Immuni App, sperimentazione in Liguria da giugno? La risposta della Regione - Genova

Immuni App, sperimentazione in Liguria da giugno? La risposta della Regione

Attualità Genova Martedì 26 maggio 2020

© Pixabay

Genova - La lotta al contagio da Coronavirus, da giugno 2020, passa anche attriverso il nostro smartphone. Parliamo di Immuni, l'applicazione per iOS e Android sviluppata dall’italiana Bending Spoons scelta dal Governo per il tracciamento dei soggetti positivi al virus, nella Fase 2 dell’emergenza. L’app potrà essere scaricata gratis su base volontaria e il Governo ha precisato che sarà inizialmente sperimentata in alcune regioni pilota da inizio giugno, tra cui Abruzzo e Puglia per poi essere adottata a livello nazionale. Possibile l'arrivo di Immuni App anche in Liguria? La risposta è sì: Immuni potrebbe essere disponibile dai primi giorni di giugno in Liguria, con molti se e molti ma.

A stabilire le condizioni dell'arrivo di Immuni è la Regione Liguria, che in un comunicato specifica: «Alla richiesta del Ministro degli Affari Regionali circa la possibilità che la Liguria sia tra le Regioni capofila della sperimentazione del App Immuni, la Presidenza della Regione ha manifestato una disponibilità, ove vi siano le condizioni, ancora tutte da appurare. Si tratterebbe di un riconoscimento della qualità del sistema sanitario ed informatico ligure, evidenziata anche dal viceministro della Salute Pierpaolo Silieri nella sua visita. Nei fatti, dopo un approfondimento tenutosi lunedì 25 maggio in sede di Conferenza delle Regioni, non esaustiva, non è ancora chiaro se vi saranno le condizioni e neppure quando potrà partire tale sperimentazione. Non sono ancora chiari nè i procedimenti, nè gli impegni, nè il reale utilizzo della app stessa. Al momento non sono ancora neppure cominciati gli incontri tecnici per verificare la compatibilità di tale idea».

Regione Liguria, dunque, lascia aperta la porta alla sperimentazione, rimanendo disponibile ad approfondire tutti i temi di contrasto al Covid con il Governo, ove questi possano risultare utili ai cittadini liguri e al paese: «Dopo gli opportuni approfondimenti, le decisioni circa la app Immuni verranno quindi prese con collaborazione istituzionale nel solo interesse dei cittadini della Liguria. Ogni altra considerazione fa parte del legittimo dibattito politico, ferma restando la possibilità di chiunque, trattandosi di una applicazione volontaria, di non usare questa opportunità, ove essa di concretizzi». Questo chiarimento a seguito delle parole positive di Giovanni Toti circa un suo utilizzo, e negative dell'assessore alla Sanità Ligure Sonia Viale.

Potrebbe interessarti anche: , Caos autostrade in Liguria: ispezioni fino al 15 luglio. Toti: «Chiediamo i danni» , Genova, il reparto malattie infettive del San Martino è Covid free , Un murale gigante sul Bic di Certosa: Tellas a Genova per il progetto On the Wall , Nuovo Ponte di Genova: iniziata la stesura dell'asfalto e «gestione ad Autostrade» , Genova Città che legge: il riconoscimento dal Ministero per i beni culturali per 2020 e 2021

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.