Mind Milano, via libera al progetto. Il futuro dell'area di Expo 2015: ecco come sarà

Mind Milano, via libera al progetto. Il futuro dell'area di Expo 2015: ecco come sarà

© Flickr.com / Fred Romero

Milano - Via libera al progetto Mind - Milano Innovation District. L’Amministrazione Comunale di Milano ha approvato il Piano Integrato di Intervento relativo all’area utilizzata per Expo 2015 presentato da Arexpo Spa.

Il piano porterà l’insediamento di tre importanti funzioni, pubbliche prevalentemente a nord del Decumano: il nuovo polo ospedaliero Irccs Galeazzi, il polo di ricerca per le scienze della vita Human Technopole e il Campus dell’Università Statale. Il tutto si svilupperà all’interno di un grande Parco Tematico Scientifico Tecnologico di 650 mila metri quadrati, oltre la metà dell’intera superficie dell’area.

Il nuovo polmone verde si dipanerà lungo i già esistenti Cardo e Decumano con aree dedicate allo sport, all’acqua e al cibo e si porrà in continuità con i parchi di Cascina Merlata e Farini. Sarà inoltre realizzata una fermata della Circle Line, aggiuntiva rispetto a quella già prevista a Stephenson nell’ambito del progetto di rigenerazione urbana dei sette ex scali ferroviari di Milano.

«Mind Milano rappresenta una nuova eccellenza a livello internazionale e un tassello importante per Milano 2030», dichiara l’assessore all’Urbanistica Pierfrancesco Maran: «da un lato porterà un polo scientifico di ricerca e incontro tra il sistema pubblico e quello delle imprese, dall’altro un grande parco a disposizione di cittadini, studenti, lavoratori e ricercatori. Infine contribuirà a migliorare l’efficienza del trasporto pubblico della città, grazie alla realizzazione della fermata per la Circle Line».

Oltre alle tre grandi funzioni pubbliche, che in futuro si insedieranno su 317.000 metri quadrati di superficie lorda di pavimentazione, il Piano destina 90.000 metri quadrati di superficie lorda di pavimentazione di Mind Milano alla funzione residenziale, 15.000 metri quadrati al ricettivo, 30.250 metri quadrati al produttivo, 305.000 metri quadrati al terziario e direzionale, 35.000 metri quadrati al commerciale con esercizi di vicinato e medie strutture di vendita. Il soggetto attuatore si impegna inoltre a realizzare una quota non inferiore a 30.000 metri quadrati di housing sociale, anche nella forma di residenza universitaria.

Potrebbe interessarti anche: , Coronavirus: è nata Giulia, figlia di Mattia, il paziente uno di Codogno , Buoni spesa, come averli e fino a quando? I requisiti e come fare domanda a Milano , Oltre 33 mila ebook gratis per chi è iscritto alle biblioteche del Comune di Milano , Mascherina obbligatoria quando si esce di casa in Lombardia: cosa dice la nuova ordinanza , Mai solo, se resti a casa. Consegne a domicilio e dog sitting gratis per gli anziani di Milano

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.