Food Milano Mercoledì 6 febbraio 2019

San Valentino 2019 a Milano. 21 ristoranti per una cena romantica: menu e prezzi

Milano - Che siate alle prese con una nuova conoscenza da conquistare o la dolce metà di una coppia consolidata, diciamolo, giovedì 14 febbraio è un giorno che non passa in sordina. Amanti dell'ultima ora o innamorati cronici, la sera di San Valentino 2019 è per voi. Dove festeggiare a Milano? Tante le proposte di cene a lume di candela per celebrare il giorno più romantico dell'anno al ristorante, con menù e proposte ad hoc.

Se siete a caccia di idee, tra percorsi stellati, cucina d'autore e proposte più easy, siete nel posto giusto. A tutto il resto, ci penserà Cupido con le sue frecce. Ecco allora 21 cene di San Valentino 2019 a Milano (per scoprire indirizzo e numero di telefono dei singoli ristoranti basta cliccare sui rispettivi link).

Besame Mucho. Nella cornice avveniristica di Porta Nuova, San Valentino nel segno della cucina messicana, con tocchi creativi. Il nome del ristorante, Besame Mucho, ci mette del suo, ma il percorso gastronomico, accompagnato dalle note live di un dolce violino, non è da meno. Ecco allora un calice di champagne di benvenuto, aperitivo a base di barbabietola arrosto, miele di agave, gelato allo yogurt e crumble di pane croccante, per poi cominciare con la cena vera e propria, accompagnata da una bottiglia di vino. Per antipasto? Tarte tatin di pomodoro, pesto di erbe messicane e formaggio feta. Si prosegue poi con il polpo innamorato alla brace, pomodori, mais e riduzione di succo d’ostriche, oppure con la picanha di manzo cotta a bassa temperatura, puré di topinambur e chips croccanti di yucca. Chiusura in dolcezza con fragole cotte nel loro succo, pepe rosa e gelato bacio di angelo, ossia un gelato al fior di latte con petali di rosa e litchi (prezzo: 75 Euro a persona).

Giacomo Arengario. Una delle location più belle e romantiche della città, con una vista spettacolare sul Duomo di Milano. Da Giacomo Arengario, all’interno del Museo del Novecento, si festeggia San Valentino 2019 a un soffio dalla Madonnina, ammirando le guglie gotiche della cattedrale e assaporando piatti che omaggiano la tradizione italiana con i tocchi peruviani dello chef Jose Otoya. Ecco allora un percorso gastronomico che comincia con il carpaccio di scorfano marinato, carciofo al limone e ceviche di seppie e friggitelli rock fish, che prosegue con il risotto alla barbabietola, scalogno dolce, capesante crude, salsa olandese e champagne e che si accende con il gusto del secondo piatto, a base di carabineros arrostiti, raviolo croccante di cavolfiore, funghi trombetta, pesto di huacatay. È affidato alla golosa Bomba di Giacomo il compito di chiudere la cena di San Valentino nel modo più dolce (prezzo: 100 Euro a persona, inclusi Apanage Brut Pommery 0,75 litri, acqua e caffè).

Shambala. Se l'atmosfera soffusamente esotica a lume di candela e la cucina asiatica vi intrigano come non mai, ecco la proposta giusta per voi. Al ristorante Shambala, dove è di scena una felice fusion tra piatti thai e vietnamiti, ideati dallo chef Chandana Udesh. Ecco un mix di entrate ritmato da sashimi di tonno scottato con semi di coriandolo e pepe rosa servito con salsa di tamarindo e con salsa di wasabi, pomodoro e carote, spiedini di pollo marinati al curry, accompagnati da insalata verde e salsa di latte di cocco e arachidi. E poi? Cha Gio, ossia involtini ripieni di polpa di granchio serviti con lattuga, coriandolo, menta fresca e salsa di tamarindo, per proseguire con Po Piah Sod, il sushi vietnamita in carta di riso ripieno di mango, carota, cetriolo, salmone, servito con salsa agrodolce di miele e zenzero. Non mancano i Gai Hor Bai Toey, fagottini di pollo fritti marinati agli aromi in foglie di pandani serviti con salsa di soia dolce e sesamo. In alternativa? Rosa di Salmone, filetto di salmone al vapore servito con purè di ananas aromatizzato al galanga, pepe rosa e menta fresca, oppure Nuea Saparod, fettine di filetto mignon saltate con ananas, funghi shiitake, broccoli in salsa di soja cremosa profumate da sakè di zenzero. Epilogo zuccherino con dolci monoporzioni della pasticceria della casa, accompagnati da un liquore giapponese (prezzo: 60 Euro a persona, inclusi acqua, caffè e bottiglia ogni due persone a scelta tra Prosecco di Valdobbiadene, Rosso La Segreta, Chardonnay Tormaresca).

