Festivaletteratura di Mantova 2019: il programma degli eventi da non perdere con orari, ospiti e indirizzi utili

Festivaletteratura di Mantova 2019: il programma degli eventi da non perdere con orari, ospiti e indirizzi utili

Cultura Mantova Lunedì 2 settembre 2019

© festivaletteratura.it

Mantova - Festivaletteratura torna a Mantova con la sua ventitreesima edizione. Festivaletteratura 2019 si svolge da mercoledì 4 a domenica 8 settembre 2019 con un programma di oltre 300 appuntamenti e più di 70 ospiti stranieri, un record assoluto per la manifestazione. Moltissime novità per questa edizione sempre più internazionale, che si propone come luogo di confronto aperto e come occasione per lanciare e stimolare nuove idee e punti di vista differenti, riflettendo sui temi forti dell’attualità, attraverso i numerosi incontri con gli ospiti.

Un programma molto internazionale quello di Festivaletteratura 2019 che sceglie la grande narrativa come bussola per orientarsi nel mondo e gettare uno sguardo sulle differenze, le contraddizioni e i problemi del nostro tempo. Ma quali sono gli appuntamenti da non perdere di Festivaletteratura 2019 ? Di seguito una selezione degli eventi imperdibili della kermesse culturale mantovana, giornata per giornata.

Festivaletteratura 2019: programma di mercoledì 4 settembre 

Dopo l’aperitivo inaugurale di Festivaletteratura 2019, alle ore 11.00 presso la Tenda Sordello, aprono le loro porte le numerose location di questa edizione. Tra i luoghi novità del Festival segnaliamo il Liceo Isabella d’Este, che ospita i workshop e le attività organizzate dalla comunità scientifica ex-temporanea di Scienceground. Questa serie di laboratori interattivi mira a raccontare e problematizzare la scienza nella società e avvicinare i ragazzi al mondo della ricerca. Il ciclo Scienceground, inaugurato alle 15.00 con il primo evento Microbi, si svolge durante tutta la durata del festival.

Quest’anno ancora più numerosi gli eventi dedicati alle fasce più giovani di lettori, racchiusi tutti nella programmazione di Festival meno 20. Tra i luoghi di Festival meno 20 da segnalare anche la Casa del Mantegna, dedicato interamente ai bambini, che si trasforma per cinque giorni uno spazio-museo-laboratorio a più piani e dove sono previsti incontri con illustratori, autori e letture animate e che prevede anche un’area relax dedicate alle famiglie. Primo incontro dedicato alle famiglie, alle ore 15.00: Girotondo, un percorso di giochi d’autore e attrazioni per bambini e famiglie organizzato in sette stanze di puro divertimento.

Alle 16.00 apre anche Read on station, centro di attività laboratoriali, incontri e lezioni aperte che mira sostenere e diffondere la passione per la lettura tra i giovani europei, con sede in piazza Broletto presso il Consorzio di Bonifica.

Da non perdere l’incontro Enrico detto Erri con Erri De Luca, alle ore 17.00 a Palazzo San Sebastiano. Contemporaneamente, alla Tenda dei Libri si inaugura la Città in libri una biblioteca temporanea curata da Luca Scarlini, con circa 200 tra romanzi, reportage e saggi dedicati alla la città di Tirana scelta da Festivaletteratura 2019 come citta dei libri di questa edizione con incontri dedicati agli scrittori e alle storie della città di Tirana, in programma per tutta la durata del festival.

Alle 18.00 sul palco principale del Festivaletteratura 2019, in piazza Castello, Elif Shafak, tra le voci più riconosciute della letteratura turca a livello internazionale, dialoga con Michela Murgia sul ruolo della donna e quello dell’intellettuale nella società, indagando insieme se e come la letteratura può diventare uno strumento per cambiare il mondo.

Alle 18.30, a Palazzo Te, Massimo Cacciari incontra il pubblico di Festivaletteratura 2019 inaugurando un ciclo di incontri che puntano a confrontarsi sui temi della precarietà del futuro e del senso di disorientamento sociale, per riflettere insieme sulla necessità di trovare nuove etiche e strumenti di pensiero capaci di scardinare logiche e sistemi di potere accettati oggi come incontrovertibili.

Alle 21.00 a Palazzo San Sebastiano c'è Ali Smith, più volte candidata al Nobel per la letteratura e tra le le voci più influenti della letteratura britannica contemporanea. Con Teresa Franco, docente all'Università di Oxford, parla di attualità, dalla Brexit ai cambiamenti climatici.

