Liguria torna in zona gialla dal 1° marzo: regole, cosa cambia e Comuni in zona semi‑rossa - Genova

Liguria torna in zona gialla dal 1° marzo: regole, cosa cambia e Comuni in zona semi‑rossa

Attualità Genova Sabato 27 febbraio 2021

Genova
© pixabay.com

Genova - La Liguria passa da zona arancione a zona gialla, ma dopo questo ultimo weekend di febbraio (qui l'elenco delle regioni che cambiano colore dal 1 marzo). "La Liguria, per la seconda settimana consecutiva, ha dati compatibili con il passaggio da fascia arancione a fascia gialla, pertanto, come mi ha confermato venerdì 26 febbraio il ministro Speranza, il passaggio avverrà alle 00:00 di lunedì 1° marzo 2021, con l'eccezione delle restrizioni previste attualmente per i distretti di Ventimiglia e Sanremo". Lo ha detto il presidente Giovanni Toti nella conferenza stampa di aggiornamento sulla situazione Covid in Liguria.

Cosa cambia, in sintesi, da zona arancione a gialla? In attesa del nuovo Dpcm che scatterà il 6 marzo In Liguria, da lunedì primo marzo, ristoranti e bar (così come pasticcerie e gelaterie) possono riaprire con orario 5-18 (poi asporto fino alle 22 e delivery senza limiti di orario). Sono consentiti gli spostamenti all'interno della propria regione, con l'eccezione di Ventimiglia e Sanremo e dei comuni limitrofi, come da specifica ordinanza in vigore fino al 5 di marzo 2021 (misure nel Distretto 1 Ventimigliese: Airole, Apricale, Bordighera, Camporosso, Castel Vittorio, Dolceacqua, Isolabona, Olivetta San Michele, Perinaldo, Pigna, Rocchetta Nervina, San Biagio della Cima, Seborga, Soldano, Vallebona, Vallecrosia, Ventimiglia; e nel Distretto 2 Sanremese: Badalucco, Baiardo, Castellaro, Ceriana, Molini di Triora, Montalto Carpasio, Ospedaletti, Pompeiana, Riva Ligure, Sanremo, Santo Stefano al Mare, Taggia, Terzorio, Triora).

In Liguria si può uscire fuori dal proprio comune di residenza per recarsi in un altro dalle ore 5 alle 22, ma non sarà permesso uscire fuori dalla propria regione, a prescindere dal colore (salvo che per motivi di salute, necessità o lavoro, e con autocertificazione), almeno fino al 5 marzo, data di scadenza del vecchio Dpcm. Si possono raggiungere le seconde case, anche fuori dalla Liguria, ma solo se di pèroprietà o in affitto e il solo nucleo familiare.

Sono consentite le visite a parenti e amici all'interno della propria regione, massimo una volta al giorno, al massimo in due adulti, o accompagnati da minori di 14 anni conviventi o disabili. Resta, in tutta Italia, il coprifuoco dalle ore 22 alle 5 (è sempre e comunque consentito spostarsi per motivi di salute, necessità o lavoro, portando con sé l'autocertificazione. Sempre obbligatorie le mascherine). Per quanto riguarda la scuola, l'asilo, le elementari e le medie saranno regolarmente aperte, mentre le superiori continuano la didattica in presenza al 50%, che potrebbe diventare 75% visto il miglioramento dei dati sui contagi. I musei della Liguria possono riaprire lunedì al venerdì, mentre restano chiusi cinema, teatri, così come le palestre e le piscine. Consentito recarsi presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, dell’area gialla, per svolgere esclusivamente all'aperto l’attività sportiva di base, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento. Aperti i negozi e i centri commerciali, ma quest'ultimi chiudono nei weekend (festivi e prefestivi).

"L'incidenza è in lieve aumento in questi giorni come nel resto d'Italia, ma continua il progressivo calo dei ricoveri - continua - Ciò fa supporre che la campagna vaccinale, anche se cominciata da poco, sta già producendo effetti significativi". Queste le parole di Filippo Ansaldi, responsabile prevenzione di Alisa. "Il Report 41 che definisce il quadro epidemiologico della Liguria ha indicatori da zona gialla come il precedente Report 40, quindi secondo le norme scattano automaticamente le regole da zona gialla. Gli indicatori di trasmissione sono in lieve diminuzione, l'RT osservato è 0,94 con un intervallo inferiore di confidenza a 0,98. La pressione sugli ospedali è sotto la soglia di attenzione. L'incidenza invece, che fino alla settimana scorsa era in lieve ma costante calo, negli ultimi giorni ha ripreso a salire seguendo il trend nazionale. In Liguria l'aumento però è trainato quasi esclusivamente dall'estremo ponente".

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.