Acciaio per caldaie: che cosa ne sappiamo - Magazine

Acciaio per caldaie: che cosa ne sappiamo

Attualità Magazine Venerdì 30 settembre 2022

Clicca per guardare la fotogallery

Magazine - Per comprendere a fondo cosa sia l’acciaio per caldaie, dobbiamo capire prima di tutto cos’è una caldaia. La caldaia è un impianto in grado di convertire l’energia combustibile in calore generato, distribuendolo attraverso tubi tramite aria e/o acqua.

Nello specifico, il calore prodotto viene convogliato dallo scambiatore e diviso dai fumi (che vengono invece convogliati verso l’esterno tramite la canna fumaria); successivamente quest’ultimo si occupa di smistare il calore in due circuiti: quello dedicato al riscaldamento come, ad esempio, i termosifoni, e quello dedicato ai lavandini e alle docce; senza quest’ultima, infatti, non sarebbe possibile, ad esempio, permettersi una doccia calda.

Inoltre, è di fondamentale importanza sapere che la caldaia è soggetta ad erosione, ed è quindi consigliabile sottoporla a manutenzione periodica. La caldaia viene sottoposta non solo a temperature molto alte, ma anche a pressioni particolarmente elevate. È di particolare importanza conoscerne a fondo i materiali e le componenti che la costituiscono nell’ottica di garantire alti standard qualitativi e di sicurezza.

All’interno del quadro produttivo di una caldaia, un acciaio resistente ad alte temperature è essenziale per garantirne la sicurezza. La lamina di acciaio che compone le caldaie odierne (solitamente la 1.7711 / 40CrMoV4-6 & il A193 B16) è uno specifico tipo di acciaio per caldaie composto principalmente di acciaio e carbonio laminati ad altissime temperature. Le principali componenti costruite con l’acciaio per caldaia sono: l’involucro esterno, la parte cappa, la camera di combustione, il tubo di fumo, il raccordo del gas.

Data la naturale predisposizione dell’acciaio per caldaia ad essere sottoposto a temperature e pressioni medio-alte, ad urti, carichi particolarmente pesanti e corrosioni, è fondamentale che tutto funzioni al meglio, un danno alla caldaia potrebbe provocare un grave incidente in grado di mettere a repentaglio la vita di chi vi si trova nei pressi. È fondamentale che l’acciaio per caldaia abbia una buona resistenza fisica, sia malleabile e tenga conto degli standard e delle tecniche costruttive che garantiscano un utilizzo in sicurezza.

La lega dell’acciaio per caldaie: 1.7711 / 40CrMoV4-6

La lega d’acciaio 1.7711 / 40CrMoV4-6 è predisposta a dare la prima forma ai prodotti in lega battuta. Sua peculiarità è quella di avere una conducibilità termica molto alta, ed è quindi molto utilizzata per la costruzione di caldaie, motori e macchine, componenti d’auto, ingranaggi ed alberi motore.

Lo standard dell’acciaio per caldaie: A193 B16

Le componenti più piccole delle caldaie vengono costruite attraverso lo standard A193 B16, quest’ultimo è composto da una lega d’acciaio legato e da acciaio inossidabile. Tramite questo standard si costruiscono: recipienti a pressione, valvole, falangi e raccordi.