Berton. Volete stupire il partner e portarlo a cena nel ristorante stellato dello chef Andrea Berton? Ecco servito il menu di San Valentino pensato dall’astro Michelin, da assaporare tra sguardi complici, circondati da un ambiente sobrio e raffinato, immerso nel design di Porta Nuova. Si comincia con cappon magro di verdure, scampo con cipollato, germogli di lenticchie e maionese affumicata. Si prosegue con il risotto al prezzemolo e cozze, coda di rospo, cavolo nero e latte cagliato al rafano. Il secondo stuzzica con il petto di piccione in crosta e finocchio fondente, mentre dessert e pre-dessert hanno il sapore di Agrumi e cocco e Macaron allo yogurt, meringa e cioccolato (prezzo: 160 Euro a persona, bevande escluse).

Kitchen Society. Non il solito sushi, ma un’interpretazione in salsa italiana firmata dallo chef Alex Seveso, che per le sue creazioni di ispirazione nipponica si avvale di sapori e profumi made in Italy. Se l’idea vi piace, ecco il suo Kitchen Society, un loft accogliente in una traversa di via Piero della Francesca. La cena è servita con un menu ideato ad hoc per la sera di San Valentino. In programma? Tapas di Patanegra con calice di Bellavista rosé, carpaccio di ricciola in salsa fusion, pulpo salad (con cavolo cappuccio, avocado, acciughe e paprika dolce), il mitico Nigiri rocher (gamberoni scottati alla fiamma con granella e crema di pistacchio), gamberi rossi marinati su purea di carote al basilico e zenzero, tartare di salmone affumicato con spuma di ricotta al limone e briciole di pane ai semi di lino, tonno in salsa Alex. È dedicato proprio agli innamorati il dessert, Valentino, che chiude in dolcezza il sipario sulla cena (prezzo: 85 Euro a persona, bevande escluse).

Itti&Co. In zona piazza V Giornate, ecco la risposta per chi vuole lasciarsi sedurre dai sapori di mare. Lo stile è vacanziero easy-chic da Itti&Co, dove il pesce passa direttamente dal bancone al piatto. Voilà l’ostrica Jardin de Tatihou con aceto ai lamponi e pane nero tostato, la triglia di scoglio in panure di pomodoro e peperoncino su vellutata di bufala, l’insalatina di gamberi alla catalana con cuori di lattuga, pomodorini, sedano e cipolla di Tropea, i panciotti di pasta fresca con capesante e gamberi su vellutata di barbabietola e limone candito. Per secondo, invece, c’è l’involtino di cernia e cavolo nero con cuore fondente di cipollotto e pecorino su doppio pomodoro al lime. È un super classico goloso all’insegna dell’amore il dolce: mousse al cioccolato Tainori con cremoso al passion fruit e lamponi (prezzo: 55 Euro a persona, inclusi pane, acqua, coperto e caffè).

