuncia.

Venerdì 8 settembre (22.30 in Piazza Alberica) assisteremo al calore e all’energia dell’Orchestra di Piazza Vittorio, il miglior esempio di rete culturale, con i suoi musicisti che provengono a dieci paesi diversi e parlano nove lingue diverse.

Quello di Beppe Gambetta e Radim Zenkl (sabato 8 settembre ore 22.30 nel cortile della biblioteca civica), sarà un bel viaggio tra connessioni e contaminazioni che, prima dell’avvento di Internet, hanno dato il via a nuovi movimenti musicali e cambiato la storia: Travelin’Man, questo il titolo, è un concerto per raccontare gli incontri tra artisti che hanno dato vita a cambiamenti  fruttuosi e la nascita di nuovi generi musicali.

La consueta collaborazione con Gli amici della Lirica, porterà, sabato 9 Settembre (ore 21 in Duomo) O Padre, Figli, Sposa. Storie di Relazioni e affetti, un excursus tra sentimenti e parole che sono stati capaci di ispirare quelle tante arie che ancora oggi commuovono il mondo.

Infine, il pop e il ritmo africano di Enzo Avitabile e i Bottari di Portico (domenica 10 Settembre ore 22 in Piazza Alberica) chiuderanno gli appuntamenti con la musica di Con-vivere 2017.

I film, nella consueta rassegna cinematografica curata dalla produttrice Tilde Corsi, esploreranno il mondo dei media, della rete e dei social network con uno sguardo rivolto al passato, le origini del mondo della rete e delle sue trappole con The Net. Intrappolata nella rete, thriller del 1995 diretto da Irwin Winkler, e le trappole del mondo dei social con The social network, film di David Fincher sul fenomeno popolare di Facebook e i suoi fondatori. Per uno sguardo al presente e al futuro sempre più vicino, il documentario di Werner Herzog, Lo And behold - Internet: Il futuro è oggi,  analisi accurata della doppia faccia del digitale oggi, con importanti domande sul futuro di internet, e il film Her di Spike Jonze.  Con Perfetti sconosciuti di Paolo Genovese si indaga sul confine tra cose giuste e sbagliate, corrette e scorrette, disdicevoli o no, in un mondo dove tutto è il contrario di tutto in un intreccio di vite segrete.

Sarà l'attore Marco Giallini, il Rocco chirurgo plastico del film che salva la compagnia dai danni  inconsapevoli dei social, che, in una conversazione intervista con la giornalista Myrta Merlino, affronterà il tema con il pubblico di Con-vivere 2017. Un'interpretazione che lo vede candidato come miglior attore protagonista all'edizione 2016 dei David di Donatelllo e per cui si aggiudica il titolo di miglior attore protagonista ai Ciak d'oro e il Nastro d'argento speciale, insieme a tutto il cast.

La rassegna si concluderà con Mad Max: Fury Road, il film di fantascienza di George Miller (domenica ore 21) e la sua visione apocalittica, ambientata ai confini del futuro più remoto del nostro pianeta, in un paesaggio desertico e desolato dove i pochi umani sopravvissuti lottano furiosamente per sopravvivere.

Tante anche le mostre in programma. Tra realtà e intimità si indagherà sulla sempre più crescente propensione a mostrare la propria intimità attraverso i social network, piuttosto che nella vita reale di ogni giorno, tesi così a farla apparire, su luccicanti schermi, più piena ed emozionante di quanto in realtà sia. Saranno le foto di Viviana Di Matteo Social Intimacy a farci riflettere su questa contraddizione dei giorni nostri.

Sarà un'esperienza unica quella che il popolo di Con-vivere potrà fare grazie alla mostraCon gli occhi di Medici senza Frontiere (in programma presso lo spazio ex Martinelli) che ripercorre alcune tappe importanti della storia di Medici Senza Frontiere, soffermandosi sui contesti di maggiore attualità ed offrendo uno spaccato delle sfide e dei dilemmi che la più grande organizzazione medico-umanitaria indipendente al mondo deve quotidianamente affrontare. I visitatori potranno indossare visori in 3 D e fare un tour virtuale nei progetti di Medici senza Frontiere, vedere scene a 360 gradi sui luoghi di crisi e i conflitti in cui opera l'associazione.

I continenti e i popoli che li vivono, il filo conduttore, il legame che unisce il pittore con il mondo intero attraverso  le sue opere, il suo linguaggio; e i legami tra civiltà geograficamente lontane e culturalmente diverse sono alla base di Paesaggi e Volti in Relazione Civiltà Popoli Religioni, dipinti di Marina Serri in programma a Palazzo Binelli: un percorso espositivo che si articola attraverso i dipinti della pittrice nati dalle esperienze dei suoi viaggi.