Festivaletteratura 2019: programma di giovedì 5 settembre

La seconda giornata di Festivaletteratura 2019 si apre alle ore 10.00 con un incontro tra il giornalista e scrittore Corrado Augias e l’accademico e storico delle religioni Giovanni Filoramo che dialogano, in piazza Castello, sul rapporto con il divino nella società contemporanea.

Alle 11.00 a Festival meno 20 Roberto Piumini racconta ai bambini Don Chisciotte in rima alla Casa del Mantegna, mentre il laboratorio di cucina microscopica di Scienceground si svolge al Liceo Isabella d’Este.

Alle ore 14.45, in piazza Castello, Benedetta Tobagi e Carlo Lucarelli ci riportano sul campo di battaglia del nostro terrorismo, in piazza Fontana, punto di partenza di una delle stagioni più dolorose e amare del nostro passato.

Alle 16.00 sempre in piazza Castello Amin Maalouf, grande intellettuale e accademico francese d'origine libanese, apre una serie di incontri di Festivaletteratura 2019 dedicati al destino incerto dell'Europa, per provare a tracciare i confini di una crisi di identità e di tensioni ideali foriera di pericolose involuzioni e tentazioni autoritarie.

Sia alle 16.00 che alle 18.30 al Museo Diocesano i ragazzi tra i 13 e i 19 anni possono partecipare al laboratorio di web journalism con Medici Senza Frontiere, in programmazione anche venerdì 6 settembre alle 12.00 e alle 18.00.

Alle 17.00 Meg Wolitzer scrittrice statunitense e autrice del best seller Quello che non sai di me, parla del complicato passaggio all'età adulta in un incontro per ragazzi, sempre al Museo Diocesano, tra i luoghi novità di Festivaletteratura 2019 dedicato alla programmazione di Festival meno 20

Alle 19.15 in piazza Castello Margaret Atwood, narratrice canadese che deve la sua fama mondiale al successo della serie televisiva tratta da Il racconto dell’ancella, racconta la sua battaglia contro chi cerca di portare indietro le lancette della storia, in un dialogo che tocca grandi tematiche quali i problemi dell’individuo all’interno della società occidentale e soprattutto le dinamiche di potere tra uomo e donna.

Alle 21.15 a Palazzo San Sebastiano Pilar del Río, giornalista e traduttrice spagnola, ricorda il marito José Saramago, in un incontro che unisce appunti di viaggio, politica e dimensione domestica del premio Nobel portoghese e con lapresentazione di alcuni suoi scritti inediti.

Alle 21.30, in piazza Castello, Jeffery Deaver, che ha conquistato il pubblico di tutto il mondo con il ciclo di romanzi con protagonista Lincoln Rhyme, è l’ospite d'eccezione di una serie di incontri dedicati al delitto e al mistero.

Festivaletteratura 2019: programma di venerdì 6 settembre

Per la terza giornata di Festivaletteratura 2019, alle 11.00, presso il Museo Diocesano, la scrittrice svedese per ragazzi Frida Nilsson parla del tema della morte, l’esperienza e il dolore del lutto, la paura del distacco e la ricerca di un significato in una vita che contempla anche l’idea di morire, attraverso un linguaggio che mescola realtà e fantasia in un incontro per ragazzi dalla portata altamente educativa. Alla stessa ora, presso la Tenda Sordello, Joshua Cohen riflette sulla condizione umana ai tempi della Silicon Valley e dell’impatto che la tecnologia ha avuto sul cervello umano ma soprattutto sulla nostra capacità di attenzione, ormai di appena otto secondi, uno in meno di quella dei pesci rossi.

Per il ciclo scrittura in scena Fanny & Alexander portano al Festivaletteratura 2019 di Mantova Se questo è Levi, una performance/reading itinerante in tre momenti (ore 15.00, 17.15 e 18.20) e tre luoghi diversi (Palazzo Panzera, Liceo Virgilio e Sala del Consiglio Comunale), che mette in relazione tre differenti opere di Levi: Se questo è un uomo, Il sistema periodico e I sommersi e i salvati, per riflettere sull’attualità dei suoi scritti (in scena anche sabato 7 settembre).

Alle 15.30 a Palazzo San Sebastiano i giornalisti Francesca Mannocchi e Lorenzo Tondo affrontano uno degli aspetti più nascosti del fenomeno migratorio: il traffico di esseri umani. Attraverso le loro inchieste, tradotte poi in due libri, Io Khaled vendo uomini e sono innocente e Il Generale, ci aiutano a cogliere tutta la complessità della grande storia delle migrazioni nel Mediterraneo.

