Meteo a Torino e in Piemonte: allerta rossa e rischio valanghe. Allagati i Murazzi del Po

Meteo a Torino e in Piemonte: allerta rossa e rischio valanghe. Allagati i Murazzi del Po

Attualità Torino Domenica 24 novembre 2019

Torino - Aggiornamento del 24 novembre: Arpa infomra che si è verificato «un incremento sostanziale e repentino dei corsi d’acqua nella pianura torinese, con il superamento della soglia di pericolo per Chisola e Malone e livelli al di sopra della soglia di guardia per Po, Stura di Lanzo e Ceronda. Nella pianura vercellese sono stati superati i livelli di guardia per Cervo ed Elvo. Nel cuneese hanno raggiunto i livelli di guardia il Varaita e il Ghiandone. Il lago d’Orta ha incrementato i livelli fino a raggiungere la soglia di guardia». Il Po intanto ha allagato i Murazzi, per ordinanza del Comune di Torino di concerto con quello di Mocalieriè stata annullata la Maratona di Torino prevista per domenica 24 novembre

La Città Metropolitana informa sulle criticità creato sul territorio delle forti piogge della notte. «Sono più di 100 i Centri operativi misti comunali aperti e in contatto con la Sala operativa della Città metropolitana di Torino. 23 le strade chiuse per frane e allagamenti e 8 percorribili con difficoltà. Sul territorio opera il personale della Viabilità metropolitana, volontari di protezione civile, Gev, Ari. Sono sopra la soglia critica di pericolo il Malone, il Chisola, in quella critica di superamento del livello di guardia il Ceronda, il Banna, la Stura di Lanzo, il Po.

Molte le situazioni critiche, in particolare:
- Settimo Vittone ha una borgata isolata per caduta massi sulla strada comunale, che si sta provvedendo a rimuovere;
- Traversella, sulla strada verso Fondo, è caduta una valanga ieri sera che non ha creato problemi per l’incolumità degli abitanti: in mattinata avranno luogo i sopralluoghi per controllare eventuali danni e criticit


Peggiorano le condizioni del meteo a Torino e in Piemonte.L'allerta arancione emanata dalla Protezione Civile si è trasformata il allerta rossa per rischio idrogeologico e idraulico sul settore nordoccidentale e meridionale.

Come conferma il bollettino Arpa, sono «diffuse le condizioni di dissesto idrogeologico con fenomeni franosi ed esondazioni dei corsi d'acqua. Le nevicate determineranno interruzione dei servizi e della viabilità, anche per valanghe». Questa la situazione in costante aggiornamento sul sito della Protezione Civile del Piemonte.

Le previsioni meteo raccontano di «una profonda saccatura di origine atlantica in discesa verso il settore occidentale del Mediterraneo e un minimo al suolo secondario, associato a tale struttura, è al momento posizionato sul golfo del Leone. Nelle prossime ore sono attese ancora precipitazioni intense e diffuse su tutta la regione e una marcata intensificazione della ventilazione: lo scirocco proveniente dall’alto Tirreno alimenterà piogge molto forti che persisteranno per tutta la giornata sull’astigiano, l’alessandrino e il cuneese orientale. Nel corso del pomeriggio una lieve rotazione della ventilazione più da sudest causerà un’attenuazione delle piogge sullo Scrivia. I venti forti da est-sudest determineranno anche un incremento delle precipitazioni lungo tutto il settore montano e pedemontano nordoccidentale e settentrionale del verbano, alto novarese, alto vercellese, biellese e alto torinese dove sono attesi valori forti o molto forti. Nel corso del pomeriggio flussi più orientali apporteranno precipitazioni forti anche sulla zona alpina e pedemontana occidentale. La quota neve tende a rialzarsi fino a 1500-1600 m nel pomeriggio. Sull’Appennino le precipitazioni saranno unicamente a carattere piovoso».

Attenzione particolare è rivolta ai corsi d'acqua. Come spiega Arpa infatti «Le forti precipitazioni stanno determinando un generalizzato innalzamento dei livelli idrometrici di tutti i corsi d’acqua del reticolo idrografico principale e secondario, con superamenti delle soglie di guardia per i torrenti Bormida e Scrivia. Nelle prossime ore si prevedono incrementi significativi e repentini dei livelli idrometrici sui corsi d’acqua appenninici, con il superamento della soglia di pericolo per Bormida, Orba e alto Tanaro. Dal pomeriggio, la persistenza delle piogge determinerà incrementi dei corsi d’acqua anche sul reticolo idrografico del settore settentrionale e localmente potranno essere superate le soglie di pericolo. Anche il Lago d’Orta e il Lago Maggiore sono previsti in significativo innalzamento».

Per i dettagli si invita alla consultazione del Bollettino delle Piene e dei prossimi aggiornamenti.

Ma ci sono anche la valanghe a preoccupare per la situazione del territorio. Da ieri, con la ripresa delle precipitazioni, sono stati registrati da 15 a 50 cm su buona parte della regione, con valori localmente oltre i 70 cm. Su Alpi Cozie i valori sono stati inferiori. La quota neve, in graduale rialzo, si è attestata sui 1500-1800m di quota. «Già da questa mattina sono state osservate valanghe di piccole e medie dimensioni - scrive Arpa -  soprattutto di neve umida o bagnata al di sotto dei 2200m di quota. Dal pomeriggio, con l'intensificazione delle nevicate, è previsto un rapido aumento dell'attività valanghiva spontanea su tutta la regione, con valanghe di dimensioni grandi o molto grandi che potranno raggiungere le zone antropizzate ed interferire con la viabilità e le infrastrutture di fondovalle. In particolare sulle Alpi Pennine e Alpi Graie, dove i quantitativi attesi sono particolarmente abbondanti, le valanghe saranno più diffuse e di maggiori dimensioni».

Potrebbe interessarti anche: , Mascherine in Piemonte obbligatorie anche all'aperto: quando e dove bisogna indossarle , Archivissima e Notte degli Archivi 2020 digital: il programma. Con Stefania Auci, Michela Murgia e Cathy La Torre , Aeroporto Caselle di Torino: due nuovi voli per l'estate 2020 con Volotea , Scuola Holden, la Special Edition per il 2020/2021 tra corsi e sconti , Coronavirus a Torino: sospesi i mercati all'aperto

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.