Aiace 2019: via al tesseramento per la stagione 2019. Programma, film e rassegne - Torino

Aiace 2019: via al tesseramento per la stagione 2019. Programma, film e rassegne

Cinema Torino Lunedì 4 novembre 2019

Torino - Riparte anche per l'autunno 2019 la campagna di tesseramento di AIACETorino. Con la nuova tessera 2020, già disponibile (al prezzo intero di 12 euro, ridotto 9 euro) e valida fin da subito, i nuovi soci e coloro che rinnoveranno l’iscrizione potranno usufruire, fino al 31 dicembre del prossimo anno, del 25% di sconto nei cinema del circuito AIACE cittadino e regionale, di ingressi ridotti a musei e a festival, mostre, spettacoli organizzati da associazioni ed enti convenzionati. Nell’intento di agevolare e incentivare, anche tra le nuove generazioni, la fruizione del cinema sul grande schermo, la diffusione di film di qualità, la frequentazione delle sale in quanto luoghi di condivisione e di confronto, AIACE Torino promuove, in parallelo al tesseramento, diverse iniziative pensate espressamente per i propri soci – anteprime, proiezioni speciali, rassegne, corsi, incontri – spesso organizzate in sinergia con enti e istituzioni locali o operanti in altre realtà del territorio nazionale.

Tra gli appuntamenti di novembre spicca, venerdì 8, (alle ore 21, al Cinema Ambrosio) la proiezione speciale di Strategia del ragno, di Bernardo Bertolucci, nella versione restaurata da Fondazione Cineteca di Bologna e da Massimo Sordella, in collaborazione con Compass Film e Rai Cinema presso il laboratorio L’Immagine Ritrovata. La serata (a ingresso gratuito per i soci AIACE) sarà introdotta da Stefano Francia di Celle, co-curatore della sezione “Venezia classici” dove il film è stato presentato alla scorsa edizione del Festival del Lido. La proiezione, organizzata in collaborazione con la Cineteca di Bologna, offre anche al pubblico torinese l’opportunità di vedere sul grande schermo, a quasi un cinquantennio dal suo debutto, il lungometraggio di Bertolucci, all’epoca distribuito solo per pochissimi giorni (e trasmesso dalla Rai
in bianco e nero), pressoché inedito nell’originaria versione in technicolor, illuminata dalla fotografia di Vittorio Storaro restituita dal restauro al suo originario splendore. Il film sarà preceduto dal breve documentario Rane, culatelli e lucciole, diretto nel 1996 dal regista torinese Guido Chiesa e dedicato ai luoghi in cui Bertolucci ha girato i film della sua trilogia padana: Prima della rivoluzione, Strategia del ragno e Novecento.

In concomitanza con la prosecuzione della mostra Wo Man Ray. Le seduzioni della fotografia, AIACE Torino e CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia dedicano giovedì 12 dicembre un duplice appuntamento al cinema sperimentale dell’artista statunitense. Alle 18.30 a Camera, Alessandro Amaducci, videoartistista e docente di videoarte e avanguardie mediali presso il DAMS di Torino, guiderà il pubblico alla scoperta del cinema “nascosto” e sperimentale di Man Ray attraverso la visione e l’analisi di estratti dei suoi film più importanti: Retour à la raison, Emak Bakia, L’étoile de mer, e Les Mystères du Château de Dé. All’incontro parteciperà Walter Guadagnini, direttore di CAMERA. In serata, alle
21.15 al Cinema Centrale (con ingresso gratuito per i soci AIACE) i quattro cortometraggi muti verranno
proposti sul grande schermo con la sonorizzazione dal vivo del compositore e chitarrista Paolo Spaccamonti.

Nell’ambito delle iniziative riservate ai propri soci, AIACE Torino organizza annualmente due rassegne.
Già avviata all’inizio di ottobre, giunta a metà del suo corso, la seconda edizione di 10 film da vedere a 20
anni prosegue al Cinema Classico con ottimo riscontro di pubblico, analogamente a quanto già avvenuto lo scorso anno. La rassegna, che, organizzata in collaborazione con Sottodiciotto Film Festival & Campus,
costituisce un invito rivolto ai più giovani a scoprire nel cinema la più bella delle finestre aperte sul mondo,
presenterà nelle sue proiezioni settimanali (ogni martedì) una prossima serie di cinque titoli: Amarcord di
Federico Fellini (5 novembre), Chinatown di Roman Polanski (12 novembre), Sotto gli ulivi di Abbas Kiarostami (19 novembre), Fargo di Joel e Ethan Coen (3 dicembre), L'uomo senza passato di Aki Kaurismaki (10 dicembre).