La Rampina. Appena fuori Milano, ecco una storica location, che affonda le sue radici nel Cinquecento. Qui la proposta gastronomica per la sera di San Valentino 2019 è ritmata dalle note del piano di Arianna e del violino di Lucia, che accompagneranno il percorso pensato ad hoc. Il programma goloso? Uovo cotto a bassa temperatura, cipolla di Tropea caramellata, spuma di patate e tartufo nero sferificato in abbinamento a champagne Grand Brut Perrier Jouet; carpaccio di storione in salsa Mojito, con gelée alla mela verde, servito con Alto Adige Sauvignon doc Sanct Valentin 2017, San Michele Appiano; ravioli ripieni di carciofo e tartufo bianco con crema di Robiola delle Langhe e risotto al limone con scampi, rosmarino e capperi, in abbinamento a Alto Adige Gewurztraminer doc Sanct Valentin 2017 San Michele Appiano; sorbetto al rabarbaro; secondo a scelta tra Merluzzo al cardamomo con infusione alla rosa canina o Filetto di capriolo con pere caramellate, in abbinamento a Alto Adige Sauvignon doc Sanct Valentin 2017, San Michele Appiano. A chiosa del pasto, cuore croccante di cioccolato, ripieno di mousse al bergamotto e inserto liquido al lampone, servito con Passito, caffè e piccola pasticceria (prezzo: 90 Euro a persona, vini e bevande incluse).

Terrazza Triennale - Osteria con Vista. È spettacolare il colpo d’occhio sul centro di Milano dalla Terrazza Triennale, casa meneghina dello chef stellato Stefano Cerveni. Qui, assieme allo chef Matteo Ferrario, per la serata più romantica dell’anno il cuoco propone due menu a scelta, di carne o di pesce, per accontentare il palato di tutti i Cupidi. Ecco allora cinque portate, dall’antipasto al dolce, e un epilogo con caffè e piccola pasticceria. Tra i piatti di terra proposti, voilà la battuta di manzo al coltello con spuma di burrata e polvere d’arancia, i fagottelli liquidi alla milanese e il morbido di manzo cotto 48 ore. Tra le proposte di mare, invece, spiccano le ostriche, l’astice con crema di pomodoro bruciato, riso soffiato e germogli di rafano, le linguine con cacio&pepe e tartare di gambero, il polpo planciato. Il dolce? Ingolosisce con cuore di macaron, cremoso di cioccolato al latte e fave di tonka, gel di lychees (prezzo: 70 Euro a persona acqua e caffè inclusi, vini esclusi; 100 Euro a persona con degustazione di vini in abbinamento inclusa).

Top Carne - The Outstanding Place. Se volete cedere ai piaceri della carne, eccovi accontentati. I meatlovers innamorati da Top Carne troveranno soddisfazione e profumo di griglia, in una cornice elegante. Si comincia con una flute di prosecco e un aperitivo di benvenuto, quindi il sipario si apre con tartare con avocado per lei e tartare con funghi per lui, picanha scottata con insalata di mango e noci, spuma di patate viola con verdure e pancetta croccante. Si prosegue con un parterre di carne non male: rib eye, beef ribs, picanha, arrosticini di agnello, serviti con verdure alla griglia e purè di patate con burro d’alpeggio. Immancabili i dessert ideati dallo chef di casa per un dolce epilogo (prezzo: 75 Euro a persona, inclusi coperto, acqua e caffè, mentre bevande e vini sono esclusi).

Bianca Quattro Ristorante & Bistrot. All’interno dell'hotel Bianca Maria Palace si cena in un giardino segreto nel cuore del quartiere Liberty di Milano. Qui è di scena un menu appositamente ideato per la sera di San Valentino dallo chef Alessandro Menoncin, ritmato da intriganti sapori di mare e sfumature piccantine. Ed ecco l’ostrica in tempura, con leche de tigre al melograno, servita con flute di spumante, a seguire il carpaccio di capasanta e sorbetto del suo corallo, dressing al passion fruit. Il primo piatto è un audace risotto mantecato alla ‘nduja, con battuta di scampi, ristretto della loro bisque, mentre per secondo c’è l’ombrina Bocca d’oro al burro e nocciola, carciofi fondenti e mousselin allo champagne e vaniglia. Il dessert? È un cremoso al fondente, peperoncino e sorbetto ai lamponi (prezzo: 60 Euro a persona, inclusa acqua naturale e frizzante, altre bevande sono escluse).

