Coronavirus e tasse. Esenzione per asili nido, Tari 2020 e le nuove scadenze a Milano

Coronavirus e tasse. Esenzione per asili nido, Tari 2020 e le nuove scadenze a Milano

Attualità Milano Venerdì 13 marzo 2020

Milano - Oltre a decretare parcheggi gratis e sospensione di Area C e B fino a cessata emergenza Coronavirus, l'ordinanza firmata dal sindaco di Milano Beppe Sala prevede anche la proroga dei termini di pagamento di alcune tasse comunali per venire incontro ai milanesi in queste settimane difficili.

Sono molte le nuove scadenze tariffarie e fiscali per questo 2020, si va nuove scadenze tariffarie e fiscali: si va dall'esenzione del pagamento degli asili nido al pagamento dilazionato in quattro rate della tassa rifiuti. Ma molte altre sono le novità per quanto riguarda le tasse che i milanesi devono pagare nei prossimi mesi.

Di seguito tutte le nuove scadenze tariffarie e fiscali che vengono adottate dagli uffici comunali di Milano, così come riportato nel testo dell'ordinanza firmata mercoledì 11 marzo 2020 dal sindaco di Milano.

  • Per le locazioni/concessioni di unità immobiliari di proprietà comunale, assegnate ad attività commerciali, culturali e imprese dal Demanio dell’Ente, il differimento della scadenza del pagamento delle prime tre rate relative all’anno 2020 al 30 settembre 2020 senza more e interessi. Eventuali ritardi rispetto alle scadenze contrattuali previste non danno luogo a sanzioni, revoche o decadenze, se il corrispettivo dovuto è versato entro il 30 settembre 2020.
  • Per tutti gli altri canoni di locazione e concessione relativi a beni immobili (edifici e aree) relativi all’anno 2020, con scadenze previste nel primo semestre dell’anno, il differimento senza more e interessi al 30 settembre 2020. Eventuali ritardi rispetto alle scadenze contrattuali previste non danno luogo a sanzioni, revoche o decadenze, se il corrispettivo dovuto viene versato entro il 30 settembre 2020.
  • Per i canoni di concessione di servizi relativi all’anno 2020, con scadenze previste nel primo semestre dell’anno, il differimento senza more e interessi al 30 settembre 2020. Eventuali ritardi rispetto alle scadenze contrattuali previste non danno  luogo a sanzioni, revoche o decadenze, se il corrispettivo dovuto sarà versato entro il 30 settembre 2020.
  • Per il Canone di Occupazione del Suolo e delle Aree Pubbliche (Cosap) annuale, la ridefinizione della scadenza delle quattro rate annuali programmate nel 2020 per i mesi di aprile, giugno, settembre e dicembre, rispettivamente al 15 settembre, 15 ottobre, 15 novembre e 15 dicembre 2020.
  • Per il Canone di Occupazione del Suolo e delle Aree Pubbliche (Cosap) relativo ai mercati, ai chioschi ed edicole, il differimento della rata unica per posteggio, prevista in scadenza al 30 giugno, a una scadenza successiva al 30 settembre e comunque entro il 31 dicembre 2020.
  • Per il pagamento della Tari 2020, la facoltà di pagamento, oltre che in unica soluzione, in quattro rate (anziché nelle consuete due rate) e precisamente alle seguenti scadenze: 15 settembre (prima rata), 15 ottobre (seconda rata), 15 novembre (terza rata o pagamento in unica soluzione), 15 dicembre 2020 (quarta e ultima rata)
  • La riscossione delle royalties maturate nell’ambito delle concessioni di servizi per il secondo semestre dell’anno 2019 e per il 2020 è differita senza more e interessi al 30 settembre 2020. Eventuali ritardi rispetto alle scadenze contrattuali previste non danno luogo a sanzioni, revoche o decadenze, se il corrispettivo dovuto viene versato entro il 30 settembre 2020.
  • Per le quote contributive relative ai servizi di Nido d’Infanzia e Sezioni Primavera, la fissazione della scadenza del pagamento per la frequenza del mese di gennaio 2020, al 30 aprile 2020. Le scadenze relative alle mensilità successive verranno scaglionate di conseguenza nel rispetto dei criteri di fruizione del servizio. I mesi di chiusura per emergenza straordinaria non vengono addebitati. Le famiglie che hanno effettuato il pagamento per l’anno educativo 2019/2020 in unica soluzione, hanno diritto al rimborso per la mancata fruizione del servizio nel mese di marzo 2020 o eventuali mesi successivi (il riconoscimento del rimborso è subordinato all’esito dei controlli con Inps per la domanda Bonus Nido e con Agenzia delle Entrate per la detrazione fiscale).
  • Per i contributi al servizio di refezione scolastica a Milano Ristorazione Spa sono previsti: il differimento al 15 maggio 2020 di tutti i termini di pagamento per gli alunni frequentanti le scuole dell’Infanzia Comunali e Statali, le scuole Primarie e le scuole Secondarie; il rimborso parziale delle quote per il periodo non usufruito, per chi abbia già effettuato il versamento totale della quota annua; lo scomputo dell’importo della quota per il periodo non usufruito, in caso di parziale versamento della quota annua, dall’ultima rata di conguaglio la cui scadenza è posticipata al 15 maggio 2020.

Potrebbe interessarti anche: , Nuovi buoni spesa a Milano: requisiti, quanto spetta a famiglia, come e quando fare richiesta , Trenord avvia la prenotazione del viaggio tramite app: ecco le linee dove è già obbligatoria nell'estate 2020 , Mascherine in Lombardia, anche a luglio sono obbligatorie: fino a quando? La nuova ordinanza , Milano, l'ex scalo ferroviario di Porta Vittoria diventa un grande parco con nuove case e centro sportivo , Amate il Duomo di Milano? Donate il 5x1000 alla Veneranda Fabbrica per contribuire alla sua tutela

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.