Alla rassegna dedicata ai più giovani, farà seguito, all’inizio del 2020, una seconda rassegna, dedicata al
pubblico di ogni età, che sarà annunciata prossimamente. Con l’autunno torna, per il secondo anno consecutivo Visioni dal Ponte, il ciclo di incontri organizzato da AIACE Torino in collaborazione con la libreria Il ponte sulla Dora e dedicato alle più recenti uscite editoriali di argomento cinematografico. Il primo appuntamento sarà martedì 12 novembre, alle ore 18, con il libro I maestri della luce.
Conversazioni con i più grandi direttori della fotografia scritto dagli statunitensi Dennis Schaefer e Larry Salvato e di recente pubblicato in traduzione italiana da Minimun Fax. Il volume sarà presentato dal direttore della fotografia Luciano Federici e da Enrico Verra, coordinatore di AIACE Torino e documentarista.

Proseguono a novembre i corsi di cinema rivolti alla cittadinanza, parte integrante e fondante della lunga e ininterrotta tradizione formativa di AIACE Torino. Il prossimo ciclo di lezioni teoriche, intitolato C’era una volta a… Hollywood (dal 18 novembre, ore 21-23, all’Unione Culturale Franco Antonicelli, in via Battisti 4) e condotto da Matteo Pollone, sarà dedicato all’approfondimento del cinema americano degli anni Sessanta, coevo all’ambientazione dell’ultimo film di Quentin Tarantino. In parallelo, proseguiranno anche i cicli di lezioni propedeutiche alla pratica dei mestieri del cinema dell’AIACE Winter School. Il prossimo appuntamento in calendario è con il workshop La regia cinematografica tra forme e generi differenti, strutturato in due giornate (16 e 17 novembre, rispettivamente negli orari 10-18 e 10-17, presso Base Zero, in via Catania 18) e condotto dal regista Daniele Gaglianone. L’appuntamento successivo,
che concluderà il ciclo di corsi dell’autunno-inverno 2019, sarà con un altro workshop di due giorni (il 14 e 15 dicembre, rispettivamente negli orari 10-18 e 10-17, presso Base Zero, in via Catania 18), intitolato Catturare la luce: la fotografia per il cinema e condotto da Luciano Federici.

Aiace Torino prosegue il suo storico impegno nel campo della didattica proponendo anche quest’anno una serie di corsi, attivati a richiesta, che si rivolgono alle scuole di ogni ordine e grado. L’offerta formativa per l’anno scolastico 2019-20 segue tre principali linee di intervento che affrontano il cinema come linguaggio, strumento e azione. Al cinema come linguaggio, indagato sotto il profilo narrativo ed espressivo, sono dedicati tre corsi: Oggi le comiche, Narrare con le immagini. La creazione di una storia per storyboard e Fumettorama. Al cinema come strumento, utile per affrontare da un’altra prospettiva le materie curricolari, sono dedicati i due corsi La storia come non l’avete mai vista e Non solo Supereroi. L’eroe nel genere cinematografico e letterario. Al cinema inteso come azione, che offre la possibilità di confrontarsi con le professioni del cinema avvalendosi della metodologia del learning by doing, sono infine dedicati i corsi L’ABC per realizzare un cortometraggio, Selfie. Raccontarsi con l’audiovisivo, Cinerecensione, Sagomare le storie. Un laboratorio sul teatro d’ombre e Gli strumenti della visione. Un laboratorio sul precinema.

Attraverso l’iniziativa “Schermi di classe”, inoltre, AIACE Torino propone una serie di proiezioni in sala,
anch’essa attivata on demand e selezionata nell’ambito delle nuove uscite cinematografiche o di film connessi a specifici argomenti, secondo il doppio binario del cinema inteso come strumento integrativo della prassi didattica e come stimolo all’approfondimento di particolari temi culturali o sociali.

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.