Daniel. La cucina d'autore di Daniel Canzian per festeggiare il giorno più amorevole dell’anno? Eccola servita, protagonista di un menu pensato appositamente per la sera di San Valentino. Il sipario amoroso si apre con un aperitivo a base di stuzzichini caldi e freddi. La cena, poi, prende vita tra Scampi & Trevisana (scampi con trevisana marinata, lardo di colonnata e olio di crostacei), Carote & Zafferano (carote di Polignano Mare glassate in salsa di agrumi e zafferano), Cipolle & Tartufo nero (cipolle dolci al forno, tartufo nero e salsa Rossini), Riso & Rape (riso mantecato al succo di barbabietola, rape e salsa al franciacorta). Per due: zuppa di pesce dell'Adriatico in crosta di pane, infine il dolce, Ponte dei Sospiri, con cioccolato bianco e arancia sanguinella sciroppata a freddo, caffè e piccola pasticceria (prezzo: 70 Euro a persona, vini esclusi; selezione beverage con Franciacorta cuvée n. 4 selezione JRE azienda agricola Berlucchi, Riesling maison Marcel Deiss, Verduzzo friulano Marco Sara, 40 Euro a persona).

Pescheria con Cottura. I fan del mare sono accontentati anche in questa location dal mood urban chic. Qui si celebra la festa degli innamorati con un menu ad hoc, oppure con un plateau e un drink dopo cena a tema afrodisiaco, il Berry Love, che stimola i sensi tra note di frutti rossi, sciroppo di fiori di ibisco e vodka, da sorseggiare nell’area lounge del ristorante. Il menu di San Valentino è cromaticamente scandito dal rosso, il colore della passione, e prende per la gola con gamberi rossi di Mazara su foglie di finocchio croccante al sambuco e peperoncino, riso Carnaroli dell’Oltrepò Pavese al Martini, tartare di scampi e polvere di olive verdi, medaglione di rana pescatrice con coulis di frutti rossi e dall’immancabile dessert, Amore rosso corallo, con cioccolato in tre consistenze, spugna di mare, corallo di lamponi e meringa flambé (prezzo: 60 Euro a persona con cocktail incluso).

Mu Fish. San Valentino al sapor di sushi creativo, lontani dal caos metropolitano? Se la risposta è sì, fa proprio per voi la proposta di Mu Fish, a Nova Milanese, nel cuore della Brianza. Atmosfera romantica e mood gastronomico all’insegna della cucina fusion fanno da cornice al menu Young. Ecco allora la Tartare di salmone con salsa mediterranea, Dim Sum misti (ravioli artigianali, 4 pezzi), Capesante & Mu roll (capesante leggermente scottate con crema besciamella e pasta kataifi, gambero fritto in tempura avvolto da carpaccio di salmone con salsa Gazpacho Thai), Tori Karaage (crocchette di pollo fritto accompagnate da salsa chili), sushi e uramaki (3 pezzi di sushi 4 di uramaki). Per tutti gli ospiti, la sera del 14 febbraio è prevista una piccola sorpresa (prezzo: 45 Euro a persona).

Cascina Caremma. San Valentino sostenibile, in cascina? Perché no, immersi nell’atmosfera rustica e rilassante della Caremma, a Besate, magari dopo un pomeriggio alla Spa, all’insegna del relax. Il menu del 14 febbraio è così scandito: antipasto servito con sacchetto del pane e grissini integrali bio, a base di tagliere di salumi con crauto in agrodolce, vellutata di porri con crudité di gamberi, flan di topinambur, filetto di trota marinato, cotechino e sanguinaccio e purè allo zafferano, carpaccio di trota affumicata, cheese bio cake di barbabietola e zola; i primi vedono sfilare il risotto bio con zucca, zenzero e robiola di capra; secondo (preceduto da sorbetto all’arancia) a base di tagliata di petto d'anatra con riduzione di aceto balsamico bio, seguire ributto di stagione, selezione di formaggi provenienti da aziende agricole e caseifici locali. Per dessert, infine, c’è il soufflé al cioccolato con cuore morbido con crema inglese (prezzo: 39 Euro a persona, esclusi acqua, vini, amari, caffè).