Con-vivere Carrara Festival, in collaborazione con Instagramers Massa-Carrara propone poi #reticoli, un challenge fotografico sulle interconnessioni a livello globale e l'interattività delle comunicazioni presenti nella quotidianità di tutti noi.

Infine, presso la biblioteca civica, Ti lovvo. Affetti e relazioni nell'era di internet, la mostra delle opere degli studenti del Liceo Artistico Gentileschi che hanno partecipato al concorso promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Carrara per approfondire il tema del Festival numero dodici.

Il lavoro di rete con le associazioni locali, anche quest’anno porterà a Con-vivere diversi appuntamenti alla scoperta del territorio, a partire dalle passeggiate nel centro storico con l’Accademia Albericiana che indagheranno il legame della città col sacro (Davide Lambruschi), col profano (Daniele Canali), con l’arte (Corrado Lattanzi) e con gli stranieri (Marzia Dati).

L’associazione Astrofili di Massa-Carrara organizzerà i laboratori di osservazione astronomica, mentre Piazza delle Erbe sarà dedicata anche quest'anno ai diritti con attività ricreative e di riflessione proposte dalla Accademia Apuana della pace.

In programma anche tre appuntamenti dedicati allo yoga curati dall’associazione yoga Mandarava a Palazzo Forti.

 L’Istituto Alberghiero di Marina di Massa presenterà proposte di cucina che indagheranno il rapporto fra cucina, territorio e salute, con prodotti locali, nutrizionista e show cooking con assaggio finale. Mentre la Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara ha invitato tutti i bar, enoteche, ristoranti del centro a presentare, entro il 13 luglio, una proposta a tema, un menù in merito al tema del Festival.

Infine, come sempre, spazio alle attività per bambini: giochi, letture e laboratori per indagare le relazioni partendo dalle emozioni, e dalla creatività nel costruire assieme una rete intrecciata con file e tessuti come quella proposta nel laboratorio curato dall’associazione Mastrioska di Ernica Pizzicori. Previsto un appuntamento dedicato alla scienza a cura di Toupie per scoprire assieme reazioni e legami ed effetti facendo esperimenti come piccoli scienziati.

Fondamentali, anche per Con-vivere 2017 saranno i volontari: duecento, principalmente studenti delle scuole cittadine, in maglia arancione che collaboreranno con lo staff del festival. Con-vivere è organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara esarà possibile anche grazie al prezioso sostegno di sponsor e partner: Banca Carige, Fondazione Marmo onlus, Conad, Studi d’Arte Cave Michelangelo, Franchi Umberto Marmi, Furrer, Società Apuana Marmi, Santucci Group, Porto di Carrara, Cooperativa Cavatori Gioia. I Mediapartner che seguiranno l’evento: Antenna 3, Contatto Radio  e mentelocale.it.

Per info e programma completo: www.con-vivere.it

AGGIORNAMENTO:

Crescono gli appuntamenti dell'edizione numero dodici di Con-vivere Festival. Il programma delle conferenze ospita nuovi relatori: Franco Gabrielli venerdì 8 Settembre alle 17 sarà il protagonista di un incontro-intervista sulle reti del terrorismo

E poi Francesco Occhetta, gesuita, collaboratore della rivista Civiltà Cattolica, consulente dell'Unione Stampa, si occupa di diritto e di questioni sociali. A Con-vivere parlerà sul tema Chi è il mio prossimo domenica 10 settembre alle ore 18.

Sabato 9 settembre alle 21.30 il Festival riserva un omaggio a Nicola Toscano con un Evento Ospite per ricordare nella sua città, nella sua piazza Alberica dove ha tenuto memorabili concerti, il musicista venuto prematuramente a mancare. Tre set: Tango, Tribal State/ Embargo, Les Anarchistes, tre ambienti musicali differenti con tanti musicisti amici che hanno attraversato e condiviso tutta la vita con Toscano, interventi video e testimonianze sul suo lavoro. Apre il concerto l'orchestra degli allievi della Scuola Media Dazzi.

Potrebbe interessarti anche: , Cesvi cerca volontari per confezionare pacchetti regalo, la raccolta fondi per lo Zimbabwe , Marco Motta di Radio3 Scienza: «il mondo scientifico parte della cultura della società» , La sinistra senza strategia diventa perdente , Dalla Catalogna alla Lombardia, le cause che spingono alle autonomie regionali , Google vs Tripadvisor, la guerra delle recensioni online

Fotogallery

Oggi al cinema

Elle Di Paul Verhoeven Drammatico Francia, Germania, Belgio, 2016 Michèle è una di quelle donne che niente sembra poter turbare. A capo di una grande società di videogiochi, gestisce gli affari come le sue relazioni sentimentali: con il pugno di ferro. Ma la sua vita cambia improvvisamente quando viene aggredita... Guarda la scheda del film