Alle 16.45 si torna al Museo Diocesano per un incontro tutto dedicato ai ragazzi con Janne Teller, scrittrice danese che mette i lettori più giovani di fronte all'esperienza di chi è costretto ad abbandonare la propria terra a causa di una guerra.

Alle 17.00 al Conservatorio di Musica Campiani il premio Pulitzer 2008 Philip Schultz riflette sul tema del ricordo, delle figure genitoriali della felicità e del tempo che passa, attraverso la profondità delle sue poesie. Alla stessa ora, in piazza Castello, Massimo Recalcati si confronta con il suo pubblico sul tema dell’amore, inteso dallo psicanalista qui come sempre amore per l’altro, titolo dell’incontro.

Alle 22.30 la giornata si chiude con l’attore e scrittore Gioele Dix che confessa le sue passioni letterarie nascoste in un monologo sul palco di piazza Castello.

Festivaletteratura 2019: programma di sabato 7 settembre

Alle 10.00 in piazza Castello, lo scrittore e saggista statunitense Jonathan Safran Foer parla del problema del cambiamento climatico e alla necessita di ripensare radicalmente alle nostre azioni, individuali e comunitarie. Contemporaneamente a Palazzo San Sebaastiano Valeria Luiselli, astro nascente della letteratura latino-americana, incontra Michela Murgia per discutere del suo nuovo romanzo, Archivio dei bambini perduti, e dei temi caldi che tocca: le nuove leggi sull’immigrazione in America e lo sterminio dei nativi americani.

Alle 10.30 ci si sposta al Teatro Bibiena per incontrare il premio Nobel nigeriano Wole Soyinka, che tratta il tema della disobbedienza civile attraverso le sue poesie.

Alle 14.45 Andrew Clements incontra i ragazzi alla Casa del Mantegna per parlare con loro di motivazione, coraggio e tenacia, e di come sia importante non mollare, rimanere noi stessi e magari a cambiare le regole del gioco. Clements è tra gli autori per ragazzi più premiati e letti grazie alla sua capacità di dare voce ai giovani lettori alle prese con la loro per niente banale quotidianità. In dialogo con lo scrittore Marco Malvaldi.

Alle 16.00, per il ciclo di laboratori curati da Scienceground, segnaliamo l’incontro con Sally C. Davies, prima donna nel ruolo di Chief Medical Officer del Regno Unito che spiega perché le medicine non funzionano più.

Alle 16.45 Abraham B. Yehoshua, tra i più grandi scrittori israeliani, torna sul palco di Festivaletteratura 2019 di piazza Castello per parlare di identità nazionale, progetti futuri e multiculturalismo. Alla stessa ora un altro incontro imperdibile quello con Nawal Al-Sa’dawi al Teatro Bibiena: la scrittrice egiziana, icona dell'impegno per i diritti delle donne nel mondo musulmano, ha da sempre sfidato le convenzioni di un mondo patriarcale che ha tentato in tutti i modi di zittirla, attraverso carcere, censura e soprusi fisici e psicologici.

Alle ore 18.30 da non perdere, nell'Aula Magna dell'Università di Mantova, la lezione con Nicolas Mathieu, vincitore del prestigioso Prix Goncourt del 2018. Con E i figli dopo di loro, Mathieu parla del suo spaccato letterario che riesce a descrivere i rapporti e le frontiere tra classi e fotografare una Francia periferica in cui la crisi economica ha bruciato le certezze delle giovani generazioni.

Per la sezione del festival dedicata al fotogiornalismo, segnaliamo alle ore 21.00 l’incontro con Marco Gualazzini che per più di un decennio si è impegnato in una ricerca fotografica che lo ha portato ad attraversare l’intero continente africano. A Festivaletteratura 2019 parla della necessità di una fotografia vicina alle persone e alle situazioni che ritrae. 

Festivaletteratura 2019: programma di domenica 8 settembre

L’ultima giornata di questa ricchissima edizione di Festivaletteratura 2019 si apre con l’incontro tra la scrittrice statunitense Meg Wolitzer e l’attrice e scrittrice Lella Costa, con un dialogo sulla questione del gender equality e sul desiderio di emancipazione femminile che porta avanti attraverso le sue opere. L’incontro si svolge alle ore 10.00 presso la Basilica Palatina.

Alle 11.30 in piazza Castello Gianrico Carofiglio, Massimo Gramellini Arianna Porcelli Safonov, insieme a Neri Marcorè, aprono una riflessione e un dialogo sugli usi e gli abusi delle parole, passando dalla letteratura al diritto, dal giornalismo al teatro e al mondo del web e dei social media.