Dim Sum. Per chi non rinuncia ai caleidoscopici bocconi orientali nemmeno a San Valentino, ecco la soluzione. Il Dim Sum stuzzica il palato tra raffinato design e bollicine di champagne Perrier-Jouët Blason Rosè, e con una selezione di dim sum proposti per l’occasione su un piatto d’acciaio (anziché nei consueti cestini di bambù). Il parterre prevede Jiaozi di chianina ed erba cipollina, ai ricci di mare, con le verdure, con la carne, con anatra e vino di riso, con edamame e tartufo, ai frutti di mare e lime, ma anche ravioli shao mai aperti di calamaro e sedano, oltre al cristallo di gambero leggermente piccante (prezzo: 30 Euro, misto di dim sum; 45 Euro, misto di dim sum con calice di champagne; in alternativa, cena alla carta).

Tre Cristi. Sapessi com’è strano, sentirsi innamorati a Milano. Sembra la colonna sonora perfetta per il percorso gastronomico ideato dallo chef Franco Aliberti, da poco approdato al ristorante Tre Cristi, nella zona di Porta Nuova, ex Varesine. Per la sera di San Valentino il cuoco propone un menu originale, Due innamorati in città, che celebra Milano e i suoi quartieri. Ed ecco Milano (panettone & zabaione), Brera (casera, bietole, pancetta, cipolla), Porta Nuova (cavolo cappuccio viola, trota affumicata, panna acida), Sarpi (ravioli), Città Studi (biancostato, pane e cime di rapa), Dergano (Fernet, cioccolato bianco, carbone vegetale) e il dolcissimo Duomo, un dessert a base di marroni, cioccolato bianco, meringa. Un menu circolare ed ecosostenibile, dal momento che gli ingredienti sono utilizzati in toto, senza scarti (prezzo: 60 Euro a persona, 100 Euro a persona con vini in abbinamento).

Trussardi alla Scala. L’idea di un San Valentino stellato e griffato vi stuzzica? Ecco per voi la proposta dello chef Roberto Conti, stella Michelin alla regia del Trussardi alla Scala, in pieno centro, a due passi dal Duomo di Milano. Un percorso gourmet che omaggia i profumi di mare (e non solo), fondato sulla ricerca della materia prima e sui giochi di contrasti e diverse consistenze. Si comincia con Granchio Reale, topinambur e vaniglia, per proseguire con Crudo di tonno rosso, frutto della passione e tapioca al lime. Primo piatto a base di Riso, pistacchio, scampo e pomodoro giallo invernale, a seguire Astice in casseruola zuppa di cocco e lemongrass, Wagyu beef al barbecue e carciofo alle spezie. Epilogo in dolcezza con Cioccolato lampone e peperoncino (prezzo: 175 Euro, bevande escluse).

Cittamani. Nel raffinato tempio della cucina indiana contemporanea, a due passi da Brera e Porta Nuova, dove la tradizione orientale incontra l’estro della chef Ritu Dalmia, ecco un menu pensato ad hoc per tutti gli innamorati. Si comincia con l’amuse bouche, Raita di avocado, panna cotta con gelatina di menta, Mathri croccanti al masala. L’antipasto è ritmato dai sapori di Dhokla, tortine di lenticchie al vapore fritte in padella con Panch Pooran (cinque spezie non tritate e miscelate in parti uguali), salsa di pomodori e semi cipolla e chutney al cocco. Poi? C’è il Manipuri Pork, cioè pancia di maiale glassata con Jaggery e cardamomo, Haing Tadka e riso viola, un piatto che omaggia la cucina del nord-est dell’India, oppure il Tandoori gobhi, dischi di polenta, cavolfiore tricolore al tandoori, riduzione di zenzero e melassa di melagrana. Il piatto principale a scelta prevede tre opzioni: Hyderabadi machli, filetti di rombo al vapore con salsa a base di cocco, noccioline e tamarindo, riso con crema al limone o Nargisi kofta, ravioli con formaggio, piselli e patate, salsa di sesamo e mandorle, gambi di loto croccanti e Malabar paratha (pane del Kerala), oppure ancora Lal maas, ossia agnello affumicato cotto a bassa temperatura, salsa sweet and sour con chilly del Rajasthani, un piatto tipico del Rajashan, terra d’origine della chef di casa. Si chiude con il sapore esotico del dessert, a scelta tra Shrinkhand al mango con zafferano e pan di spagna di rose, gelato alla rosa e meringa alle erbe, bacche di rosa selvatica, oppure Crème brûlée alle arachidi e jaggery, salsa di ibisco, makhana arrosto caramellate (prezzo: 60 Euro solo food + acqua e caffe; 90 Euro con pairing).

