Tamponi in aeroporto, come funzionano e cosa fare se si arriva a Milano Linate, Malpensa e Orio al Serio

Tamponi in aeroporto, come funzionano e cosa fare se si arriva a Milano Linate, Malpensa e Orio al Serio

Attualità Milano Giovedì 27 agosto 2020

Milano - Dal 13 agosto e, almeno, fino al 7 settembre 2020 per chiunque rientri in Italia da Croazia, Grecia, Malta e Spagna - considerati tra i paesi più a rischio in relazione al contagio da Covid-19 - è obbligatorio comunicare il proprio arrivo alla Ats (Agenzia di tutela della salute) di riferimento per sottoporsi al tampone naso-faringeo per la ricerca di Sars-CoV-2 (qui info e contatti delle Ats della Lombardia).

In alternativa, però, è anche possibile presentare ai controlli frontalieri il risultato di un tampone effettuato nelle 72 ore precedenti all'ingresso in Italia (ovviamente il risultato deve essere negativo) o ancora effettuare i test virologici negli aeroporti al momento del rimpatrio. Sono i cosiddetti tamponi veloci che, dopo un inizio un po' caotico, ora si stanno più o meno regolarmente svolgendo anche negli aeroporti della Lombardia.

Come funziona, dunque, il tampone veloce a Linate, a Malpensa e a Orio al Serio? È necessario prenotare? E in quali orari è possibile farlo? Di seguito una guida veloce ai test virologici nei tre principali aeroporti della Lombardia.

Tamponi in aeroporto, cosa fare se si atterra a Milano Linate

A partire da venerdì 21 agosto 2020 all'aeroporto di Milano Linate è possibile l’esecuzione del test diagnostico per i voli in arrivo da Croazia, Grecia, Malta o Spagna sullo scalo cittadino di Milano, con accesso libero senza prenotazione. Sono tre le postazioni dove è possibile effettuare gratuitamente i tamponi nasali, collocate in un’area sterile della zona arrivi/ritiro bagagli.

Le tre postazioni sono attive in concomitanza dell’arrivo dei voli dai 4 paesi e vi si può accedere direttamente subito dopo lo sbarco senza bisogno di prenotazione: è sufficiente mettersi in coda. Il servizio - dedicato sia ai residenti in Lombardia che in altre regioni italiane, oltre che ai cittadini stranieri - è coordinato dall’Ats Città Metropolitana di Milano, in collaborazione con il Policlinico Gruppo San Donato.

Una volta effettuato il tampone a Linate, il campione viene inviato al laboratorio di microbiologia dell’Irccs Policlinico San Donato e processato. L’esito è disponibile in 48 ore e, in attesa di riceverlo, si raccomanda, quando possibile, di mantenere l’isolamento domiciliare, prestando attenzione al distanziamento dai familiari e utilizzando la mascherina, soprattutto in presenza di parenti anziani o fragili.

Tamponi in aeroporto, cosa fare se si atterra a Malpensa

Anche per i viaggiatori in arrivo a Malpensa è possibile effettuare, da giovedì 20 agosto, il test virologico direttamente in aeroporto. Il punto esecuzione tamponi, denominato Covid-19 Testing Area, si trova all'area arrivi presso l'uscita 1 ed è aperto tutti i giorni in orario 9.00-18.30 (con presentazione entro le ore 17.30): è possibile effettuare il tampone solo previa prenotazione on line

Per tutti gli arrivi da Croazia, Grecia, Malta e Spagna al di fuori degli orari indicati, non si può fare alcun test all'aeroporto di Malpensa: in questo caso si deve comunicare l'arrivo alla propria Ats territoriale della Lombardia entro 48 ore dallo sbarco (qui info e contatti delle Ats della Lombardia); i residenti in altre regioni si devono rivolgere alle Asl di riferimento.

I tamponi all'aeroporto di Malpensa sono gratuiti ma non si tratta di test rapidi e l’esito viene poi trasmesso via email all'indirizzo indicato in fase di prenotazione, normalmente entro 48 ore. In caso di esito positivo o debolmente positivo, scatta l’isolamento domiciliare obbligatorio secondo le disposizioni dell’Autorità Sanitaria. In attesa dei risultati i viaggiatori sono obbligati utilizzare la mascherina in tutti i contatti sociali, limitare gli spostamenti allo stretto necessario (comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o salute) e osservare rigorosamente tutte le misure igienico sanitarie in vigore.

Tamponi in aeroporto, cosa fare se si atterra a Orio al Serio

I passeggeri che arrivano all'aeroporto bergamasco di Orio al Serio da Croazia, Grecia, Malta e Spagna sono tutti obbligati ad effettuare la segnalazione di ingresso in Italia presso l’Ats di riferimento del comune in cui risiedono o dove intendono soggiornare.

Da sabato 22 agosto i viaggiatori che non risiedono nella provincia di Bergamo e i cittadini stranieri possono recarsi presso la Fiera di Bergamo (poco distante dall'aeroporto di Orio al Serio) dove il Gruppo San Donato ha allestito un punto esecuzione tamponi (è necessaria la prenotazione telefonando al numero 02 87370510).

I residenti nella provincia di Bergamo devono invece rivolgersi preferibilmente presso le Asst di riferimento della propria residenza: Asst Bergamo Ovest (prenotazione on line obbligatoria); Asst Papa Giovanni XXIII (prenotazione obbligatoria al numero 035 2676161); Asst Bergamo Est (prenotazione obbligatoria ai numeri 035 3063990 o 035 3063857). Contattando le aziende socio sanitarie territoriali è possibile concordare data e ora per l'esecuzione del tampone gratuito.

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.