Area B è di nuovo attiva dal 15 ottobre 2020: orari, varchi con telecamere e chi non può entrare - Milano

Area B è di nuovo attiva dal 15 ottobre 2020: orari, varchi con telecamere e chi non può entrare

Attualità Milano Lunedì 12 ottobre 2020

© flickr.com / Maritè Toledo

Milano - Da giovedì 15 ottobre 2020 a Milano viene ripristinata Area B, la grande zona a traffico limitato circoscritta da 187 varchi che, vietando in modo graduale e progressivo l’accesso ai veicoli più vecchi e responsabili delle emissioni più inquinanti, consente di delimitare un’area a basse emissioni nocive per la salute e l’ambiente. In contemporanea inoltre viene ripristinata la sosta regolamentata extra filotranviaria negli ambiti 8, 25, 31, 34, 35, 36, 38, 42, 43. Entrambi i provvedimenti erano sospesi da giovedì 12 marzo 2020 con l’adozione delle misure straordinarie per l’emergenza sanitaria e il lockdown.

La decisione di riattivare Area B è maturata in seguito alle verifiche effettuate sull’evoluzione dei flussi di traffico nella città di Milano. L’indice di congestione nella settimana tra lunedì 21 e venerdì  25 settembre 2020 supera quello pre-Covid del 2,5%. In particolare l’indice nelle ore di punta del mattino, tra le 7.00 e le 9.00, è inferiore di circa due punti percentuale, mentre nelle ore di punta del pomeriggio è superiore di circa il 10%. Gli ingressi dei veicoli in città, misurati dalle telecamere di Area B nella settimana compresa tra lunedì 28 settembre e venerdì 2 ottobre 2020, sono il 90% di quelli in ingresso nelle settimane di gennaio e febbraio pre-Covid. Anche gli ingressi in Area C complessivi nella stessa settimana sono il 98% di quelli delle settimane di gennaio e febbraio pre-Covid. In particolare i residenti in Area C sono il 21% in più del pre-Covid e il traffico di servizio (commerciale) è maggiore del 23%.

Anche lo sharing evidenzia una situazione di ritorno ai livelli pre-Covid: il car-sharing nella settimana da lunedì 28 settembre a venerdì 2 ottobre 2020 è l’84% del dato pre-Covid. Il bike sharing è il 73% del pre-Covid, sebbene sia stata quella una settimana con pioggia e la settimana precedente, soleggiata, aveva contato un utilizzo del 20% in più del periodo pre-Covid. Lo scooter sharing, considerando la stessa settimana piovosa, ha avuto un utilizzo maggiore del 2% del dato pre-Covid e la settimana precedente, senza pioggia, del 25% in più del pre-Covid. Per quanto riguarda il trasporto pubblico, rispetto alla frequenza dell’ottobre 2019, nella prima settimana di ottobre 2020 in metropolitana ci sono stati circa 765 mila passeggeri, pari al 54% dello stesso periodo del 2019.

«La riattivazione di Area B aiuta a ridurre il numero dei veicoli più inquinanti in ingresso in città», spiega Marco Granelli, assessore alla Mobilità del Comune di Milano: «la data di giovedì 15 ottobre tiene conto non solo dell’innalzamento degli indici di congestione ai livelli del periodo pre-Covid, ma anche dell’avvio della stagione termica che inevitabilmente porta all’innalzamento dei valori degli inquinanti nocivi per la salute. Ad oggi il trasporto pubblico è in grado di raccogliere ulteriori passeggeri e anche i parcheggi di interscambio hanno un tasso di riempimento del 49%».

In coerenza con le limitazioni alla circolazione dei veicoli adottate dalla Regione Lombardia, anche il Comune di Milano ha deciso di posticipare l’entrata in vigore dei divieti di circolazione in Area B dei veicoli immatricolati per il trasporto persona e commerciali Euro 1 benzina (M1) e ai veicoli commerciali Euro 4 diesel senza Fap  (N1, N2, N3) a lunedì 11 gennaio 2021. Inoltre per rafforzare il processo di conoscenza del provvedimento e in considerazione del periodo di sospensione di Area B, sono concessi 50 giorni di circolazione dinamica, anche non consecutivi, per ogni veicolo soggetto ai divieti ambientali entrati in vigore a decorrere dall’avvio di Area B lunedì 25 febbraio 2019: questi 50 giorni sono utilizzabili a partire dal primo accesso nell’area soggetta al provvedimento e fino a giovedì 30 settembre 2021.

Area B, varchi attivi e telecamere a Milano: dove sono?

La grande zona a traffico limitato Area B è circoscritta da 187 varchi, di cui attualmente 45 sono attivi. Nei giorni immediatamente successivi a giovedì 15 ottobre 2020, data del ripristino di Area B dopo mesi di stop, è prevista l'attivazione di altri 10 varchi, per un totale di 55 varchi attivi in tutta Milano.

I nuovi varchi di prossima attivazione sono: Monsignor Romero, Seguro, Luraghi, Gozzoli, Lucca 1 e Lucca 2, Ciconi, Lorenteggio, Lodovico il Moro, Buccinasco. Sono invece già attive le telecamere di via Anassagora, Baroni, Basilea, Cassinis, Fantoli, Carlo Feltrinelli, Gallarate 1 e Gallarate 2, Gonin, Mecenate, Giuditta Pasta, Pirelli, Rogoredo, Sarca, Tofano, Zurigo, Corelli, Camillo e Otto Cima, Rubattino, Caduti di Marcinelle, Monneret de Villard, Carnia, Palmanova e Palmanova altezza ponte della ferrovia, Cambini, Clitumno, Assietta, Gabbro, Bovisasca, Oriani, Certosa 1 e Certosa 2, Bressanone, Capodistria, Montefeltro, Columella, Sesto San Giovanni, Fulvio Testi, Comboni, Senigallia 1 e Senigallia 2, Vincenzo da Seregno 1 e Vincenzo da Seregno 2, Litta Modignani, Appennini.

Area B, gli orari e chi non può entrare

Attiva dal lunedì al venerdì in orario 7.30-19.30 (esclusi i festivi), Area B vieta l'ingresso a Milano dei veicoli più inquinanti fino al diesel Euro 4. Non possono dunque entrare nel perimetro di Area B i veicoli benzina Euro 0 e diesel Euro 0, 1, 2, 3 e 4 e le moto a due tempi Euro 0 e 1.

Per conoscere tutti i dettagli relativi a eccezioni e deroghe, consultare il sito areab.atm.it, dove è anche a disposizione un servizio tramite il quale inserendo la propria targa è possibile sapere se è l'ingresso è consentito oppure no. Ricordiamo che l'ingresso ad Area B non prevede né ticket, né pagamenti di alcun genere.

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.