Le Biciclette. È un San Valentino casual quello targato Le Biciclette. Nello storico locale di via Torti angolo corso Genova, dove il mood è rilassato, si sta sul divano in jeans a sorseggiare il Love Mule, un drink a base di tequila, liquore al mirtillo, ginger beer e crusta con polvere di fragola, studiato ad hoc dai bartender del locale, mentre si assaporano i piatti pensati dalla cucina per gli innamorati: millefoglie di verdura risottino, tagliata di manzo con mentuccia e un goloso tortino al cioccolato dal cuore fondente (prezzo menu: 35 Euro a persona).

Tablafina. Volete restare leggeri e preferite concentrarvi sul dopocena? Ecco la soluzione per voi, una light dinner scandita da tapas di ispirazione spagnola, ma realizzate con prodotti del territorio. Il nuovo Tablafina, all’interno dell'hotel NH Collection Milano Porta Nuova, propone un aperitivo ricco, ideato ad hoc per il giorno di San Valentino dal ritmo caliente. Ecco allora, a scelta, il cocktail afrodisiaco o la flute di Franciacorta, per poi abbandonarsi a morsi che vanno dal tagliere misto con selezione di salumi e formaggi al secchiellino di olive verdi marinate al peperoncino, dai finger di polenta di mais grigliata con ‘nduja e burrata su foglie di rucola e miele di acacia al dolcissimo mix di frutti rossi con ganache al cioccolato (prezzo: 20 Euro, cena alla carta).

Valhalla. Si chiama Il vichingo innamorato il percorso gastronomico pensato dal ristorante Valhalla, ristorante di ispirazione vichinga appunto, per la cena di San Valentino 2019. Ecco quindi la tartare di agnello marinato al cassis e ribes nero, maionese affumicata e mandorle, lo stinco di vitello e radicchio tardivo con contorno a scelta. Infine, come dessert, c’è la mousse alla vaniglia, cioccolato al latte e gelatina di olivello spinoso. Da bere? Una bottiglia di vino a scelta tra Chianti Classico, Montepulciano d'Abruzzo, Nero d'Avola biologico e Lambrusco, oppure un boccale di birra artigianale B-max. Per una sera, anche i più rudi e burberi si scioglieranno di fronte al buon cibo e alla persona giusta (prezzo: 130 Euro a coppia).

Leggi anche:

Potrebbe interessarti anche: , Celiaci a Milano? 6 ristoranti gluten free. Anche sushi e pizza sono senza glutine , La Salumeria dello Sport, il nuovo locale dove vedere le partite a Milano , Concerti, mostre, percorsi del gusto. I mercati coperti di Milano tornano protagonisti della vita nei quartieri , 7 ristoranti di Milano da provare nel 2019: nuove aperture e non solo , Gastro-Oroscopo 2019: di che segno sei? Ecco il ristorante di Milano che fa per te

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Oggi al cinema a Milano

La paranza dei bambini Di Claudio Giovannesi Drammatico Italia, Francia, 2019 Sei quindicenni – Nicola, Tyson, Biscottino, Lollipop, O’Russ, Briatò – vogliono fare soldi, comprare vestiti firmati e motorini nuovi. Giocano con le armi e corrono in scooter alla conquista del potere nel Rione Sanità.... Guarda la scheda del film