Sognare i ragni: cosa significa? Lo psicologo risponde

Sognare i ragni: cosa significa? Lo psicologo risponde

Tanti piccoli insetti che nel sonno calano dal soffitto.«A volte il risveglio è così violento che urlo e salto giù da letto». Problema psicologico o paura inconscia?

Magazine / Società & Tendenze / Lo Psicologo risponde

Approfondisci

Marco Ventura, psicologo e psicoterapeuta. Chi vuole consultarlo direttamente può chiamare il numero 010 562769 o recarsi presso il suo Studio di via Macaggi 25/11, Genova.

Vuoi scrivere a Marco Ventura? Clicca qui.

Giovedi 26 aprile 2012

Buonasera,
le scrivo perché ho un incubo ricorrente: ho ventisei anni e mentre dormo mi sveglio di soprassalto perché sono convinta che ci siano
tanti piccoli ragni che calano dal soffitto sul mio letto. Non si tratta di tarantole o animali esotici, ma di piccoli ragnetti che, visti da sveglia, non mi hanno mai fatto paura.

A volte il risveglio è così violento che urlo e salto letteralmente giù dal letto. Una volta mi sono perfino fatta male al ginocchio, un’altra ho tirato un pugno al mio fidanzato che cercava di calmarmi trattenendomi.

Secondo lei quest’incubo nasconde qualche
problema psicologico o è soltanto una paura inconscia?
Le scrivo perché l’incubo si verifica sempre più spesso, mi rovina il sonno e dopo faccio molta fatica ad addormentarmi.

Grazie per l'aiuto che potrà darmi,

Anna


Buongiorno Anna,
lei mi chiede se questo incubo nasconde qualche problema psicologico o se è soltanto una paura inconscia. Due ipotesi che, dal mio punto di vista, sono quasi la stessa cosa. Infatti i sogni, proprio perché si manifestano durante il sonno, evidenziano inevitabilmente dei problemi e delle paure che non appartengono al conscio.

Le paure sono sempre una dinamica psicologica, più o meno grande e più o meno profonda. Tuttavia potrebbe anche esserci una spiegazione meno psicologica e più legata ad una reazione riflessa dovuta ad una brutta sensazione fisica che viene fraintesa.

Tornando ai suoi incubi, sognare i ragni indica tendenzialmente che in qualche modo si ha la sensazione di trovarsi in una situazione che si ritiene potenzialmente insidiosa e minacciosa, anche se non in maniera diretta e aperta. Ma da quello che scrive non è tanto il contenuto dei suoi incubi che mi dà da pensare, quanto la loro frequenza; così come è preoccupante l’intensità con la quale lei vi reagisce. Se un incubo, un qualsiasi incubo, si ripete così frequentemente e dà sempre una reazione così violenta, vuol davvero dire che qualcosa non và. E diventa abbastanza importante capire cosa.

Ora, lei mi fornisce, ovviamente, troppi pochi elementi per poter tentare anche solo un’ipotesi vagamente attendibile su quello che potrebbe darle così tanto fastidio. E lo spettro di ipotesi è veramente ampio: si può partire da una cosa banale come un’intolleranza cutanea determinata da delle coperte troppo ruvide, sino ad arrivare alle allucinazioni del delirium tremens degli alcolisti in stato avanzato che nel loro stato alterato sentono la pelle percorsa da migliaia di ragni.

Proprio perché ci sono così tante possibilità credo che sia piuttosto importante che lei cerchi di analizzare bene la situazione nel suo complesso, per avere un’idea più completa di quello che le sta succedendo intorno o dentro di sé.
L’invito è quello di rifletterci con calma e senza pregiudizi; senza tralasciare perciò quegli indizi che, all’analisi rigorosa della ragione, sembrerebbero trascurabili.

Aspetto quindi di sapere cosa le è venuto in mente e se i suoi incubi continuano.
Saluti,
Ventura

Marco Ventura

© Copyright mentelocale.it
vietata la riproduzione

Palazzo Ducale Genova

Giovedi 27/11/2014 ore 17:45
Sala del Maggior Consiglio

Vito Mancuso

Amor sacro e amor profano, conferenza

Giovedi 27/11/2014 ore 21:00
Sala del Maggior Consiglio

Don Luigi Garbini - RINVIATO AL 5 DICEMBRE

Il Requiem di Mozart, conferenza del ciclo Incontri con la grande musica, ingresso libero

Venerdi 28/11/2014 ore 17:45
Munizioniere

Genova per Rostagno

Con Adriano Sofri, Marco Menduni, Paolo Brogi. A cura di Libera, Arci, Comunità di San Benedetto, Archivio dei Movimenti

Domenica 30/11/2014 ore 17:45
Sala del Maggior Consiglio

Giornata internazionale contro la pena di morte

A cura della Comunità di Sant'Egidio

Google+