Uomo Virtuale. Corpo, Mente, Cyborg: la mostra al Mastio della Cittadella - Torino

Mostre Torino Mercoledì 14 agosto 2019

Uomo Virtuale. Corpo, Mente, Cyborg: la mostra al Mastio della Cittadella

Altre foto

Torino - Uomo e tecnologia, insieme: scomporre, analizzare, studiare il corpo umano, attraverso nuovi occhi e possibilità offerte dalla realtà virtuale. È questa la sfida di Uomo Virtuale. Corpo, Mente, Cyborg, la mostra di divulgazione scientifica dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare allestita al Mastio della Cittadella di Torino fino al 13 ottobre 2019.

Il corpo umano è un mondo straordinario, un universo segreto esplorato, fin dagli albori della scienza, come gli spazi cosmici più remoti o il nucleo infinitamente piccolo della materia. Dall’inizio del secolo scorso, con la scoperta dei raggi X e della radioattività, e poi con l’invenzione di tecnologie sempre più potenti e precise, come la tomografia computerizzata, l’ecografia, la risonanza magnetica, la PET, la ricerca scientifica ha completamente rivoluzionato la conoscenza dei processi vitali e dell’intima struttura del nostro corpo.

Uomo Virtuale propone un viaggio in un affascinante paesaggio interiore fino dentro il cervello, l’intrico di miliardi di connessioni neuronali in cui si nasconde il segreto della nostra mente. E da lì a scoprire come, con strumenti sempre più sofisticati, proviamo a riparare il corpo, a ricreare organi artificiali o addirittura a riprodurre i nostri comportamenti intelligenti.

La mostra è a cura dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), ed è realizzata in collaborazione con IIT - Istituto Italiano di Tecnologia e con il sostegno della Compagnia di San Paolo, il contributo della Regione Piemonte e della Fondazione Palazzo Blu e con il supporto dell’Associazione CentroScienza Onlus.

Visitando la mostra si potrà entrare nell’intrico di neuroni di una porzione di cervello e attivarli con i propri gesti, vedere le proprie mani trasformarsi virtualmente secondo le rappresentazioni del corpo, muovere l’estremità dell’arto bionico e insegnare a un computer intelligente a riconoscere oggetti espressioni del viso.  

Un viaggio scientifico e tecnologico - in uno spazio di 1000 metri quadri diviso in grandi isole tematiche - che comincia all’inizio del Novecento, con la scoperta dei raggi x, e porta al futuro con le nuove frontiere dell’imaging e della robotica.

Un coinvolgente racconto fatto di oggetti, installazioni e giochi interattivi guiderà lo spettatore dalle tecnologie che ci guardano dentro fino all’ingegneria bionica e alle promesse dell’intelligenza artificiale o di una medicina, che curi ogni individuo in modo personalizzato. L’uomo virtuale ricostruito al computer, ci fa riconoscere l’unicità e la complessità di ognuno di noi.

La mostra è inserita nel programma di iniziative che celebrano i 500 anni della morte di Leonardo da Vinci e in estate, fino al 31 agosto, sarà aperta da martedì a venerdì dalle 15.00 alle 20.00; sabato, domenica e festivi dalle 10.00 alle 20.00. Chiusura il lunedì e nel giorno di Ferragosto.

Informazioni sul sito di Torino Scienza.

Potrebbe interessarti anche: , Hokusai: a Torino in mostra le celebri stampe giapponesi , Man Ray in mostra a Torino: a Camera le seduzioni della fotografia , Vivian Maier a Torino. La mostra alla Palazzina di Caccia di Stupinigi. Orari e biglietti , World Press Photo 2019 a Torino: una finestra sul mondo in più di 150 fotografie , Flashback 2019: a Torino la fiera d'arte al Pala Alpitour è dedicata agli «erranti»

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.