È morto Sergio Marchionne, il cordoglio della città di Torino

È morto Sergio Marchionne, il cordoglio della città di Torino

Attualità Torino Mercoledì 25 luglio 2018

Sergio Marchionne
© www.facebook.com/marchionneserg

Torino - È morto Sergio Marchionne. L'amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles era ricoverato dal 27 giugno, per un intervento alla spalla, all'ospedale universitario di Zurigo, in Svizzera. La situazione, però, si è aggravata nei giorni scorsi e, a causa di "complicazioni inattese" giunte durante la convalescenza post-operatoria,  è morto mercoledì 25 luglio

All'uomo che rivoluzionò la Fiat risollevandone le sorti e aprendola al merato globale con la fusione del gruppo torinese con Crysler arriva il cordoglio della  sindaca di Torino Chiara Appendino: «Ci ha lasciato un manager globale, tenace e carismatico, uno degli uomini che più hanno segnato la storia economica del nostro Paese negli ultimi anni».

Appendino riconosce a Marchionne anche il merito «dell'aver portato l'industria dell'auto italiana a superare il momento forse più difficile della propria storia, intuendo che solo una dimensione internazionale le avrebbe garantito un futuro solido»

Ne apprezza la visione lungimirante: «Gettando lo sguardo tra Torino e Detroit ha saputo vedere e cogliere nella crisi di due società quelle opportunità che, attraverso la costituzione di Fca, si sono poi tradotte in sviluppo e rilancio». Concludendo con «le più sincere condoglianze ai familiari di Sergio Marchionne, alla famiglia Agnelli e a tutte le persone a lui vicine».

Anche il mondo dell'imprenditoria torinese piange la scomparsa di Sergio Marchionne: «Torino e l’Italia perdono un uomo di grande visione, un innovatore capace di andare oltre gli schemi e di vincere sfide a prima vista impossibili», commenta Vincenzo Ilotte, presidente della Camera di commercio torinese.

«Il suo stile, la passione, la ricerca continua dell’eccellenza, la sua focalizzazione sui risultati e il suo background internazionale, ma al tempo stesso attento al territorio - prosegue Ilotte - lasceranno senza dubbio un segno profondo e duraturo negli imprenditori e nei manager che a lui si ispirano, ma anche in tutti i torinesi che negli anni hanno imparato a conoscerlo e ad apprezzarne le doti di tenacia e credibilità».

Potrebbe interessarti anche: , Archivissima e Notte degli Archivi 2020 digital: il programma. Con Stefania Auci, Michela Murgia e Cathy La Torre , Aeroporto Caselle di Torino: due nuovi voli per l'estate 2020 con Volotea , Scuola Holden, la Special Edition per il 2020/2021 tra corsi e sconti , Coronavirus a Torino: sospesi i mercati all'aperto , Coronavirus in Piemonte: stretta sulle misure. Mercati, edicole, tabaccai, rilevazione della temperatura

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.