Teatro Nazionale di Genova: Davide Livermore nuovo direttore

Cultura Genova Lunedì 28 ottobre 2019

Teatro Nazionale di Genova: Davide Livermore nuovo direttore

© Francesco Maria Colombo

Genova - Nella giornata di lunedì 28 ottobre 2019, il Consiglio d’Amministrazione del Teatro Nazionale di Genova ha
individuato il nuovo Direttore nella persona di Davide Livermore, che sostituisce Angelo Pastore. Figura artistica e manageriale poliedrica, regista di fama internazionale, attivo sia nell’ambito della lirica che della prosa, Davide Livermore (Torino 1966) ha lavorato nei principali teatri italiani oltre che per numerose istituzioni culturali straniere, da Seul a Philadelphia, da Mosca a Bilbao.

Dal 2015 al 2017 è stato direttore del Palau de les Arts Reina Sofía di Valencia. Tra i suoi lavori più recenti segnaliamo la regia dello spettacolo Elena di Euripide, presentato lo scorso maggio al Teatro Greco di Siracusa. Il prossimo 7 dicembre 2019, Davide Livermore aprirà la stagione del Teatro della Scala con la regia della Tosca di Puccini. Ricordiamo che, anche nella passata stagione, aveva curato la messa in scena dello spettacolo inaugurale della Scala, Attila di Verdi.

«Condividiamo e sosteniamo il CDA nella scelta effettuata, lungimirante e coraggiosa». Si esprimono così i due assessori alla Cultura di Regione Liguria e Comune di Genova, Ilaria Cavo e Barbara Grosso, non appena appresa la notizia della nomina del nuovo direttore del Teatro Stabile di Genova Davide Livermore. «Due anni dopo che il Teatro Stabile è diventato nazionale, grazie all’intelligente conduzione di Angelo Pastore - prosegue l’assessore Cavo - era necessaria una svolta netta che desse identità artistica al nostro teatro. In questo senso, la scelta di Davide Livermore è stata un colpo d’ala».

«Livermore - aggiunge l’assessore Grosso - è una figura di grande spessore e competenza che ha lavorato per i principali teatri italiani e stranieri, e che saprà imprimere nuove energie e allargare sempre più il successo del Teatro non solo sul territorio nazionale, ma anche fuori».

«Si tratta di un regista internazionale, chiamato due volte di seguito ad inaugurare la Scala, regista di prosa e di opera di enorme successo, un leader in tutti i sensi - specifica Cavo - Inoltre, l’attività di sovrintendente, oltre che di direttore artistico a Valencia, ha portato al teatro da lui guidato il 60% di spettatori in più. Porterà aria nuova nelle sale teatrali e vivacità culturale in tutte le attività del nostro Teatro Nazionale di Genova. Un nome di rilievo e di classe assoluti nel panorama italiano e internazionale».

I due assessori rivolgono poi «un ringraziamento particolare al direttore uscente, Angelo Pastore per il lavoro svolto in questi anni che ha permesso al Teatro Stabile di diventare teatro di Genova e nazionale, in grado di ambire ora a un palcoscenico internazionale».

Potrebbe interessarti anche: , Teatro Altrove a Genova: si riparte. L'esito del bando per la rinascita dello spazio culturale , Festival dell'Eccellenza al Femminile 2019, programma e ospiti: Il Corpo delle Donne , Luoghi del cuore Fai in Liguria: a Villa Pallavicini il restauro del Chiosco delle Rose , Genova, la nuova sezione della biblioteca hi-tech di Scienze Politiche , Nuova Acropoli: eventi per la Giornata Mondiale della Filosofia e laboratori

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.