Alle 12.15 Bernhard Schlink, autore tedesco tra i più tradotti al mondo, sale sul palco della Basilica Palatina di Mantova per riflettere su come la letteratura possa e debba essere una profonda riflessione sul recente passato.

Alle 14.45 lo scrittore Salvatore Scibona, insieme agli architetti Peter T. Lang e Luca Molinari ci aiutano a perderci nel labirinto di New York: la città-mondo che raccoglie in sé l’ossessione dell’ipermodernità, la vertigine ipnotica del futuro a portata di mano, la babele delle lingue e delle razze, il consumismo estremo di ogni esperienza e le migliaia di storie sedimentate da cinema, letteratura, fotografia e architettura.

Sul palco di piazza Castello alle 16.00 il romanziere statunitense Dave Eggers, per la prima volta ospite di Festivaletteratura 2019, si interroga su argomenti terribilmente attuali, ponendosi interrogativi morali che ruotano sullo scontro fra l’anima freddamente scientifica e quella empatica degli esseri umani, spesso pedine inconsapevoli di un gioco più̀ grande nel capitalismo della sorveglianza.

Alle 17.00 il recente vincitore del Premio Pulitzer e del World Press Photo Lorenzo Tugnoli parla di fotogiornalismo all’Aula Magna dell’Università di Mantova.

Alle 17.15 Dacia Maraini si racconta al pubblico del Festivaletteratura 2019 di Mantova attraverso riflessioni personali riguardo le sue riflessioni sul lavoro dello scrittore e il suo rapporto con la cultura, a volte mezzo di denuncia contro l’oppressione sociale, altre volte di esercizio della memoria o di profonda analisi delle sfumature del desiderio. Contemporaneamente, Tony Scandoval, importante fumettista messicano, incontra i ragazzi al Museo Diocesano per raccontare i suoi lavori, fatti di esperienze e i sentimenti umani.

Festivaletteratura 2019 si conclude alle 18.30 con l’appuntamento, in piazza Castello a Mantova, con Ian McEwan, uno tra i più grandi scrittori di narrativa del ventesimo secolo, che torna a raccontarsi in una delle più suggestive piazze della kermesse, con la sua critica pungente e la sua personale visione della scrittura, strumento per analizzare il modo in cui le persone si leggono vicendevolmente.

Festivaletteratura 2019: orari, biglietti e indirizzi utili

Molti eventi sono gratuiti e a ingresso libero. È possibile prenotare gli eventi a pagamento, il cui costo varia tra i 2 e i 10 euro, alla biglietteria del festival situata presso la Loggia del Grano della Camera di Commercio in via Spagnoli a Mantova oppure telefonando al numero 0376 223989.

Festivaletteratura 2019 si ritrova tra le strade di Mantova, nel reticolo di vie, piazze e giardini in cui si sviluppa il centro storico, lungo il percorso che congiunge Palazzo Ducale a Palazzo Te. Di seguito gli orari e i contatti dei principali luoghi di incontro e i servizi.

Gli orari della biglietteria sono i seguenti: da mercoledì 28 agosto a martedì 3 settembre 09.00-13.00 e 15.00-19.00; domenica 1 settembre 09.00-13.00; da mercoledì 4 a sabato 7 settembre 09.00-20.00; domenica 8 settembre 09.00-17.00 

Durante i giorni di Festivaletteratura 2019 viene attivato un punto informativo in piazza Sordello. Un corner informativo è attivo anche presso la biglietteria del Festival. Per le informazioni turistiche generali punto di riferimento è l'infopoint inLombardia di Mantova in piazza Mantegna 6 (tel. 0376 432432), aperto tutti i giorni con orario 09.00-18.00, venerdì e sabato 09.00-19.00.

La Libreria del Festival si trova in piazza Sordello. Apre da sabato 25 agosto 2019 con i seguenti orari: 9.30-13.00 e 15.30-23.00. Nei giorni del Festival fa orario continuato 9.30-24.00. I libri degli autori presenti al Festivaletteratura sono disponibili in libreria e sui luoghi degli eventi. Per ulteriori informazioni telefonare al numero 366 6978706.

Anche quest’anno tornano le Librerie di Scambio nel Cortile di Palazzo Castiglioni e presso la biglietteria del Festival alla Loggia del Grano. Dove è possibile una pausa tra un evento e l'altro, portandosi via un libro e lasciandone in cambio uno diverso, oppure depositando nell'apposita cassetta un'offerta adeguata.

Per ulteriori informazioni, dettagli ed eventuali aggiornamenti consultare il sito di Festivaletteratura Mantova 2019

Scopri cosa fare oggi a Mantova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Mantova.