Attenzione: Queste informazioni sono state aggiornate il 27/04/2018

Biblioteca Civica Centrale

01101129830

Via della Cittadella 5 - Torino Mappa

La Biblioteca pubblica comunale della Città di Torino (l’attuale Biblioteca civica centrale) fu inaugurata il 22 febbraio 1869, nei locali un tempo occupati dagli uffici dell’Insinuazione, siti al primo piano di Palazzo civico. La sua istituzione fu opera dell’attività instancabile e risoluta di Giuseppe Pomba, editore dal 1815 al 1850 e consigliere comunale dal 1848 al 1876, anno della sua morte.

La Biblioteca civica centrale annovera oggi più di 500.000 documenti, tra volumi e opuscoli, oltre 30.000 lettere autografe, oltre 2000 manoscritti (tra cui quelli di Amedeo Avogadro e Vincenzo Gioberti), 67 incunaboli e 1600 cinquecentine; una sezione raccoglie numerose edizioni curate da Giovanni Battista Bodoni.

 Il patrimonio messo a disposizione dei suoi frequentatori è continuamente arricchito di documenti, su diversi supporti, che attestano la più importante produzione editoriale italiana e straniera (soprattutto in lingua inglese e francese). Le sale di consultazione, in particolare, raccolgono circa 9.500 repertori. Degne di menzione sono anche le raccolte di storia locale, arti figurative, teatro e arti visive. La collezione di periodici, che conserva pubblicazioni apparse dal XVIII secolo ai giorni nostri, annovera 2.828 testate.

Presso la Biblioteca civica centrale è in funzione da più di dieci anni un Servizio per non vedenti, a cui ci si può rivolgere per ottenere la registrazione ed il prestito di opere su audiocassette. Sono attualmente disponibili più di 7000 opere registrate.

Ristoranti e Locali nelle vicinanze