A Genova il Festival del Mediterraneo 2020: programma dei concerti e biglietti

A Genova il Festival del Mediterraneo 2020: programma dei concerti e biglietti

Musica Genova Mercoledì 2 settembre 2020

di A.S.
Deos - Michela Cottaglia

Genova - Il Covid-19 non ha fermato il Festival Musicale del Mediterraneo 2020, che arriva alla sua 29esima edizione con la parola d'ordine Eurameriche. Questo appuntamento, ormai consolidato ed entrato nel cuore di genovesi e non solo, va da giovedì 3 a giovedì 17 settembre 2020. La manifestazione, che ha in programma 11 concerti in giro per la città, è simbolo di unione e dialogo tra culture e popoli diversi. Simbolo dell’arte senza confini, tra i primi in Italia e in Europa per storicità e vastità delle proposte ogni anno focalizzate in filoni tematici, il Festival del Mediterraneo 2020 è l’edizione che traghetta verso il trentennale. "In questi 28 anni, il Festival è cambiato - dice Davide Ferrari, ideatore e direttore artistico - Ma è sempre un grande contenitore di incontri tra culture. L'obiettivo è rinnovarsi sempre, portando qualcosa di totalmente nuovo".

Produzioni speciali dedicate agli incontri tra diverse discipline, luoghi, strumenti, epoche e religioni. Il Festival si apre giovedì 3 settembre con Minimalia, omaggio a Philip Glass a Palazzo Ducale (doppio turno alle 19.30 e alle 21). L’apertura della kermesse è anche il simbolo della nuova direzione, nel pieno rispetto delle normative anti Covid-19 e della mission internazionale della manifestazione che mixa l’evento live con la diretta streaming per raggiungere più persone o per aprirsi a grandi pubblici quando la location ricercata, per il distanziamento fisico necessario, non lo consenta. 

È la bellezza della poesia in concerto che parte dall'"eccezionalismo" americano per ibridarsi con gli stilemi del Vecchio Continente, un miscuglio di valorizzazione dei linguaggi e di promozione delle culture dei popoli. Tema centrale della rassegna è, di fatto, la musica crossover. Undici appuntamenti, che concepiscono ogni evento come un unicum, se non una prima assoluta, in spettacoli dove si armonizzano totalmente le discipline artistiche via via coinvolte. "Sarà il turno delle EurAmeriche - continua Ferrari - per comprendere alla radice la nascita e la fortuna di filoni musicali che si sono fatti strada in tutto il mondo e che rispondono nella classificazione comune al jazz, alla rumba, al tango, per non parlare di salsa, samba, blues, soul, folias, passacaglie, ciaccone, negritos. La fecondità e la complessità musicale deriva, ancora una volta, dall’incontro: in questo caso tra popoli, tra flussi migratori, fino a un vero e proprio connubio tra Europa e Americhe".

Le location del Festival del Mediterraneo 2020 a Genova sono quelle storiche, come Palazzo Ducale, il Castello D'Albertis, Villa Bombrini e la novità dei concerti all'alba e al tramonto all'Isola delle Chiatte e Forte Begato. Un Festival fatto di unioni, coproduzioni e collaborazioni, come quella con il Centro Per Non Subire Violenza Onlus. Come partecipare ai concerti? Ingresso intero 10 euro, ridotto 8 euro (abbonamento festival 60 euro). I biglietti si possono acquistare in prevendita online o presso la biglietteria a partire da un’ora prima l'inizio dell'evento in sede concerti (posti limitati con distanziamento in aree sanificate o aperte). In caso di pioggia i concerti del 5, 6 e 10 settembre si terranno presso Palazzo Tursi, Sala Giunta Vecchia (via Garibaldi 9). Per informazioni: e-mail o sito EchoArt. Qui di seguito il programma completo del Festival del Mediterrano 2020 a Genova.

