Stanchezza fisica: quali cause e come ovviare - Magazine

Stanchezza fisica: quali cause e come ovviare

Attualità Magazine Venerdì 27 novembre 2020

© Pixabay

Magazine - Stiamo attraversando un periodo di stanchezza fisica? Può capitare di sentirsi affaticati e provati durante vari periodi dell’anno, per diverse ragioni. Se lamentiamo una diffusa stanchezza fisica le cause e le condizioni predisponenti non devono debilitarci. Vediamo insieme come affrontare questa situazione e recuperare energia.

Quali cause possono provocare stanchezza fisica?

Può capitare a tutti noi di sperimentare un calo energetico, cioè uno squilibrio tra l’aumentata richiesta di energia da parte del nostro organismo e la riserva di energia immediatamente fruibile.

Quando ci sentiamo stanchi fisicamente, riscontriamo difficoltà a svolgere compiti anche non pesanti e abbiamo la sensazione che le energie ci abbandonino. Le ragioni che possono causare stanchezza fisica sono diverse e possono riguardare ciascuno di noi. Ad esempio:

  • stress dovuto ad alcuni periodi molto intensi: lavoro faticoso e intenso, sessioni di studio impegnative, problemi personali
  • variazioni stagionali: la stanchezza si manifesta a causa dei bruschi sbalzi di temperatura e della variazione delle ore di luce
  • periodi di convalescenza: spesso, a seguito di periodi di malattia, il nostro organismo si ritrova a corto di energie, e possono trascorrere settimane prima di recuperare forze
  • stile di vita non regolare: cattive abitudini (fumo, alcool), dieta poco equilibrata, sonno inadeguato possono causare situazioni di stanchezza
  • condizioni climatiche: le temperature che si abbassano o si alzano possono causare una generale sensazione di stanchezza.

Stanchezza fisica e attività sportiva: quale correlazione?

Praticare attività fisica è sempre consigliabile, per almeno due ragioni:

  • restare in forma e mantenere il tono muscolare
  • scaricare stress e tensioni accumulate al termine delle giornate lavorative.

Tuttavia, non tutti praticano sport con criterio. Ad esempio, molti dedicano tempo alla fase del riscaldamento, dimenticandosi però dello stretching di recupero a fine allenamento. Altri saltano anche la fase pre-allenamento, sottoponendosi a sessioni estenuanti, magari per compensare lunghi periodi di sedentarietà.

Se affatichiamo troppo il nostro organismo bruciando energie preziose, la stanchezza può manifestarsi presto, con il rischio di non riuscire a proseguire l’allenamento.

Quando cambiamo programma di allenamento, è normale che la nostra muscolatura risulti indolenzita, poiché si deve allineare a un nuovo e più intenso lavoro. A maggior ragione, l’energia consumata deve essere commisurata a un adeguato periodo di riposo, per consentire al nostro apparato muscolo- scheletrico di garantirci una buona performance sportiva.

In generale, è buona regola svolgere con regolarità uno sport moderato, senza lasciar trascorrere lunghi periodi di sedentarietà. Infatti, cercare di recuperare con allenamenti esagerati non farà che imporre uno stress meccanico eccessivo a muscoli, tendini e legamenti, peggiorando la sensazione di fatica.

Contrastiamo la stanchezza fisica con alcuni rimedi utili

Vediamo insieme alcuni aspetti importanti per contrastare la sensazione di affaticamento.

L’alimentazione è fondamentale

Alimentiamoci includendo tutti i nutrienti importanti nella nostra dieta. Infatti, un organismo in equilibrio richiede tutti i gruppi alimentari necessari allo svolgimento delle funzioni biologiche.

Non dimentichiamo di bere acqua

È fondamentale bere acqua per idratare l’organismo e compensare la perdita di liquidi e sali minerali dopo lo sport. Beviamo frequentemente e a piccoli sorsi, senza aspettare di avere sete. Introduciamo almeno un litro e mezzo o due di acqua al giorno.

Facciamo sport con moderazione, senza eccedere

Praticare una moderata e non usurante attività fisica può sensibilmente contribuire al nostro stato di salute. Esercitiamoci con regolarità: un allenamento moderato e costante è preferibile a un allenamento intensivo seguito o preceduto da lunghi periodi di inattività.

Sì a riscaldamento e stretching di recupero

È importante abituare la nostra muscolatura allo sforzo in maniera graduale. La fase di riscaldamento è molto importante, per prevenire traumi e affaticamento. Anche dopo l’allenamento, sarà importante dedicare tempo al recupero.

Utilizziamo un integratore alimentare

In tutti i periodi in cui ci sentiamo fisicamente stanchi e abbiamo bisogno di recuperare energia, possiamo associare alla nostra dieta varia e ben bilanciata l’utilizzo di un integratore alimentare. Ad esempio, possiamo contrastare stanchezza fisica e perdita di sali minerali con un integratore alimentare che abbia una formulazione equilibrata di sali minerali, vitamine e altri nutrienti, per favorire la normale funzione muscolare e mantenere l’equilibrio elettrolitico e idrosalino.