Festival del Mediterraneo 2020: il programma completo

Nasce così un programma che prevede musica, danza e omaggi alla tradizione e al contemporaneo. Concerti dal vivo, in luoghi storici e naturali, in collaborazione con le Associazioni del Sistema Musica Genova come Gezmataz, Musicaround, Collegium Pro Musica che produce il concerto barocco dedicato al Mediterraneo. A chiudere un evento solo in streaming dedicato al treno de la muerte chiamato La Bestia, mezzo usato per migrazione e speranza che attraversa il Messico per arrivare in America, realizzato da performer autoctoni e meticci. Ma ecco il programma completo di tutti gli eventi del Festival:

Giovedì 3 settembre, doppia replica ore 19.30 e 21: MINIMALIA OMAGGIO A PHILIP GLASS, Palazzo Ducale - Salone del Maggior Consiglio + Live Streaming. Prima Italiana in coproduzione con Deos, con DEOS DANSE ENSEMBLE OPERA STUDIO Italia e BANDA DI PIAZZA CARICAMENTO / WWW WORLDWIDEWOMEN (Italia/Slovenia/Russia/Messico/Tajikistan).

Venerdì 4 settembre ore 20.30

BLACK VOICES MATTER

Palazzo Ducale - Salone del Maggior Consiglio

BLACKVOICES GB

Sabato 5 settembre

TRAMONTO CROSSING THE AMERICAN BLUES

Forte Begato + Live Streaming in collaborazione con Gezmataz

PAOLO BONFANTI. & MARTINO COPPO Italia

Domenica 6 settembre

ALBA SOUNDSCAPE, NO LAND

Porto Antico - Isola delle Chiatte + Live Streaming Prima Italiana in collaborazione con Musicaround

MEROPE Lituania

TRAMONTO VOCES DEL SUR

Forte Begato - Prato

FLOR DE AIRE Messico Argentina Italia Cile - Prima italiana

SUREALISTAS Argentina Italia

Lunedì 7 settembre ore 20.30

GENOVA BUENOS AIRES OMAGGIO A PIAZZOLLA

Palazzo Ducale - Salone del Maggior Consiglio + Live Streaming

DANIELE DI BONAVENTURA Italia

Guests IRENE TRENZAS NATALIE &EZEQUIEL “EL TIGRE” SABELLA

Italia Argentina

Martedì 8 settembre doppia replica ore 19.30 / 21.00

PAESAGGI MEDITERRANEI - IL RITMO DEL MARE

Palazzo Tursi - Cortile; Produzione Festival Le vie del Barocco

COLLEGIUM PRO MUSICA Italia

Giovedì 10 settembre

TRAMONTO NUEVA TROBA CUBANA

Porto Antico - Isola delle Chiatte

SORAH RIONDA Cuba Italia

Venerdì 11 settembre ore 20.30

C’ERA UNA VOLTA L’AMERICA

Villa Bombrini

In collaborazione con Festival di Perinaldo

L’ORCHESTRA DA TRE SOLDI Italia

Sabato 12 settembre ore 20.30

AMAZZONIA, BRASILE

Castello D’Albertis, Museo delle Culture del Mondo

In collaborazione con Survival

VIRGINIA CAMBUCI GROUP Francia Brasile

Giovedì 17 settembre ore 20.00 solo Streaming

SUONI, VOCI ED IMMAGINI DA “LA BESTIA, TRENO DE LA MUERTE”

Giardini Luzzati - Area Archeologica Prima Italiana Produzione Festival

In collaborazione con Ripercussioni Sociali e il Ce.Sto EZETA, GUILLEMARD, GUTIERREZ, MANZANO ANORVE, INTI MEDINA, AKA ONI. MESSICO, PERU’,ITALIA, FRANCIA.

Il Festival Musicale del Mediterraneo è realizzato con il sostegno della Compagnia di San Paolo (Maggior Sostenitore) nell’ambito dell’edizione 2020 del bando “Performing Arts” con il contributo del Mibact (Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo), di Regione Liguria, Comune di Genova. Evento già patrocinato da UNESCO e dalla Commissione Nazionale italiana per l’UNESCO. Sono sponsor istituzionali Coop Liguria e Iren.

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.